Faccio fatica a lasciarmi andare, perchè?

Inviata da Sabrina · 27 giu 2017 Terapia di coppia

Sono ormai 10 mesi che affronto una frequentazione abbastanza particolare con un ragazzo che ha dieci anni in più, io 17 lui 27. Premetto che questo ragazzo lo conobbi due anni fa in una palestra e già allora mi chiese di uscire ma io non ero interessata poiché ero focalizzata su quello che poi è diventato il mio ragazzo che ho lasciato circa 4 mesi fa (relazione durata due anni e mezzo). Nell'agosto 2016 questo ragazzo con il quale tutt'ora esco si fa vivo dal nulla su Instagram e iniziamo a parlare in direct sporadicamente , il mio interesse all'inizio per lui era pari a zero poi mano mano si accende una lampadina di curiosità, da agosto fino a dicembre l'ho sentito solamente su Instagram nonostante lui mi chiedeva di vederci io in quel arco di tempo ho sempre rifiutato poiché ero fidanzata e lui lo sapeva (nonostante fossi in crisi già da molto tempo prima col mio ex ragazzo riguardo i miei sentimenti). Dunque nonostante fossi fidanzata ciò che mi ha incuriosito è stato il fatto che lui mi è stato dietro con tanta determinazione poiché, almeno da come diceva, era spinto ed incuriosito dal modo in cui parlavamo su Instagram dal modo in cui ci immergevamo nei discorsi, non parlavamo tutti i giorni ma quando lo facevamo erano conversazioni intense, lui per un bel po' di mesi non mi ha mai chiesto il numero. Inoltre per sette mesi mi ha sempre cercato solo lui. il 31 dicembre mi convinsi a vedermi con lui, nonostante fossi fidanzata, con la scusa di scambiare due chiacchiere il tempo di un saluto ci vediamo e trascorriamo circa un'ora assieme e prima di andarmene mi chiede di rivederci, così in seguito ci siamo visti altre quattro volte in quattro mesi dato che lui pratica un lavoro che lo obbliga a viaggiare (non ci siamo baciati perché io non volevo,lui ci ha provato), nel frattempo però le conversazioni erano diventate più assidue. A marzo io lascio quello che era il mio ragazzo perché ormai da tempo avevo assodato che non lo amavo più e credetemi non c'era altro motivo, succede che dopo essermi lasciata continuo a vedermi con il ragazzo di 10 anni più grande mi dà il numero è succede che ci  faccio "l amore", la mia prima volta è stata insomma con questo ragazzo il 29 maggio, non l'ho mai fatto con il mio ex ragazzo in due anni e molte volte mi domando com'è possibile che non è capitato col mio ex mq con lui? Insomma io e lui continuiamo ad uscire quando stiamo insieme stiamo bene andiamo a cena guardiamo film prendiamo qualcosa al bar o rimaniamo da lui, l'ultima volta ci siamo visti ieri ed è successo che siamo andati fino e Sorrento per farci un bagno alle otto di sera si amo rimasti lì e l'abbiamo fatto, adesso il vero motivo per cui scrivo e che sono ormai 10 mesi che sento questo ragazzo e 4 mesi che ci frequentiamo più seriamente dato che mi sono lasciata, in totale ci siamo visti una 15ina di volte che dall'esterno possono sembrare poche ma in realtà per me non lo sono,le conversazioni sono diventate più assidue però meno intense e certe volte mi sembrano forzate quando siamo assieme stiamo bene ma vengono volte in cui usciamo dove si crea un'atmosfera strana, oppure io mi blocco nel parlare e si creano silenzi, i quali mi turbano tanto poiché per me il dialogo è molto importante tutta questa situazione che sto vivendo e alla quale non so dare definizione mi turba perché noi ci sentiamo usciamo facciamo sesso però non stiamo assieme, almeno io per come ci comportiamo la vedo ancora una frequentazione, sesso a parte... Però la mia domanda è perché non si evolve tutto ciò? Per quanto ancora possiamo andare avanti così? Lui mi ha esposto questo argomento due ù volte in maniera un po' implicita abbiamo parlato la prima volta del fatto che ci troviamo sulla stessa barca ma non remiamo o forse io non remo, (ho paura di espormi forse,non lo so) mi ha detto che esce con me perché crede che io abbia Delle qualità nascoste che ancora devo mostrare, insomma quando sono con lui non riesco ad essere completamente sciolta e rilassata ed è vero, ciò mi disturba tanto e non so se è un problema solo mio, come devo fare? A me lui piace non sono ancora innamorata però mi piace e ho paura di rovinare tutto..non vedevo l'ora di vederlo però le cose non sono andate come volevo ieri,il contesto era bellissimo ma io non ero a mio agio nel parlare e come se io aspettassi sempre che lui mi chieda di stare al telefono di uscire eccetera ( lui questo lo ha notato tanto che mi ha detto perché aspetti sempre me) nonostante ne abbia voglia non so perché lo faccio e come se avessi un blocco e sono quasi certa che la situazione non si evolve perché io non riesco ad essere completamente me stessa pertanto non riesco a stare completamente bene..come faccio? Scusate lo sfogo, sono angosciata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 GIU 2017

