Ex che continua a tartassarmi e la mia famiglia lo asseconda

Inviata da Alis_94 · 20 ott 2022 Dipendenza affettiva

Salve a tutti, vi scrivo perché ho bisogno di sfogarmi perché nessuno intorno a me capisce la mia situazione purtroppo.
Sono stata insieme al mio ex per 10 anni. Abbiamo avuto una storia tortuosa già dall'inizio fin da piccoli che avevamo 16 anni l'uno, privandoci di avere amicizie e tutto. Abbiamo avuto una storia a distanza e per i primi anni andava anche bene, ma poi sono inziati a sorgere i primi problemi che per la carità abbiamo sempre superato e tutto, poi c'è stato un periodo in cui mi alzava le mani e io li stavo zitta e non dicevo nulla a nessuno, perché non volevo metterlo in cattiva luce agli altri. Ho sempre mandato giù rospi sperando che cambiasse e così poi è successo non lo ha più fatto dopo il 2018.
Siamo stati anche fuori Italia a vivere a trovare lavoro perché in Italia non riuscivamo a sistemarci ma è finita male, perché lui si era fatto un debito dove lavorava molto grande, lui ha il vizio del gioco d'azzardo e io ho dovuto coprirlo e prendi alcune colpe pur di farlo uscire pulito così siamo tornati in Italia e da lì altri sbagli, venni a scoprire delle chat erotiche con delle ragazze, li per li feci casino quasi convinta a lasciarlo perché non ne potevo più, ma poi non riuscivo a farlo mandavo giù il rospo e andavo avanti perché pensavo che non si dovevano buttare così tanti anni di relazione.
Nel 2020 decidiamo di andare a vivere insieme nel suo paese garantendomi un lavoro sia per me che per lui e che all'inizio c'era, li venni a sapere di nuovo che aveva avuto un flert con una ragazza e anche lì lasciai perdere, poi venni a sapere che giocava ancora e non riuscivo a fargli capire che doveva smettere, così ogni cosa che lui guadagnava li spendeva e il minimo lo teneva per la casa e per la spesa addossandomi a me molte spese
Finisce l'estate e io e lui rimaniamo senza lavoro. Poi io trovai un lavoretto di 400€ al mese come badante e andavamo avanti con quello e per l'affitto lui si faceva aiutare da suo padre e io dalla mia famiglia anche se non la vedevo una cosa giusta. Tralasciando il fatto che i suoi genitori ogni cosa che ci davano rivolevano indietro con gli interessi.
Alla fine ci riduciamo a vivere con il Rdc e io non ne potevo più di tutta sta situazione, stavamo sempre rinchiusi in casa, non ci calcolavamo mai lui passava ore alla play e io a soffrire perché non potevo permettermi neanche un paio di mutandine. Iniziai a pensare che non potevo più fare questa vita e che i miei sentimenti per lui stavano cambiando e che avevo subito davvero troppo.
Così iniziai ad avere problemi di depressione, attacchi di panico abbastanza pesanti, tanto che non riuscivo più a vivere..
Nell'aprile 2022 conosco un ragazzo in un chat di streaming dove nasce una bella amicizia, con lui mi ci confido, mi ci sento giornalmente e va avanti così per 2 mesi. Lui venne a sapere che mi sentivo con qualcuno e mi incolpò che lo stavo tradendo cosa che così non era, lui si allontanò ancora di più e non solo mise di mezzo la mia famiglia dicendogli tutto quello che stavo facendo.
Intanto io con questo ragazzo continuavo a sentirmi, nell'Agosto scende la mia famiglia per 2 settimane ospiti a casa nostra, lui con loro nonostante non si e mai degnato di avere più un rapporto con loro negli ultimi anni fece l'agnellino facendomi passare per cattiva e tutto nonostante però mia mamma vide la situazione come era che io stavo davvero male, non appena loro se ne vanno io inizio a pensare che lo voglio lasciare e andarmene perche i miei sentimenti erano confusi e avevo bisogno di stare sola.
Così dopo l'ennesima discussione e umiliazione data da insulti da parte sue feci le valigie e andai da mio padre
Lui inzialmente era arrabbiato con me non mi voleva sentire e tutto e io stavo malissimo. Perché non solo avevo lasciato lui ma avevo lasciato il mio coniglietto che prendemmo insieme 2 anni fa.
