Faccio fatica a farmi rispettare

Inviata da Lucy. 11 gen 2018 · 5 Risposte · Autostima

Sono molto timida, e questo mi porta difficoltà nel farmi rispettare. In passato sembravo più insicura di adesso, e mi beccavo insulti a non finire perché facevo sempre la carina, non dicendo mai cose che potessero ferire. In più, sono sempre stara egocentrica, vanitosa e ambiziosa, lasciando nello stupore molte mie ex "amiche" colleghe e conoscenti. Per tutti timida= remissiva; umile; basso titolo di studio; zero ambizione; zero abilità e frigida a letto...io invece sono molto passionale, vanitosa, egocentrica, vanitosa e tosta e in gamba...mi sono spesso scontrata perché vorrei non nascondermi e non essere giudicata perché ho un carattere sensibile e dolce. Anche perché presumo di essre diventata vanitosa ed egocentrica proprio per la mancabza di comprensione del mio stato emotivo, come se non mi fosse concesso essere timida e dolce e sensibile...in quanto tempo una terapia potrebbe risolvere queste difficoltà, fino a farmi imparare a farmi rispettare ? Di mio faccio già quello che voglio, nel senso che realizzo ogni mia ambizione, e non mi faccio mancare niente...però vorrei risolvere le problematiche interpersonali.

Argomenti simili

5 Risposte

  • Miglior risposta

    Cara Lucy, pur non conoscendo in modo approfondito la situazione sono convinta che sarebbe utile un training di assertività che le permetterebbe di esprimere sé stessa, le sue emozioni, esigenze ed opinioni senza timori e sensi di colpa. Questo aumenterebbe la sua autostima e migliorerebbe le relazioni interpersonali.
    Resto a disposizione.
    Cordiali saluti,
    Dr.ssa Isabella Brega

    Pubblicato il 12 Gennaio 2018

    Logo Dott.ssa Isabella Brega

    30 Risposte

    100 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 12400 Psicologi a tua disposizione
    • 13450 Domande inviate
    • 62300 Risposte date
    • È possibile risolvere questo problema in modo abbastanza veloce e sopratutto efficace attraverso una terapia breve strategica mirata
      Dott. Carlo Paradisi

      Pubblicato il 12 Gennaio 2018

      Logo Dott.Carlo Paradisi Miconi

      24 Risposte

      1 Valutazione positiva

    • Gentile Lucy, lei descrive se stessa con caratteristiche tra loro contraddittorie che difficilmente potrebbero coesistere in una persona e che probabilmente sono alla base delle sue difficoltà a interagire con gli altri. Non è possibile determinare a priori la durata di un trattamento psicoterapeutico in quanto dipende da numerosi fattori, le consiglio di iniziare una consulenza per poi valutare il seguito, cordiali saluti, dott.ssa Caccavale Carmela, Psicologa, Psicotrapeuta Afragola (NA)

      Pubblicato il 12 Gennaio 2018

      Logo Dott.ssa Caccavale Carmela

      80 Risposte

      140 Valutazioni positive

    • Buon giorno gentile Lucy,
      Quanti colori si intravedono nella sua personalità, quante sfaccettature!
      Quella complessità dalla quale traspare una ricchezza di risorse alle quali poter attingere.
      Certo in questa fase di disagio in ambito relazionale potrebbe avere molto senso cercare un supporto psicologico, che possa aiutarla a potenziare la sua assertività, a dare minor peso al giudizio altrui ed a trasformare la sua timidezza in una potenzialità.
      In bocca al lupo,
      cordiali saluti.
      Dott.ssa Patrizia Borrelli

      Pubblicato il 12 Gennaio 2018

      Logo Dott.ssa Patrizia Borrelli

      65 Risposte

      169 Valutazioni positive

    • Gentile Lucy,
      dal suo racconto emerge una personalità molto ricca di risorse. La timidezza può essere migliorata facendo emergere il proprio se autentico.
      Lei ha la possibilità di effettuare percorsi psicologici brevi scegliendo tra i diversi approcci teorici.
      E’ difficile stabilire un tempo definito, tuttavia e’ possibile lavorare per moduli tematici e definire alcuni colloqui. Ad esempio il counseling e’ un approccio teorico che si presta ad interventi brevi.
      Resto a disposizione
      Dott.ssa Donatella Costa

      Pubblicato il 11 Gennaio 2018

      Logo Dott.ssa Donatella Costa

      1234 Risposte

      1094 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande