Finta asessualità e tradimento, come fare?

Inviata da enrica · 29 mag 2014 Problemi sessuali

Salve, ho convissuto per 7 anni con lui, dai miei 36 ai miei attuali 43 anni. Tra di noi non c'è mai stata intesa sessuale perchè a lui non interessava, oltre che soffriva di eiaculazione precoce. Ho cercato tantissime volte di parlarne, dicendo che le alternative erano due: o io non lo attiravo sessualmente o lui aveva dei problemi. Lui negava entrambi e faceva finta che tutto fosse normale. Io mi sono assuefatta a questa mancanza di intimità e affetto, perchè avevo deciso di puntare sulla stabilità e sull'affetto non fisico. Da 5 mesi ho scoperto che mi tradisce con una di 20 anni più giovane, e certo non può essere una relazione platonica! Ho anche scoperto che andava spesso a cercare siti porno e annunci di donnine disponibili. Ho trovato del viagra nascosto in macchina, con lo scontrino di un anno fa. Quindi, oltre al dolore tradimento, devo dedurre che il problema ero io che non lo attraevo, e - visti i suoi comportamenti - che è stato con me solo per interesse. Mi è crollato tutto addosso, mi ero trasferita a 800 km da casa, avevo comprato casa e lavoravamo insieme. Come posso cercare di ricostruirmi dopo aver scoperto che in questi 7 anni ho vissuto un'illusione con inoltre tante rinunce? Come posso superare il suo repentino e assoluto disinteresse verso di me, come se io all'improvviso non contassi più niente per lui? Preciso che, di fronte alla mia domanda di interrompere i rapporti con l'altra lui mi ha risposto che non voleva farlo! Ho in ballo soldi nell'attività, cosa devo fare? Restare a lavorare lì e vivere sola nella mia casa (non mi vuole dire nemmeno dove abita) o lasciare tutto, farmi liquidare e ricostruirmi una vita - trovare un nuovo lavoro a 43 anni non è facile. Lui dice in giro che la colpa è mia che non accettavo le sue figlie del precedente matrimonio (mai conosciute in 7 anni e all'improvviso sono diventate il faro della sua vita). Aiutatemi, come devo muovermi? Che scelte devo fare? Qual è la scelta migliore per riuscire a superare questo dolore che mi consuma dentro? Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 MAG 2014

Cara federica,
Lei si trova in una situazione molto spinosa, considerato che è in difficoltà su tutti i fronti: sentimenti e coppia, lavoro, soldi, età, luogo geografico che non è il Suo, maldicenze...
Tenga conto che son si può sostare a tempo indeterminato nel dolore (rimanere lì vorrebbe dire questo) perchè o il nostro corpo o la nostra psiche si ammala. Tuttavia, essendo la situazione complessa, prima di prendere una decisione La consiglierei di confrontarsi di persona con un collega Psicologo; sarà più sicura di non sbagliare!
Un caro saluto.

Dr.Brunialti, psicoterapeuta, sessuologa, psicologa europea Psicologo a Rovereto

214 Risposte

725 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 NOV 2015

Gentile Enrica,
è triste che lei abbia investito 7 anni di tempo ed energie fisiche ed economiche in una relazione che si è dimostrata insoddisfacente fin dall'inizio ma lei sostiene di aver puntato sulla stabilità e sull'affetto non fisico ed entrambe queste cose oggi sembrano esaurite.
Anche se, con ritardo, sta prendendo coscienza di una situazione non accettabile, non deve disperare e sentirsi sconfitta, distrutta o troppo vecchia per voltare pagina.
Non credo sia salutare per lei continuare questo tipo di rapporto con lui dopo le consapevolezze acquisite per cui dovrebbe, a mio avviso avvalersi di due figure professionali : un consulente legale per chiudere la collaborazione lavorativa salvaguardando al meglio i suoi interessi e un consulente psicoterapeuta per superare senza troppi patemi questa fase di distacco.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo,psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7085 Risposte

