Gelosia, ansia, come migliorare la mia relazione ?

Inviata da Nunzia · 14 ago 2017 Terapia di coppia

Salve a tutti, sto con un ragazzo da quasi un anno e ultimamente la situazione sta sfuggendo un po' di mano.
Vi spiego meglio, ho sempre provato una profonda gelosia nei confronti di lui, ma questi ultimi mesi la cosa è diventata quasi come ingestibile.
Non riesco a sopportare che lui parli e scherzi con le sue amiche, che le sue amiche ridono con lui, sopratutto in mia presenza e che lui faccia battutine stupide.. So per certo che lui mi ama, e anche molto, so che non dovrei preoccuparmi, so che quelle sono amiche e basta, so che dietro lui non ha nessuna intenzione con loro, non prova un minimo interesse.. Nonostante questo , nonostante io sia cosciente di tutto questo, continuo a stare male, cerco di calmarmi, cercare di calmare l'ansia e L'agitazione che ho dentro, ripentendo sempre le sue parole, di quanto mi ama, di quanto le altre non siano come me, ma tutto questo non funziona.. Anzi alimenta di più la mia gelosia.. Agli inizi non si relazionava con nessuna ragazza, in quanto non aveva amiche femmine, in questo mese ha conosciuto 4 ragazze.. E sono , non dico costantemente, ma per una buon parte di tempo presenti.. Io sto vivendo la mia relazione in uno stato di angoscia e ansia, provo una sensazione strana al petto, che non mi lascia neanche un secondo.. Ho provato a parlare con lui riguardo ciò, e secondo lui tutta questa mia gelosia è inutile.. Non ci dovrebbe neanche essere.. Io non gli do torto, ha ragione.. Ma non riesco a liberarmene .. È sempre con me e non mi lascia mai, solo L idea che possa scherzare in mia assenza con le altre mi distrugge , e questo mi porta ad essere costantemente presente nella sua vita.. Mi reputo una persona ormai ossessionata quasi, e disturbata.. Vorrei tanto trovare la "cura" a questo mio malessere, ma non capisco ciò che lo scatena.. Oppure lo so, cerco di lavorarci su ma nonostante questo continua a non cambiare nulla.. E ciò mi porta a considerare che la vera causa del mio stare male non è la paura e il fastidio che lui parli con le altre ragazze.. Mesi fa tutto questo non esisteva, in quanto nel nostro gruppetto di amici non era presente nessuna femmina, ma adesso che ce ne sono addirittura 5 e che lui ci scherza, loro ridono, fanno battute, tutto è cambiato e io ci sto veramente male.. Non ho paura di perderlo, perché so quanto mi ama, non ho paura che lui faccia cose con loro, perché so quanto è onesto e affidabile, non ho paura che le altre si prenda una cotta per lui, perché se anche fosse lui non andrebbe mai da loro.. Ma a questo punto allora non so di cosa ho paura.. Vorrei tanto che invece che scherzare con loro scherzasse di più con me in loro presenza, che parlasse un po di più con me in loro presenza.. Lui dice sempre che sono tutti suoi amici ed è giusto che dedichi un poco del suo tempo a tutti loro.. Ma è come se io fossi gelosa di ciò, come se io volessi solamente tenere tutte le sue attenzioni, ogni volta che dedica il suo tempo agli altri è come se mi sentissi trascurata, so che non è per niente vero, ma è la mia sensazione.. In queste situazioni mi è capitato varie volte di andarmene per non sentirli scherzare, per non sentirle ridere, per non sentir ridere lui, ma mi ha sempre trattenuta con se dicendomi che si sarebbe rivolto a loro in modo più freddo.. Ma non ci riesce, la sua persona, la sua personalità, non glielo permette.. È una persona davvero buona, attenta , e premurosa con tutti.. Non si rivolge mai male a nessuno, ed è per questo che è molto amato da tutti i suoi amici.. È un po il mio contrario.. Può contribuire ad alimentare la mia gelosia il fatto che io abbia rinunciato a molti miei amici per stare più accanto a lui, e che lui da non avere amici adesso ne è pieno.. Ed è dunque costretto a stare dietro a tutti.. Più volte gli ho detto che questa cosa mi fa stare male, che comunque io ho rinunciato a molto per lui, ma lui mi risponde che mai mi ha detto di rinunciare.. Mi fa anche stare male il fatto che succedeva qualche volta che scherzavo anche io con i suoi amici, dicevo giusto qualche parola, non avevo discorsi lunghi così come lui li ha con le altre , e comunque vedevo quanto dava fastidio a lui, tanto che ho smesso di rivolgere la parola ai suoi amici maschi, o comunque non intrattenere un discorso.. Eppure io non vedo la stessa cosa nei miei confronti.. Nonostante questo lui continua a scherzare e parlare con loro quanto vuole.. E in questo momento che nutro anche una certa rabbia nei suoi confronti, io in fondo ho smesso di parlare con i suoi amici , utilizzando un certo tipo di tono, perché vedevo che a lui dava molto fastidio.. Ma lui sta facendo a me quello che mai vorrebbe che io facessi a lui.. E non vedo una certa coerenza da parte sua.. Mi chiedo quando tutto questo potrà finire, perché personalmente non riesco ad andare avanti, se devo vivere la mia relazione con la costante ansia e preoccupazione che senso ha vivere e che senso ha stare con una persona.. Non riesco a trovare la vera causa del mio malessere, non credo neanche ci sia, perché molto spesso penso sia più una cosa psicologica, che è nella mia mente e non se ne vuole più andare, qualcosa che devo cambiare da sola e cercare di cambiare.. Ma non so davvero cosa fare , e come farlo.. Non so da dove cominciare.. Mi chiedo solamente se devo porre fine io a tutto questo, rinunciare alla relazione per stare bene con me stessa, o continuare a soffrire e aspettare solamente che il tempo faccia il suo lavoro.. Attendo vostre e grazie in anticipo per la vostra disponibilità ..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 AGO 2017