La mia famiglia ovviamente era contro di me perché pensavano lo avessi lasciato per un altro ma così non era.
Con quel ragazzo mi ci sentivo ancora e lui mi appoggiava in tutto e per tutto e stava nascendo qualcosa perché mi ero accorta che stavo provando dei sentimenti per questa persona. Comunque in tutto ciò passa 1 mese e lui poi inizia a soffrire a starci male, dicendo che sarebbe cambiato, che era disposto a tutto per me, che voleva lavorare e sistemarsi e avere una famiglia ( cosa che io gli chiesi sempre e lui ogni volta si rifiutava dicendomi che se mai fossi rimasta incinta lui mi avrebbe fatta abortire).
E io ovviamente non amandolo più gli dissi che non ne volevo più sapere..
Torno su da mia mamma, e vengo a sapere che lei si sente con il mio ex molto frequentemente sparlando anche di me e dicendo che lei ci sta male perché lo lasciato.
Io gli dissi a mia mamma che non era giusto, lui iniziò ad essere insistente con me facendomi chiamate e pressione, se io lo bloccavo scriveva alle mie sorelle o a mia mamma e così ogni volta lui si faceva sentire implorandomi di tornare e di stare insieme, di perdonarlo ecc ecc
Nel frattempo io inizio a pensare un po' a me stessa, e con questo ragazzo con cui parlai per mesi decisi di vedermi allora ci siamo visti e dopo quel giorno passato con questo ho capito di provare un sentimento forte per lui e che mi dà le sicurezze e certezze di cui ho bisogno.
Cerco di dirglielo al mio ex cercando di essere il più delicata e onesta possibile, ma non risolvo nulla perché alleno lo faccio lo va a riferire alla mia famiglia, così mi ha tolto l'opportunità nel dirlo quando mi sarei sentita pronta e sicura. E li lui mi chiamo come sempre pregandomi di ripensarci ecc ecc. Voleva anche venire e io gli ho chiesto il favore di non farlo e se proprio voleva venire per salutarmi e dirci addio da persone maturi e civili di lasciare fuori la mia famiglia e non venire a casa. Ma di prendersi una pensione e poi ovviamente salutare la mia famiglia per poi andarsene, lui mi fa che non mi avrebbe promesso nulla ma non gli diedi tanto peso.
Ieri dopo pranzo bussano alla porta di casa e me lo ritrovo lì davanti, io mi sento quasi male e inizio a dire cattiverie e urlargli contro tutto il pomeriggio, litigai anche con la mia famiglia perché mi dicevano che ero esagerata, che non è giusto fare così che si era fatto il viaggio per vedermi e dovevo apprezzare la situazione, mia mamma addirittura mi ha detto che me ne dovevo andare via di casa perché avevo un comportamento irrispettoso sia nei confronti di lui ma anche nei suoi, così mia mamma come se nulla fosse successo esce con lui e si va a prendere un caffè andando a prendere mia sorella a scuola.
Io nel mentre a casa a asoffrire e a non essere capita che tutto ciò era sbagliato.
Quello che gli chiesi era di non invadere il mio spazio familiare appunto perche io stavo andando avanti, la mia famiglia essendo affezionata a lui era plausibile che lo avrebbero cacciato fuori e tanto meno accolto male.
Lui disse che e intenzionato a rimanere fino a domenica e io mi devo subire lui qui a fare finta di nulla che prova a baciarmi, a starmi accanto quando io ormai ho dei sentimenti per qualcun'altro.
Mi hanno convita che tutto questo e sbagliato soprattutto aver deciso di avere un frequentazjone con un altra persona perché non ho avuto ne rispetto per me stessa e nel lui e la relazione durata 10 anni.
Io ora sono confusa e sto male ho paura di ricadere in depressione perché la mia famiglia e arrabbiata con me, mia mamma sta dalla sua parte e se lo porta in giro non considerandomi proprio e nonostante sa e ha visto con i suoi occhi quello che ho passato con lui, perché questo è solo un minimo che ho voluto dire non so come comportarmi adesso avrei bisogno di qualche consiglio esterno perfavore prima che impazzisco grazie mille

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36500

domande

Risposte 124700

Risposte