Forse il rapporto è irrecuperabile

Inviata da Libramente · 26 set 2022 Terapia di coppia

Buongiorno, sono una donna/ragazza di 33 anni, vi scrivo per via del rapporto con il mio (ex?) Compagno, con il quale ho convissuto per circa 6 anni. Quando ci siamo conosciuti abbiamo avuto da subito una forte sintonia, e in generale nel complesso non abbiamo mai avuto problemi, pochissime discussioni, quasi sempre sulla stessa lunghezza d'onda; tuttavia la nostra relazione è, quasi da subito, sempre stata caratterizzata da un certo squilibrio. Mi spiego meglio. Quando abbiamo iniziato a frequentarci lui aveva un tenore di vita totalmente incentrato sul lavoro. Era abituato a partire molto presto al mattino e rientrare la sera distrutto a tal punto da avere a malapena la forza di cenare e mettersi a letto. In quel periodo aveva bisogno di una persona che desse una mano in ufficio, d'accordo con lui ho quindi lasciato il lavoro che avevo e ho iniziato a collaborare con lui, pensando che, forse, in quelle condizioni se non avessimo condiviso il lavoro, centro della sua vita, la nostra frequentazione sarebbe naufragata entro breve tempo. Negli anni successivi sul piano lavorativo si è creata una bellissima sinergia, l'azienda é cresciuta, abbiamo condiviso molte cose. Sotto il profilo relazionale però, il suo stile di vita a lungo andare, anziché migliorare come speravo, é peggiorato sempre più. A più riprese nel tempo tentavo di affrontare il discorso, mettendo in chiaro che se non ci fossimo dedicati del tempo, (non chissà quanto, giusto il piacere di poter cenare assieme prima delle 22, o una colazione assieme la domenica, per fare degli esempi) presto o tardi mi sarei allontanata, non per presa di posizione ma.come naturale conseguenza della mancanza di condivisione sul piano affettivo. Gli ho voluto bene fin da subito e nonostante tutto avrei fatto qualsiasi cosa per sentirmi apprezzata da lui e per renderlo gelice. Chiaramente lui aveba una dipendenza dal lavoro. era in un circolo vizioso che non gli consentiva di prendere coscienza della situazine. Io soffrivo, a volte lo Facevo presente, talvolta mi dipingeva come 'pretenziosa' o 'anormale' altre sembrava capire e diceva a se stesso che avrebbe vuluto cambiare... sta di fatto che io tenevo duro,perché sentivo di amarlo, ma il tempo ha fatto il suo corso. Abbiamo condiviso sempre meno, finche tra l'inverno e la primavera scorsa, si é concretizzato un mio forte distacco emotivo, sfociato purtroppo in una cotta per un altra persona, che mi ha portato ad andarmene di casa ed allontanarmi. Dalla rottura lui ha cercato di riconquistarmi in ogni modo. Inoltre il trauma é stato tale da indurlo ad un cambio repentino sul fronte lavorativo. Ha ammesso di avere una dipendenza e ha messo in campo tutte le sue forze per cambiare abitudini.É passato dal farmi a malapena gli auguri di compleanno a fare gesti eclatanti per fare si che tornassi sui miei passi.. abbiamo parlato molto nei mesi scorsi, da separati toccando livelli di profondità che altrimenti non avremmo mai raggiunto. Il mio affetto per lui non é mai diminuito, pero era come se si fosse spenta una fiamma. Il punto di non ritorno? Alla fine prima dell estate mi sono 'ammorbidita' e abbiamo iniziato a rifrequentarci. Abbiamo praticamente passato l estate assieme, lui felice, io un po meno, divorata dai dubbi e sempre attenta a non illuderlo o ferirlo. Ora che l estate é finita, ha preso a dormire da me tutte le sere, ma io mi sono resa conto di non essere serena, di non essere me stessa, e non ritenendo giusto di ricevere 100 e dare 50, ho chiesto un allontanamento. Non sono sicura dei miei sentimenti, non riesco a capire se sia finita da parte mia, o se forse per fare chiarezza devo sperimentare quel distacco che mi è mancato sin dall inizio della rottura. Lui è una persona buona che nella vita ha sofferto, e penso che meriti il meglio, di essere amato e apprezzato al 100%