Gentile Nunzia

La gelosia purtroppo è un elemento naturale dei rapporti umani, la paura della perdita, il confronto inconscio con gli altri, la paura inconscia di non essere mai abbastanza per il suo partner che porta poi a un pensiero ruminante, continuo, che fa interpretare tutto in modo sbagliato, persecutorio e a volte aggressivo o comunque asfissiante per l'altro. Mi permetto un consiglio, da fare ora, mentre legge queste poche parole. Si fermi, rallenti, fisicamente intendo, si obblighi a stare ferma li com'è, e respiri, respiri profondamente. Le dico questo perche la paura genera uno stato fisico, reale concreto, di apnea che alimenta poi l'incapacità di riflettere alimentando poi pensieri paranoidi e persecutori.
La sua insicurezza, a prescindere dalle responsabilità del suo compagno, cadono inevitabilmente nel vostro rapporto, ecco perchè è importantissimo non assecondare i pensieri che la mente propone. Se la mente chiede di controllare il profilo fb, whatap, ecc, si fermi, faccia un respiro, lungo e moooolto lento, per poter riflettere meglio sull'inutilità e la dannosità della sua compulsione.
Alla base della gelosia c'è una profonda disistima di sè, la paura di non essere abbastanza, l'incapacità di fidarsi e di lasciarsi andare. Chieda rassicurazioni al suo fidanzato, ma in maniera matura, profonda, non come una bimba che ha paura di essere lasciata da un momento all'altro. Una volta rassicurata cerchi di restare sintonizzata su quella sensazione fisica che prova, più serena , costante, libera mentalmente.
Provi a prendere in considerazione una psicoterapia per potersi rafforzare emotivamente, per non diventare dipendente emotivamente ed affettivamente da lui o dai suoi prossimi compagni.
Cerchi sempre di lavorare sull'aspetto fisico, intendo sul rilassamento, soprattutto addominale, attraverso esercizi di rilassamento e di respirazione, youtube è pieno di esercizi molto utili e semplici. UN CORPO RILASSATO NON PUO' PRODURRE PENSIERI DI MALESSERE. Se siamo rilassati fisicamente l'ansia non può formarsi. Questo è il primo passaggio materiale ed immediato, poi il resto lo faccia lei lavorando su di sè.
In bocca al lupo per tutto ciò che sta attraversando

Goffredo Bordese

Dott. Goffredo Luigi Bordese Psicologo a Pavia

32 Risposte

270 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 AGO 2017

Gentile Nunzia,
premesso che la tua eccessiva gelosia e relativo senso di possesso sono sintomi di insicurezza e andrebbero comunque ridimensionati e corretti all'interno di un setting psicoterapeutico, mi sembra di rilevare una sottile incoerenza tra il fatto che il tuo ragazzo rivendica che non ti ha mai chiesto di rinunciare alle tue amicizie e il suo indispettirsi quando anche tu parli e scherzi con i suoi amici maschi.
In tale evenienza, invece di essere premurosa e prevenire ciò che lo disturba potresti esplorare chiedendogli se ciò lo infastidisce come il suo comportamento speculare infastidisce te, nella speranza di trovare un punto di incontro sulla base della reciprocità.
Se il tuo ragazzo è recettivo quanto sveglio capirà l'antifona e forse si sforzerà di correggersi, altrimenti sorge il sospetto che possa essere un tantino maschilista e in tal caso le tue remore su questa relazione potrebbero essere giustificate.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6976 Risposte

19370 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84450

Risposte