fuoricorso all'università e pressioni familiari

Inviata da Alessia · 1 set 2020

Salve, sono Alessandra e sono una studentessa fuoricorso alla triennale (da questo marzo) all'università. Se tutto va bene, per dicembre dovrei aver finito, con un ritardo di 9 mesi. Scrivo perchè questa situazione mi fa stare molto male, perchè pesa anche sulla mia famiglia. Premetto che mi mancano ancora tre esami, di cui 2 vorrei dare adesso a settembre e perciò sono quasi alla fine di questo tunnel. Il mio problema è che mi viene l'ansia ogni volta, a volte diventa anche insostenibile. Ho continuato sempre così dall'inizio dell'università, per alcuni esami ero meno ansiosa, per altri di più.. alcuni li ho rimandati più volte perchè non mi sentivo mai abbastanza pronta, soprattutto gli orali. (la causa del mio fuoricorso non è stata tanto questa, quanto il sovraccarico per recuperare dal primo anno, quando non avevo ben chiaro come studiare e per mantenere una media del 27,5.). In parte mi vergogno davvero tanto di questa situazione, anche se ho amiche del mio corso che devono ancora finire come me.. però a volte mi sembra di essere indietro agli altri, mi sembra di non riuscire a capire cosa voglio diventare, spesso ho troppa ansia anche solo al pensiero. A dire il vero, ho scelto questa facoltà perchè mi piace, ma negli ultimi tempi sentivo che non mi dava completa soddisfazione. E' come se mi mancasse qualcosa, ma non riesco a capire cosa e soprattutto non riesco a definire se il problema deriva dalle difficoltà, dalla stanchezza o proprio dai miei gusti personali. Mio padre mi appoggia molto e cerca di aiutarmi come può ma mia madre, essendo già lei una persona ansiosa, non fa che mettere più pressione su di me. Quando non mi sento sicura per un esame o mi serve più tempo, lei inizia ad urlare, a pressarmi dicendo che "gli altri hanno già finito", "devi muoverti a finire, non troverai mai un lavoro altrimenti" , "adesso ti costringo io a fare l'esame, vai lo stesso che forse lo passi", a volte penso che si vergogni più lei di questa situazione, soprattutto quando altri le chiedono come va con l'università (lei non si è laureata e magari non capisce quanto sia complesso a volte). Mi sento come se stessi bloccata e tutto mi scorresse davanti in velocità, mentre io resto così, ferma. Sento la pressione addosso, la responsabilità di far sentire i miei genitori orgogliosi di me, visto che fanno molti sacrifici. Sto cercando anche di lavorare su di me e non dare peso alle opinioni degli altri, anche se a volte è difficile, a volte mi sembra di essere troppo indietro. A volte mi vergogno, a volte mi sento come una delusione per la mia famiglia e cerco di pesare il meno possibile (cerco di non comprarmi nulla per me, cerco di aiutare mio papà con le cose di lavoro, pulisco casa ecc). A volte tendo ad isolarmi perchè mi sento talmente inadeguata che è meglio starmene per conto mio, anche se per fortuna ho delle amiche che capiscono e mi appoggiano. A volte mi vergogno anche perchè non dovrei avere questi problemi, visto che ho una famiglia comunque unita e ho sempre avuto ciò di cui avevo bisogno, penso di sentirmi in colpa anche per questo.
Avete qualche consiglio da darmi su come gestire la situazione?

Grazie davvero per l'ascolto

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102450

Risposte