Fatica a superare la fine di una storia

Inviata da Sara · 21 apr 2016 Terapia di coppia

Salve, vi scrivo perché sono un po disorientata. Ho 25 anni e sono stata lasciata dopo una storia di soli 5 mesi con un ragazzo con il quale stavo molto bene, tanto che pensavo di aver trovato la 'storia della mia vita'. Purtroppo però le cose non sono andate ed a dicembre mi ha lasciata. Abbiamo continuato a vederci saltuariamente fino a febbraio, poi ho deciso di chiudere perché la situazione mi faceva soffrire. Nel frattempo, ho iniziato un percorso da uno psicologo per avere un appoggio e una guida in un momento di grande dolore. Sono due mesi che vivo il no contact e pian piano la mia vita sta riprendendo colore, tanto che dopo un periodo di forza ho pensato di terminare la terapia per provare a farcela con le mie forze. Lo psicologo non era convinto (mi aveva diagnosticato una lieve depressione solo due settimane prima) ma mi ha lasciato fare, tenendosi a disposizione. Mi sono però resa conto che sto bene solo se non so nulla di lui, ma vivendo in una piccola città e avendo amici in comune capita spesso che venga a sapere le cose o addirittura di incontrarlo. In quei momenti sto molto male, la mancanza e l'affetto che provo per lui riemergono in un mix di amore/odio. Ho paura di non tornare più ad essere la ragazza allegra e positiva di una volta perché ho sempre un fondo di vuoto e malinconia che prendono il sopravvento appena mi fermo un attimo. Mi chiudo in me stessa e cado in un circolo mentale che mi porta a svalutarmi ed a sentirmi nulla. Questo stato però è saltuario, si alternano i giorni di forza a giorni di tristezza. Nonostante la mancanza che mi sta distruggendo, il mio istinto mi spinge ad evitarlo il più possibile, come se volessi fuggire dalla causa di tutto questo dolore. Mi sto chiedendo se è normale stare male per così tanto tempo, il dolore sta superando la durata stessa della storia! Sono una persona sensibile che mette tutta se stessa nei rapporti con gli altri e mi sento ancora ferita, mi chiedo però se tutto questo sia normale. Forse mi conviene tornare in terapia? Chiedo a voi per sapere, per quanto tempo si può stare male per una storia, seppure breve ma molto intensa e bella? Forse ho dei problemi più radicati che mi impediscono di 'andare oltre', oppure sono fasi normali del distacco?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 APR 2016

Gentile Sara,
è evidente che è stato un errore interrompere la psicoterapia dopo solo 2 mesi per cui la cosa più saggia è riprenderla sùbito dal punto interrotto.
Quanto al tempo necessario per elaborare il dolore della perdita, non ci sono tempi prestabiliti in modo rigoroso e i fattori che interferiscono possono essere molti, incluso il fatto se il paziente è in psicoterapia oppure no.
Lei dovrebbe approfittare della terapia non solo per recuperare il normale tono dell'umore ma anche per migliorare il suo livello di autostima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7200 Risposte

20459 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 MAG 2016

Sara
come tu stessa dici sei una persona molto sensibile e molto profonda e il tuo "investimento affettivo" è stato massimo con questo ragazzo.
Ora, la fase di "lutto" per la perdita della relazione, è ancora in via di elaborazione e però, dentro di te, si è creato un nuovo "spazio emotivo" (tu lo avverti come un "vuoto" fastidioso) sarà da colmare con nuove emozioni; ci vorrà tempo.
Il tuo istinto ti dice la cosa giusta, cioè ...sottrarti al dolore rifuggendo dalla presenza di lui; hai imparato ad autoproteggerti!.
Piano piano sia il senso di vuoto sia questa via di fuga dal dolore si attenueranno e ciò significa che starà tornando equilibrio e pace interiore.
Tutte queste sofferenze scoprirai che ti avranno lasciato un "segno" ma non certo soltanto in negativo, avrai anche accumulato forza e tante altre qualità che prima non avevi.
Ricordati sempre che ogni dolore ha i suoi doni con sè.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7131 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 APR 2016

Buongiorno Sara,
le tue domande sono molto interessanti e cariche di significato. Per questo sarebbe molto importante che tu le affronti durante il tuo percorso che hai iniziato.
E' nobile volercela fare con le proprie forze, ma è altrettanto nobile chiedere aiuto e usare le proprie forze seguendo un percorso. Non ci sono tempi precisi per "riprendersi", non avere fretta e guarda sempre di più verso "Sara".
Un saluto .
Dott. Glielmi Fabio
Psicologo - Psicoterapeuta
Roma

Dott. Fabio Glielmi Psicologo a Roma

174 Risposte

262 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 92000

Risposte