Forse soffro di BED? Binge eating disorder?

Inviata da Alana · 8 nov 2019

Salve a tutti, sono una ragazza di 23 anni e attualmente peso 125 kg. Sono sempre stata una ragazza in carne, ma all'eta` di 13 anni sono ingrassata di quasi 30 kg in un solo anno, per colpa delle abbuffate che facevo di nascosto. Compravo quantita` assurde di cibo, poi tornavo a casa - a volte con amiche, a volte da sola - e mangiavo tanto da sentirmi quasi male. Mi abbuffavo di giorno quando i miei erano a lavoro, e di notte quando dormivano, per poi nascondere le carte sotto al letto. Tutto questo finche` mia madre non mi scoprii. A 16 anni decisi che qualcosa doveva cambiare, cosi` sono stata da una nutrizionista e grazie a lei ho perso ben 20 kg. Ho cominciato ad ingrassare di nuovo dopo la morte del mio cane, a cui ero veramente molto legata, e dopo la separazione dei miei genitori. Ho avuto un crollo emotivo. Cosi` sono stata in cura da una psicologa, per poco tempo in realta`, per problemi economici non potevo e tutt'ora non posso sostenere il costo costante di terapie. Ricordo che mi aveva diagnosticato l'ipercontrollo emotivo e appunto un disturbo alimentare. Nel frattempo ho continuato con diete online, nutrizionisti tramite mutua, mio padre mi aveva addirittura pagato i controlli da Naturhouse. Ma niente. Da allora ho continuato ad ingrassare, sempre di piu`. Ho conosciuto poi il mio attuale ragazzo, che mi ama alla follia, nonostante quello che sono. Ma questo non ha cambiato niente. Continuo ad avere una bassissima autostima. Evito le foto, gli specchi. E quando sono in mezzo alla gente mi sento perennemente a disagio. Ma soprattutto ogni giorno ho una voglia di mangiare incontrollata. Vado al supermercato e compro cose sane, quando sono di buon umore. Poi quando sono a casa e scopro che non resisto, mando il mio ragazzo a comprare delle schifezze, e di questo mi sento profondamente in colpa. So che io non ci andrei, per la vergogna di farmi vedere a comprare solo schifezze. E` capitato che mi abbia detto di no, perche` sa quanto soffro e vorrebbe aiutarmi. Ma quando non posso mangiare mi sale una rabbia incontrollata, e me la prendo con chi non dovrei. Non sono aggressiva. Ma noto che uno dei sentimenti che persiste in me e` proprio la rabbia. E mi distrugge, e a volte mi sfogo solo piangendo. Ma quando e` troppa DEVO mangiare. Penso "tanto che sara`, e` solo per oggi", ma lo so e mi conosco...dopo sto molto peggio. E` una cosa che non so controllare, me ne rendo conto. Tutti mi dicono che non ho abbastanza forza di volonta` o costanza, ma so che il problema non e` quello. Mi sento molto incompresa. So anche che non e` colpa di nessuno, perche` non essendoci passati non capiscono realmente come mi sento. Mi sento sconfitta, sento che la vita mi sta passando di fianco, e che non sono io a vivermela. Ho una bellissima relazione, e questo mio problema mi limita anche nel rapporto che ho con il mio fidanzato. Prima non ci pensavo per evitare a me stessa di soffrire ancora per quello che sono, ma so di essere a un passo dalla mia autodistruzione, e vorrei un aiuto. Vorrei provare ad uscirne. Per questo vi chiedo : soffro realmente di BED? E da dove devo ricominciare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 NOV 2019

Gentilissima,
è possibile che soffra di un disturbo alimentare e nello specifico di BED (caratterizzato da abbuffate incontrollate). Al di là dell’etichetta diagnostica, del nome, che si vuole dare al problema, quello che mi sembra rilevante è la connessione che c’è tra il bisogno di mangiare e le emozioni che prova. Da cosa racconta è aumentata di peso dopo la perdita del suo cane e dopo la separazione dei suoi genitori, questo non è un caso: infatti succede a molte persone di utilizzare il cibo per alleviare le emozioni che si provano di fronte agli eventi dolorosi. Il mangiare in modo incontrollato, può essere una strategia per regolare la sofferenza e le emozioni come la tristezza, la rabbia, la vergogna, la noia, la solitudine, il senso di vuoto.
Purtroppo imporsi di seguire una dieta spesso è fallimentare in questi casi, perché per riuscire a riacquisire il controllo del proprio modo di alimentarsi, è necessario prima comprendere cosa c’è dietro il bisogno di mangiare, quali fattori aumentano quel bisogno, come poterlo regolare.
Le consiglio di seguire una psicoterapia individuale, se possibile di orientamento cognitivo-comportamentale. Rivolgersi a un professionista la aiuterà a comprendere perché sente l’incontrollabile bisogno di mangiare e come riuscire a regolarlo.
Se ha difficoltà a sostenere il costo di una terapia, piuttosto di rinunciarvi può cercare un professionista che abbia delle tariffe agevolate o rivolgersi al servizio di psicologia della sua ASL (il costo del ticket è basso).

Resto disponibile per altre informazioni,
Dott.ssa Irene Capello.

Dott.ssa Irene Capello Psicologo a Asti

14 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 NOV 2019

Gentile Alana credo che ciò da cui deve cominciare è sicuramente farsi aiutare. Non so se nella sua zona ci sono Centri che si occupano di disturbi alimentari e in quel caso potrebbe rivolgersi a loro, altrimenti comunque le consiglio di prendersi cura di lei scegliendo uno psicoterapeuta e una nutrizionista (ad esempio quella con cui aveva perso 20 kg in passato). Capisco che possa avere difficoltà economiche come ha scritto, ma deve mettere la sua salute e la sua vita al primo posto. È molto giovane e può farcela, ma deve lavorare su se stessa, non rinunci perché mi sembra una persona consapevole e con buone risorse.
Cordiali saluti

Dott.ssa Valeria Mavilia Psicologo a Spadafora

75 Risposte

40 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24100

domande

Risposte 86750

Risposte