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 SET 2022

Cara Liberamente
Le riconosco la forza di essersene andata, la speranza nel riprovare e la delusione nello scoprire che il suo cuore non palpita più come prima.
Un amore 'tradito' (dall'assenza di cura) è una ferita al cuore. Qualcosa che forse non si può guarire con la stessa persona, benché sia molto cambiata.
Penso le sarebbe utile confrontarsi con uno specialista per approfondire come si sente e trovare ciò che la può rendere più serena.

un caro saluto

Dott.ssa Claudia Pasti Psicologo a Padova

27 Risposte

7 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2022

Gentile utente,
innanzitutto ritengo sia stato un errore lasciare il lavoro che aveva per collaborare al lavoro del suo compagno per diversi motivi tra i quali il fatto che il risultato, come ha potuto verificare, non è cambiato.
D'altra parte il suo distacco emotivo persiste nonostante le correzioni nelle abitudini lavorative che lui ha messo in atto; ne è conseguita una sua attuale fase confusiva in cui sembra aver avuto un ruolo anche l'interesse nato per l'altra persona che lei ha solo menzionato.
Pertanto, per fare chiareza nei suoi sentimenti le consiglio di intraprendere un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8229 Risposte

22420 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2022

Liberamente, al di là di quello che ritieni giusto per lui quando dici che dovrebbe essere apprezzato al 100% dovresti concentrarti su quello che provi tu. Infatti non dovresti basarti su una nostalgia di un sentimento passato ma sintonizzarti su quello attuale. Lui potrebbe essersi accorto troppo tardi dell'errore o tu potresti avere sbagliato a sopportare per troppo tempo una situazione che non ti andava bene. Forse hai bisogno di un pò di tempo (e/o supporto) per fare chiarezza, prenditi il tempo che ti serve per capire ma cerca di scglere consapevolmente.

Dott. Matteo Mossini Psicologo a Parma

472 Risposte

364 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2022

Ciao,
da quanto ci racconti sembra che tu abbia amato una persona sfuggente sul piano dell'intimità (e dell'affetto?) che si rifugiava nell'iperlavoro. Ed hai sentito di doverti dare per lui. Finchè non hai retto più. Ti allontani e lui ti viene dietro, si dà finalmente da fare. Ora che lui sta facendo ciò che desideravi sembra che sia tu a sentirti a disagio. Potrebbe esserci tra voi uno schema relazionale del tipo "Se ti allontani ti rincorro, ma se ti avvicini mi allontano". Penso che sarebbe utile esplorare i tuoi vissuti e trarne una guida e la spinta necessaria.
Spero di esserti stato d'aiuto.
Resto a disposizione.
Un caro saluto

Dott. David Maddalon

Dott. David Maddalon Psicologo a Treviso

43 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2022

Gentile Libramenre,
grazie di aver condiviso qui i suoi dubbi.
Ogni relazione porta con sè progetti, investimento emotivo ed energie e nei momenti di difficoltà è consigliabile, se lo si desidera, affrontare un percorso di terapia di coppia, eventualmente in associazione ad un percorso individuale.
Mi ha colpito ciò che ha scritto “ Non sono sicura dei miei sentimenti, non riesco a capire se sia finita da parte mia, o se forse per fare chiarezza devo sperimentare quel distacco che mi è mancato sin dall inizio della rottura”.
Le consiglio a tal proposito un percorso psicologico con un/una professionista, in modo da esplorare emozioni e vissuti di questo momento.
Io sono disponibile anche online.
Un caro saluto.
Dr.ssa Ilaria Oregio Catelan

Dr.ssa Ilaria Oregio Catelan Psicologo a Torino

17 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2022

Salve Libramente, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè capisco quanto questa situazione possa impattare sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale innanzitutto che lei faccia chiarezza circa ciò che sente e ciò che prova verso questa persona, ritagliandosi uno spazio d'ascolto per elaborare pensieri e vissuti emotivi legati alla situazione descritta pertanto la invito a richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

527 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35650

domande

Risposte 121100

Risposte