Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Gelosia e crisi d'ansia..Come combatterla?

Inviata da Anna il 30 ott 2015 Ansia

Sono una ragazza di 28 anni, fidanzata da 4 mesi con un ragazzo della mia stessa età.
Ho una storia alle spalle di 3 anni e mezzo, finita perché subivo violenze che mi hanno ferita più nell'anima che nel corpo. Il mio attuale fidanzato viene da una storia di 5 anni, con una donna molto più grande di lei (38 anni). Ci siamo conosciuti quando lui era in un periodo di crisi, e io mi ero lasciata da qualche mese.
Ho scoperto subito che lui aveva tradito quella che era la sua donna,che inoltre durante le prime settimane aveva incontrato senza dirmi nulla (me lo ha detto dopo giorni perché "si sentiva in colpa" anche se, a dir suo, hanno solo parlato).
Sono laureata in ing da 2 anni e con molta fatica sto cercando di inserirmi nel mondo del lavoro. Lui ha un lavoro stabile.
Nella mia vita un po incasinata il mio problema é la forte gelosia, soffro di crisi d ansia e notti insonne...devo dire anche che il mio ragazzo é una persona amorevole, rispettosa, probabilmente anche più maturo di me! Parliamo già di matrimonio, lui si é impegnato con me dopo appena 20 gg dal nostro fidanzamento,entrando subito nella mia famiglia.
Per me ha rinunciato alla sua grande passione, la caccia...o meglio ci siamo venuti incontro trovando un compromesso...
Ho paura che la mia gelosia lo allontani da me...ho paura in un tradimento, probabilmente di essere lasciata...di non essere la persona adatta a lui...
Quello che volevo sapere é se sia opportuno andare da uno psicologo, come frenare le mie crisi...come rafforzare il mio rapporto....

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Salve Anna,
con molta probabilità la storia che hai alle spalle ha lasciato degli strascichi negativi, che forse non ben elaborati si ripercuotono ancora nella tua vita e nel tuo modo di essere e di sentirti, sia come donna che all’interno di un rapporto affettivo.
Ma alla base di qualunque relazione ci siamo comunque noi, perciò il modo in cui ci sentiamo e ci prendiamo cura di noi stessi è anche il modo in cui gli altri ci sentiranno e si prenderanno cura di noi.
Un percorso di psicoterapia ti potrebbe essere utile per comprendere le tue reazioni, il tuo modo di vivere le relazioni di coppia, te stessa. Te lo consiglio sinceramente.
Sei una giovane donna, motivata a costruirti un futuro lavorativo dopo aver studiato una disciplina impegnativa, dimostrando quindi di avere efficienti capacità. Ora non ti resta che lavorare su di te, perché conoscere e migliorare le proprie competenze emotive ed affettive a volte può essere difficile, ma può aiutare a proseguire la vita in maniera più soddisfacente.
Un caro saluto,
Michela Vespa

Dott.ssa Michela Vespa Psicologo a Roma

74 Risposte

294 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Anna,
da quanto leggo credo che lei stia vivendo delle difficoltà legate alla fiducia e alla sicurezza in sè stessa e nell'altro. Mi sembra di capire che pur riconoscendo la presenza e l'affidabilità del suo fidanzato, ha timore di essere tradita ed è molto gelosa. Potrebbe essere molto utile un percorso di terapia per lei per poter rafforzare la fiducia in sè stessa e la propria autostima; così da poter lasciare il proprio partner libero di scegliere ogni giorno di stare con lei.
Stare in una relazione comporta il rischio di poter avere o perdere la persona ogni giorno.
Resto a disposizione per qualsiasi domanda o informazione.
Un caro saluto
Dott.ssa Eleonora Sellitto