20209 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2014

Salve Federica,
la situazione che sta affrontando é drammatica e dolorosa. Ha vissuto per lunghi anni nella menzogna. Lei deve iniziare una nuova vita il prima possibile. Deve cominciare a vivere serenamente e sentirsi donna. Il dano morale, il dolore, le ferite finiranno, ci vorrà solo un po di tempo.
Devi permettere a se stessa di vivere i prossimi anni in pienezza e gioia.
Le consiglio di iniziare un percorso con un psicologo della zona per sostenerla in questi momenti di transizione.
Le auguro tanta serenità e voglia di vivere nei prossimi anni!
Cordiali saluti

Dott.ssa Mirlinda Kurshumi-Psicologa Psicologo a Cesena

2 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2014

Gentile signora Federica,
Che scelte fare?Come muoversi?
prima di parlare di terapia in prospettiva futura allo scopo di evitare per quanto possibile quanto capitatole la consiglierei di rivolgersi in prima battuta ad un capace psicologo legale: si può essere anche risarciti con soddisfazione.
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1570 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2014

Per la gent.ma dottssa Ceccucci: probabilmente mi sono spiegata male io. Lui non ha "mai" detto di non essere attratto da me, anzi lo negava. Quindi, dicevo, il problema è tuo e proponevo di sentire qualche medico o psicologo ma lui sosteneva di non aver alcun problema. Forse inconsciamente non volevo accettare la verità, ma mi ero convinta che lui fosse asessuato - esistono persone per cui il sesso ha un valore molto marginale - e avevo scelto la tranquillità del sentirmi amata, anche senza effusioni affettive. Ecco perchè scoprire che mi ha tradita mi ha fatto ancora più male, perchè tutti i commenti erano "beh certo, se l'amante ha 27 anni si può capire da cosa sia stato attratto" quando io lo reputavo totalmente indifferente a quel tipo di richiamo. Inoltre, ho scoperto una scatola di viagra vuota acquistata in settembre 2013 e questo mi conferma che mi ha sempre tradita, ha sempre avuto una doppia vita. E perchè un uomo dovrebbe condividere la vita con una donna se non c'è attrazione fisica? Per puro interesse. Ma ha sempre finto benissimo, perchè io, come i miei genitori che lo avevano accolto come un figlio, eravamo convinti del suo amore per me. Se solo avesse avuto il coraggio di ammettere che il problema ero io (e infatti con lui sono ingrassata di 20 kg, probabilmente perchè mi sentivo poco attraente e mi consolavo con il cibo) non credo lo avrei accettato. E finire una storia così, senza alcun chiarimento, senza sapere quando e come, e vedere che all'improvviso io gli sono totalmente indifferente (io, il cane, le mie sorti) e la consapevolezza che mi abbia solo usata, mi ha fatto sprofondare in una prostrazione emotiva che si può immaginare...Vi ringrazio

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2014

Cara Federica
Nel leggere la sua lettera mi è passato davanti agli occhi come un film perché le cose narrate sono tante e, ovviamente, si tratta di un film del genere Drammatico con la Protagonista molto sofferente e altri personaggi problematici e ambigui.
La cosa più strana di tutti però è che il film sembra ambientato non nel nostro secolo ma ai primi del '900 e lei in realtà è una eroina che poi nel finale del secondo tempo riesce a riscattarsi e trovare la giusta modalità di reazione.
Diciamo che così mi piace pensarlo questo film perché, a mio parere, lei merita di ritornare non solo a stare a bene ma proprio a prendere questo avvenimento come un fatto in grado di farle fare un grande progresso, un salto in un'altra lei...SVEGLIA perché lei finora con quest'uomo ha vissuto come in una nebbia emotiva.
Quello che noto è che nelle relazioni manca spesso il coraggio...il coraggio della Verità questo soprattutto. Il fatto che lei abbia accettato per 7 anni di vivere e condividere tutto con un uomo che, con tanta sicumera, le ha detto bello e tondo che lei non lo attirava sessualmente mi sembra assurdo. Intanto lui per comodità è stato scorretto e l'ha umiliata e asservita e poi lei è stata la vittima perfetta che soffre, accetta, e nasconde le sue insicurezze dietro un rapporto dove manca intimità fisica ed emotiva.
Fortunatamente ora tutto questo è finito e lei a 43 anni (molto giovane dunque) ha scoperto l'inganno, non solo quello che lui ha fatto a lei ma anche quello che lei ha fatto a se stessa nell'accettare una situazione a vicolo cieco....Molto bene!!! Da qui lei deve ripartire.
Avendo chiaro in testa che la Vita, la sua Vera Vita va avanti fuori da questi inganni, lei può trovare il modo di ricominciare davvero.
Il film finisce e non sappiamo cosa farà l'eroina , se cambierà città, lavoro, o se restarà a lavorare lì, sarà una sua scelta, comunque sia di certo avrà capito che la sua persona e la sua femminilità non dovranno mai più essere calpestate da un bel nessuno!!!
Cordialissimi saluti Dott.ssa Silvana ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna .

