Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Fame nervosa-ansia-stress

Inviata da G. il 2 dic 2017 Ansia

Buongiorno,
Sono una studentessa di 24 anni. Ormai sono giunta alla fine del mio percorso di studi, tant’è vero che a marzo prenderó la mia laurea magistrale; questo è per me un periodo molto stressante in cui non riesco a dormire molto, ho un po’ di ansia, sia per la questione tesi e laurea ma anche per tutto ciò che mi aspetterà dopo, ovvero il dover partire da zero, il fatto di non sapere cosa andrò a fare; ho paura di non riuscire a trovare il lavoro che vorrei fare, che però in realtà non è ben chiaro neanche a me. Sono una persona molto insicura, non credo mai abbastanza in me stessa, è tutto questo influisce sul mio stato d’animo. Questa mia “ansia”, dopo le vacanze estive di è accentuata ulteriormente e mi ha portata ad avere degli attacchi di fame incontrollabili, in cui mangio qualsiasi cosa io trovi in casa. Ovviamente dopo essermi mangiata un pacco intero di biscotti mi butto ancora più giù, e la mia soluzione e quella di tornare a mangiare, un circolo vizioso insomma. Ho provato a parlarne col mio medico che mi ha consigliato di prendere 5 gocce di Lexotan al bisogno, quelle in effetti mi aiutano a dormire, ma non a controllare molto gli attacchi di fame, infatti sono arrivata al punto di pensare di indurmi il vomito dopo l’abbuffata, ci ho provato un paio di volte ma senza successo. Ingrassare in inverno mi è sempre successo, ma non quanto quest’anno, non mi piaccio e così cerco di ammazzarmi di palestra per smaltire il più possibile visto che a vomitare non riesco. Vorrei capire se tutto questo è davvero portato dall’ansia e come poterlo risolvere, ho paura di ricadere in un circolo di problemi alimentari. Ringrazio tutti coloro che leggeranno questo mio sfogo e che mi aiuteranno con qualche consiglio da seguire.
G.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara G., come hai gia' evidenziato, le abbuffate sono "solo" la conseguenza, o meglio, una modalita' che hai trovato (non certo in maniera consapevole) per placare l'ansia che avverti. Il cibo svolge cosi' il ruolo di regolatore emotivo:attraverso l'atto dell'abbuffarsi, cerchi di mettere a tacere quel tumulto emotivo che senti, un misto di tante paure che tu stessa hai riconosciuto legate soprattutto al tuo futuro (non credo sia infatti un caso che il sintomo aumenti nel momento in cui ti avvicini sempre piu alla laurea). Finche' non affronterai le cause, ovvero, finche' non prenderai contatto con le tue paure (valuterei a questo proposito l'ipotesi di intraprendere un percorso psicologico), le abbuffate si ripresenteranno sempre piu' violente instaurando un circolo vizioso da cui e' piu' difficile poi uscire. Il consiglio che mi sento di darti e' questo:prendi il coraggio, cosi come hai fatto scrivendo qua, di chiedere aiuto. In due le paure si superano meglio! Un caro saluto, Dott.ssa Sara Silvan

Dott.ssa Sara Silvan Psicologo a Monteriggioni

16 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara G.,
con chiarazza e lucidità lei presenta il suo problema e, giustamente, si preoccupa di non entrare in un circolo vizioso, da cui, in effetti, è piuttosto difficile uscire da soli. Lei se ne rende conto ed è questo il primo passo per essere aiutata. Coraggiosamente deve mettersi alla ricerca di chi la possa aiutare a portare avanti un discorso su se stessa, sulla sua storia, sul punto a cui è arrivata. Si tratta di impegnarsi nel lavoro di "prendere la parola su di sè", sola strada che nei casi come il suo possa permetterle un reale avanzamento, naturalmente avendo trovato la persona con cui questo lavoro le apparirà possibile. Buona ricerca e buon lavoro!

Dott.ssa Silvia Busnelli Psicologo a Meda

8 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79300

Risposte