Dott.ssa Eleonora Sellitto Psicologo a Roma

30 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Anna
effettivamente la sua emotività è turbata e credo proprio che questo stato emotivo che le causa problemi di panico e di insonnia vada attentamente considerato e curato.
Le ferite della sua anima sembrano essere ancora aperte e lei farebbe bene ad occuparsene seriamente. Ne va della sua vita futura e del suo equilibrio interiore.
Penso che questa sua nuova storia meriti di essere vissuta appieno senza i vecchi fantasmi dovuti alla sua insicurezza e al suo essere ferita.
La gelosia che prova di certo esprime tutta la sua paura e la sua poca autostima.
Come può avere una forte autostima essendo stata ferita "nell'anima e nel corpo" come lei dice?
Certo la sua gelosia rischia di portarla su un terreno franoso nella relazione attuale e rischia di allontanare il suo nuovo partner.
Non rischi tutto questo e soprattutto per se stessa si faccia aiutare!!!
Auguri
Dott Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6837 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Anna, parto dalla fine: si, ha bisogno di una psicoterapia che vada nel profondo. La sua gelosia è una forma di controllo che nasce, come accennato già da una collega mi sembra, durante le primissime fasi di sviluppo. Soprattutto se la figura di riferimento principale (di quando era piccola) non è stata prevedibile nel soddisfare i suoi bisogni momentanei (cioè, alcune volte lo faceva, ma altre volte no), allora il suo sistema ha cominciato a crearsi delle modalità per fare in modo che la figura importante le stesse il più possibile vicina, soprattutto nei momenti di bisogno. Una di queste modalità può essere stata la coercizione (ovvero, "forzare", inconsapevolmente tale figura significativa, diventata un pochino più grande, con le strutture cognitive formate in modo quasi completo). Dalla coercizione, il passaggio al controllo del proprio ambiente e delle figure care, è spesso breve (anche se il tutto non avviene sempre così o sempre in maniera così lineare). Nel suo caso, la storia di violenze subite, forse, ha riattivato le "cicatrici emotive" che potrebbe avere, attraverso un senso di possibile abbandono (legato alla sua gelosia) sia rispetto all'ex (con cui è rimasta, nonostante tutto ciò che ha subito, perchè forse si sentiva comunque "curata" nei suoi bisogni ed attenzioni, anche attraverso la violenza, ma almeno ciò era prevedibile, al contrario di ciò che, sempre forse, ha vissuto nell'infanzia) che rispetto l'attuale partner, di cui teme sempre l'abbandono per eccesso di voglia di possesso (in questo caso, probabile controllo).
Insomma, se tutto ciò che le ho detto è presente o così, o in modo un pochino differente, comunque le indicazioni per una psicoterapia ci sono tutte. Bisogna vedere se esistono anche le condizioni (motivazione interna forte ad iniziare un percorso terapeutico, costanza anche nei momenti brutti della terapia, denaro che basti o, comunque, su questo aspetto si metterà d'accordo con il terapeuta, etc.).
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti,
Psicologo/Psicoterapeuta,
Costruttivista Postrazionalista-Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

690 Risposte

1006 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Anna,
un percorso di psicoterapia è molto indicato per lei sia perchè esce da una relazione distruttiva che, come lei stessa dice, le ha lasciato delle ferite psicologiche, sia perchè per essere molto gelosa (=insicura), ansiosa e con carenza di autostima, ha bisogno di capire questi tratti da dove provengono, rielaborarli e correggerli.
Tutto ciò serve per poter costruire e nutrire un rapporto di coppia in vista di una autorealizzazione anche familiare ed esistenziale oltre che lavorativa.
Anzi aggiungo che la prima, che consiste nella acquisizione di competenze emotivo-affettive-relazionali, è a garanzia e protezione della seconda per evitare che quello che si costruisce in anni di lavoro venga poi dissipato e distrutto tramite comportamenti conseguenti a fragilità psicologica.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6778 Risposte

18959 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Anna,
chi lo sa se tutto questo driva dalla storia precedente o da altre sue esperienze. Fatto sta che, ad oggi, il suo atteggiamento è di resa. Forse vi sono delle insicurezze e un'autostima positiva un pò vacillante che le fanno dubitare di meritare questo amore.

Condivida con il suo ragazzo i suoi timori, insicurezze, il suo mettersi a confronto con la stabilità lavorativa di lui. Ci descrive una persona innamorata, che desidera impegnarsi con lei. Chieda e accetti il suo supporto.

Alla sua richiesta finale, rispetto all'opportunità di chiedere una consulenza psicologica, rispondo con un "Sì". L'ansia e la gelosia sono due emozioni che, a lungo termine, possono logorare lei e la relazione. Scelga di prevenire.

Un saluto
Dott.ssa Fancesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2041 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Anna
Lei sente che questo atteggiamento di gelosia ma anche di paura di essere abbandonata la penalizza e non le permette di affrontare con serenità le sue relazioni affettive.Deve sapere che tutto ciò che lamenta non nasce improvvisamente ma è la conseguenza della nostra storia personale,nel corso della quale abbiamo imparato ad introiettare comportamenti e stili educativi che possono aver impedito il formarsi di quella fiducia di base che ci permette di andare verso l'altro con sicurezza.Le consiglio un percorso di psicoterapia nel quale poter affrontare le difficoltà che si trova a vivere per potersi concedere a relazioni serene e appaganti.La saluto Dott.ssa Milena Angeli

Dott.ssa Milena Angeli Psicologo a Padova

67 Risposte

37 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16050

psicologi

domande 20750

domande

Risposte 80400

Risposte