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7009 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2014

Gentilissima Federica, organizzarsi per affrontare un cambiamento alla sua età è più che fattibile. Progettare delle linee strategiche che consentano di ottenere un maggior vantaggio senza colpi di testa può essere sostenibile con mente lucida, magari con l' aiuto di un consulente formatore. Per quanto riguarda l' apetto più psicologico, credo che una psicoterapia breve, che riguardi un lavoro sull' elaborazione del lutto, sia la via più indicata. Auguri.

Studio Bottin Psicologo a Selvazzano Dentro

29 Risposte

14 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2014

Gentile Federica,
il quadro è veramente penoso, ma ti chiedo, cosa ti ha motivato a continuare per tanto tempo una 'non storia' come questa? Inoltre, come hai potuto investire tanta energia anche dal lato economico? Da qui, non riesco a percepire un minimo di principio di piacere da parte tua, però il massimo dell'opportunismo da parte sua. Credo che un sostegno psicologico ti sia indispensabile per agevolarti a recuperare un tuo giusto percorso esistenziale dati i numerosi elementi diventati comuni a livello economico e che lui,con subdola tirannia pretende di gestire. Anche se da questa sede io sono disposta a darti una mano, ritengo opportuno che tu prenda contatto con un Collega per incontri di persona. Rimango comunque all'ascolto. Auguri.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

644 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2014

Gentile Federica,
la sua situazione è molto difficile; posto che lo psicologo può aiutare ad effettuare le scelte più vantaggiose, esse restano comunque nella responsabilità della persona.
Lo psicologo tuttavia può fare molto: migliorare la comunicazione e perciò i rapporti interpersonali con familiari, amici, partner ecc., sostenere ed aumentare l'autostima, orientare per il lavoro, eliminare eventuali ostacoli intrapsichici alla propria realizzazione ecc.
Se pertanto ritiene che pochi o molti di questi aspetti possano aver influito negativamente sulle sue esperienze di vita, o anche se non ne è completamente sicura dal momento che molte problematiche restano inconsce, le converrebbe cercare uno psicoterapeuta che la sostenga in questo periodo difficile e la aiuti ad uscirne.
Le Terapie Brevi sono meno impegnative in ordine di tempo ed dispendio economico, ma non sono meno efficaci, anzi spesso tutt'altro. Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

723 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2014

Cara Federica,
capisco il suo profondo dolore, non è una situazione facile. Sicuramente, come lei ha intuito, i problemi erano di diversa natura. Certamente un problema del suo compagno era legato al fatto di soffrire di eiaculazione precoce, cosa che può compromettere la normale attività sessuale. Il problema più delicato è quello a cui lei accennava, quello dell'attrazione sessuale. Di questo non può farsi una colpa, lei aveva sottoposto il problema al suo compagno in passato. Dall'atteggiamento del suo compagno, molto probabilmente, si intuisce che non è riuscito ad accettare questa spiegazione ma questo non gli ha impedito di continuare a cercare l'attrazione sessuale altrove.
Per quanto riguarda la situazione economica e il lavoro, capisco che è davanti ad un quadro che crea molta sofferenza. Il consiglio che le posso dare è che se lui non è disposto a parlarne la cosa che le converrebbe fare è sicuramente quella più difficile: cercare di eliminare ogni contatto con la vita passata, compresa l'attività professionale. A 43 anni è difficile fare questo ma un età non troppo tardiva per tentare di rifarsi una vita tranquilla e, con il tempo, riuscire a superare quello che le è successo.
Le faccio il mio in bocca al lupo.
Dott. Paolo Rosamilia

Dott. Paolo Rosamilia Psicologo a Pontedera

8 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24100

domande

Risposte 86750

Risposte