Gentile Sabrina,
forse la tua difficoltá è legata al fatto che, dopo i primi entusiasmi iniziali e le prime conversazioni sui social, trovarsi accanto a un ragazzo anche nella realtá ha reso la situazione difficile e a volte per te tesa, imbarazzata e non sciolta.
Prova gradualmente a dialogare con lui anche di persona come facevate tempo fa sul web. Per iniziare ad aprirti con lui anche di persona potresti utilizzare un piccolo espediente: messaggiarvi tramite i social quando siete assieme e man mano che messaggiate commentate anche a voce i temi di cui state discutendo.
La relazione nella realtá non è diversa da quella sui social per cui se riuscivi a dialogare con lui in un contesto virtuale, significa che hai le capacitá per riuscirci anche di persona.
Una seconda ipotesi che si potrebbe fare riguardo alla tua difficoltá a lasciarti andare e dialogare con lui potrebbe essere legata al fatto che all'inizio eri presa dalla novitá, mentre adesso che vi conoscete meglio gli entusiasmi iniziali si sono un po' spenti. Se questo è il caso, sappi che questa è una fase che si verifica spesso nelle relazioni di coppia, ma di per sé non è problematica e non significa che una persona piaccia di meno.
Se te la senti potresti scrivere le tue difficoltá e mandare ció che hai scritto al tuo ragazzo: lui probabilmente saprá come rassicurarti.
Se non riesci a uscire da sola da questa situazione, ti consiglio di parlarne con uno/a psicologo/a della zua zona.
Vi auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GIU 2017

Buongiorno Sabrina.
Gli eventi che descrive sono tanti: dalla storia col suo ex, alla nuova conoscenze e la sua prima volta, fino alle difficoltà nel far evolvere il rapporto attuale. Provi a fermarsi un momento e pensare a quali sono le sue sensazioni in questo momento. Sarebbe importante soffermarsi sul meccanismo che la fa bloccare quando vuole mettere in atto un comportamento con questo ragazzo, a quali convinzioni ci siano di base e quali paure per le conseguenze. E' come se lei volesse imporsi di innamorarsi e al tempo stesso temesse di non doverci riuscire. Per mettere in ordine tutto quello che ha rovesciato sul "tavolo da lavoro" le consiglio di farsi guidare da uno psicologo, che la sosterrà e seguirà nel fare ordine e chiarezza nelle sue sensazioni e ad accettarle come punto di partenza per mettere in atto dei comportamenti.
Per approfondimenti non esiti a contattarmi.
Buona giornata
Dott.ssa Ilaria Albano

Dott.ssa Ilaria Albano Psicologa Psicologo a Milano

269 Risposte

321 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GIU 2017

Cara Sabrina,
sei molto giovane e questa potrebbe essere considerata la tua prima relazione importante con un uomo che è molto più grande di te e con più esperienza. Il fatto che tu non ti senta a tuo agio e che non sei al 100% spontanea può dipendere da tanti fattori: il divario d'età, l'inesperienza, le aspettative e tanto altro. Sicuramente un altro fattore dipende dalla poca conoscenza l'uno dell'altro; come dici tu, alla fine sono poche le volte (circa 15) che vi siete visti e frequentati quindi ancora dovete conoscervi meglio e comprendere quali sono le esigenze e i modi di fare e di essere dell'altro. Aspetta ancora un pò di tempo e cerca di conoscere meglio il tuo partner, vedrai che queste sensazioni spariranno.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

414 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86850

Risposte