Fidanzato rifiuta mio aiuto..

Inviata da Maria · 9 dic 2015 Terapia di coppia

Salve.. Vi racconto la nostra storia mi rendo conto che ci sará molto da leggere.. Iniziamo dunque da tre anni fa quando iniziò la nostra meravigliosa favola.. Lui fidanzato fin da piccolo con una ragazza e si sa queste storie finiscono per diventare quotidianità, per lui l ex suocera diventa come una mamma e questa ragazza un nulla.. "Almeno per quanto lui racconti a me" E qui che poi conosce me e nonostante io non provavo interesse nei suoi confronti, con i suoi modi di fare mi fece innamorare persa.. Lui sempre presente dolce amorevole insomma il principe azzurro reso realtà.. Tutto questo per un anno e mezzo finché i miei genitori vengono a conoscenza tramite le voci di paese la sua famiglia per quello che realmente è.. La madre una donna che tradisce il marito e anche alcolista.. il marito un uomo che oltre a nascondere l evidenza agli estranei continua a sostenerla x quanto sia difficile, poi non fa altro che concentrarsi nella sua impresa investendo capitali non disponibili x lui quindi un indebitato.. Immaginate che quadretto.. I miei iniziarono allora ad allontanarl,o ignorare il suo saluto e cosa sbagliatissima parlando anche alle sue spalle.. Nel nostro paesino le voci sono girate in un attimo.. Ecco che da qui lui iniziò il suo cambiamento.. Lui che veniva sempre a cena da noi dopo il lavoro, che uscivamo spesso, stavamo insieme mi respingeva era assente stava male per colpa di mio padre perché parlava male di lui.. Allora lui cosa fa? Inizia ad avvicinarsi alla ex suocera ex ragazza.. Io penso per la mancanza di una famiglia poiché io parlando con lui e dandogli comunque moltissime volte la possibilità di rifarsi una vita lui ha sempre detto di amare me, ma x mio padre gli veniva difficile anche venire sotto casa.. Ora abbiamo toccato il fondo, vi racconto.. una sera quando oramai eravamo single io sn uscita con i miei amici al bar.. Tra cui un ex corteggiatore, lui si presentò li con scuse che non stavano ne in cielo e ne in terra e appena usciti fuori al locale e rimasti soli mi prende con la forza stringendomi le mani tanto da rompermi le unghie, dicendomi che l avevo mentito ecc ecc.. Insomma le famose scuse false.. esasperata io lo diedi a calci pugni piangendo ma lui niente continuava a tenermi ferma.. Io oggi penso che quella sera lui collegò quello che faceva la madre con altri uomini al fatto che io potessi farlo con questo ragazzo.. Da premettere che io gli ho dato dimostrazioni di fedeltà al massimo.. Alla fine lui se ne va, mi mandò messaggi con scuse a me e mia sorella alla quale raccontai l episodio.. Io decisi di allontanarlo una volta per sempre.. Dopo giorni pensai di aver trovato una soluzione andare da una psicologa insieme! Perché io lo amo e rivoglio quella persona che ho conosciuto anni fa.. Lui il giorno dopo che fece quella scenata mi risponde che avevo ragione che era fuori di sé.. ora mi dice che non ne ha bisogno.. Perché lui sta bene con me.. Perché io continuo a volergli bene dandogli amore e la fedeltà assoluta.. In conclusioni io penso che si senti umiliato e che le sue paure possano uscire fuori e che siano ingestibili e dolorose.. Ma per me o si parla con qualcuno o a malincuore chiudo con lui e i suoi problemi.. Cosa ne pensate? Vi ringrazio in anticipo per la pazienza..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 DIC 2015

Gentile Maria,
è evidente che l'ambiente e il clima familiare incidono molto nel determinare nei figli la formazione di una struttura di personalità più o meno equilibrata.
È comprensibile che le critiche alla famiglia del suo fidanzato da parte di suo padre, anche se giustificate, lo abbiano innervosito e spinto ad avere scontri anche con lei.
Nemmeno lei però è stata un esempio di coerenza poiché, anche se lui si è scusato, prima voleva allontanarlo per sempre e dopo poco tempo gli ha proposto una psicoterapia insieme, cosa che lui sembra non accettare perché non motivato.
Lei sembra porre ciò come "conditio sine qua non" per tornare insieme ed in questo mi sento di appoggiare la sua richiesta perché anche se appare una forzatura può servire a dare una base più solida al vostro rapporto.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
Medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6918 Risposte

19228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 DIC 2015

Carissima,
sei stata sufficientemente chiara per concedermi di darti una risposta pressoché immediata. Tutto quello che hai raccontato relativamente al rapporto ostile dei tuoi con il ragazzo, ha sicuramente influito negativamente se tu non hai assunto un atteggiamento assertivo dedicandoti esclusivamente al rapporto di coppia e del resto anche lui non sarà esente da qualche conflitto che qui non ci è dato conoscere anche se tu ti prodighi generosamente per farlo. Dovrebbe parlarne lui, il tuo filtraggio non può essere preso in considerazione da qui, perché deve essere ottenuto tramite un colloquio con la persona stessa. Se ti interessa mantenere la relazione , devi recarti da qualche nostro Collega della tua zona perché da sola e senza volerlo, crei solo pasticci. Se sono stata chiara, ti saluto, altrimenti resto a disposizione
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

638 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 DIC 2015

Cara Maria, lei non può far altro che proporgli le sue intenzioni molto sinceramente, così come l' ha scritto qui. Provi a proporgli di andare da una psicologa insieme e che vuole ricostruire un rapporto di coppia, che lo desidera e tutto ciò che le viene dal cuore.
Vedrà poi come reagisce e sulla base di questo saprà come comportarsi.

un caro saluto

dott.ssa Monica Salvadore

Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

369 Risposte

846 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 DIC 2015

Cara Maria,

un vecchio saggio adagio contadino dice così:
"Non siamo la causa, non possiamo controllare, non possiamo curare l'altrui sofferenza".
Ed è davvero così: Lei può decidere per sé, può decidere se investire ancora su questa relazione oppure può decidere di concentrarsi su di sé, ma non può decidere per lui. Può fare delle proposte, ma sarà lui a decidere per sé.

E' difficile accettare, ma è così...

In bocca al lupo!

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa-Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

231 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 DIC 2015

Gentilissima Maria,
il suo fidanzato ha bisogno di un momento tutto suo, uno spazio con un consulente dove lui possa manifestare tranquillamente tutte le sue emozioni.
La sua famiglia d'origine ha sicuramente dei punti offuscati, delle fragilità, ma è pur sempre la sua famiglia, ed è giusto che lui la difenda.
si è rifugiato dalla ex suocera perchè forse in quella famiglia si è sentito completamente accettato e a casa. Anche se lei Maria lo ama moltissimo, spesso le persone possono avere bisogno anche di altro, e di un aiuto di un professionista in questo caso.
Dott.ssa Marchetto Christina

Dott.ssa Christina Marchetto Psicologo a Carbonera

37 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte