Gelosa della migliore amica del mio compagno

Inviata da Lalla · 25 nov 2019

Salve a tutti,
Volevo chiedere se é possibile che la mia gelosia nei confronti della migliore amica del mio compagno (conviviamo e siamo giovani) sia senza fondamento.
Loro si conoscono da molti anni e prima di conoscerci, qualche anno prima ha avuto una cotta per lei ma lei lo ha rifiutato.
Noi ci siamo conosciuti, piaciuti, innamorati, messi insieme.
Io lei ho cominciato a frequentarla dopo rispetto al mio ragazzo perché sono entrata nel suo giro di amicizie e l'ho conosciuta uscendo insieme.
Sono una ragazza particolare, il contatto fisico é rilevante per me, troppo e indesiderato mi mette ansia ed esplodo in pianti o in rabbia forte quindi mi spinge ad allontanarmi e chiudere i rapporti con altre ragazze( é successo già con 2 migliori amiche del liceo) mentre coi ragazzi mi trovo meglio perché sono più alla buona, niente bacini bacetti falserie e roba varia..
Mentre uscivamo ancora io e il mio ragazzo sapevo che uscivano insieme da soli a cena e a bere birra una volta a settimana. Già ho storto il naso, non credo che se qualcuno ti interessa una hai un appuntamento con un'altra.
Ma ho lasciato fare.
Ora da quando li ho visti insieme, si salutano con baci, abbracci a volte la solleva ... Ehm non so come prenderla.
L'unico contatto fisico che tollero é quello con lui, la relazione in sé é salda ma recente, e nonostante questo mi vedo privata di una fetta di attenzioni.
Capisco si vedano una volta o due a settimana, ma mi sento un po' costretta ad accettare la cosa..
Non posso dire di andarci piano, perché lui subito va in difesa di lei dicendo che é affettuosa e lo fa perché se lo sente.. Io però non posso fare notare che mi sembra un po'esagerato che va sempre a difenderla.
Quindi lei può e io no?
Io per parlare con lei e iniziare a conoscerla ho chiesto consiglio a lui su come comportarmi, ho pensato che in fondo non la conoscevo e magari questo disagio mi sarebbe passato.
Il risultato é che devo sempre dirle le cose nel modo in cui dice lui, perché se le parlo come mi viene (forse sono troppo diretta) ci scanniamo letteralmente.
Dopo 4 volte in cui io e lei abbiamo parlato pacificamente e le ho detto che dei suoi comportamenti per me erano strani ed equivoci, mi disturbavano, ieri mette sui social come foto profilo una foto di solo loro due insieme che ridono e scherzano.
Ora.
Perché io devo pensare 30 mila volte a cosa mettere, per rispetto di uno, dell'altro e dell'altra, e lei fa le cose di getto sapendo che me la sarei presa?
E perché il mio ragazzo non le ha detto nulla?
Lo sapevano che sono una che reagisce a certe cose..
Io l'ho vista come una sfida come se volesse dire :"tanto lui quando avrò bisogno verrà sempre da me e te, t'attacchi".
Mi sono sentita delusa da quello che ha fatto lei, arrabbiata perché sotto sotto so che é vero.
Lui se lei ha bisogno va.. E io ho paura di rimanere sola, perdere lui perché rispetto a lei non mi sento abbastanza.
Lui nonostante la mia insicurezza (scaturita da esperienze amorose pregresse andate male una in cui mi hanno ingannata e l'altra di solo amore platonico dove dovevo stare fuori dai suoi impegni e non mi sono sentita protetta) mi ha dato degli strumenti per uscire dalla autocommiserazione, spronata, é stato eccezionale...
Ma a lei questi strumenti non li da?
Per quale motivo?
Vuole sempre che lei lo chiami perché non sa risolvere le cose da sola?
Mi sento un po' incastrata in questo triangolo, dove mi sento di troppo.
Ho paura che se avessimo bisogno entrambe nello stesso momento lui vada prima da lei lasciandomi nel mio...
Mi sento un po' costretta a comportarmi in modo diverso perché lei deve sempre essere protetta ecc.. Ma non sento che ha lo stesso comportamento con me.
Mi sento l'amica con cui convive e fa l'amore piuttosto che la fidanzata ...
Durante il giorno quando torniamo dal lavoro facciamo cose insieme, giochiamo online, ci vediamo film, c'é intimità... Ma quando arriva lei si siede vicino a lei, la abbraccia come fa con me.. E ci resto male.
Penso che amica e fidanzata abbiano ruoli diversi. Io mi sento a disagio ad abbracciare una persona (maschi e femmine) sia in pubblico che in privato, sono cose che riserbo a chi amo sentimentalmente per me ha un altro significato ma a loro due sembra non importare.
Lei mi dice che per lui non ha interesse, lui che vorrebbe una famiglia con me e ha progetti ma non si staccherà da lei perché glielo ha promesso...
Quindi da me puoi staccarti perché non ho preteso una promessa?
Sento come se il loro legame fosse più importante, a parole mi convincono ma i loro comportamenti no..
Non so come orientarmi..
Spero che qualcuno sappia aiutarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte