Essere offesa per il mio fisico

Inviata da Vanessa · 5 lug 2018

Salve a tutti, vi vorrei parlare di un problema che mi tocca particolarmente.. si tratta del mio fisico. Purtroppo non posso permettermi di andare da uno psicologo quindi vorrei chiedere un parere a voi.
Ho 18 anni , sono stata da sempre un po piena , mi hanno sempre criticata per il mio aspetto fisico sopratutto mia madre. Così anni fa decisi di cominciare a fare una dieta molto drastica , ma ero talmente fissata da non essere nemmeno un peso non mangiare più. Avevo tolto tutto mangiavo poco e mi allenavo a casa così nell'arco di 1 mese e mezzo ho perso 12 kg e sono diventata magrissima.. partivo da 60 kg per 1,50 di altezza per poi essere 48kg e tutti mi dicevano i miei parenti di essere brutta troppo magra ecc. Successivamente li ho ripresi fino a diventare negli ultimi anni 75kg obesità di 1 grado , poi mia madre ha deciso di portarmi da una nutrizionista ed io ero felice così nei primi 3 mesi sono riuscita a perdere 10 kg, per poi riprenderli insomma ho fatto sempre così prima di perdevo poi riprendevo. Così l anno scorso ho deciso di ricominciare sempre seguita, e in 6 mesi ho perso 17 kg ed essere normopeso.. sono una persona a cui piace mangiare sopratutto pizza panino gelato con gli amici e facendo ciò mi sento di stare bene. Oggi giorno a distanza di un anno sono ritornata come prima 75kg. Non riesco a capire come mai , ho voglia di essere più magra ma poi con i fatti non è falice , nonostante i tanti tentativi fatti. Ma un "tasto dolente" come dicevo appunto prima è mia madre.. che mi offende continuamente senza preoccuparsi dei miei sentimenti , ogni giorno mi dice qualcosa che sono enorme , non sono normale , se continui così poi diventerai obesa , i vestiti non ti entrano , non ti mettere i pantaloncini con quelle cosce che hai ecc tante cose insomma che mi toccano e ogni volta mi viene da piangere. Ma il punto è che non è solo mia madre, sono tutti anche le persone estranee. E io mi arrabbio sono una persona che non ha mai offeso nessuno perché non è giusto farlo forse perché so cosa si prova, e intanto gli altri lo fanno con me tranquillamente. Mi sento triste , che poi non capisco sono sicuramente grossa ma non così eccessivamente. Dobbiamo essere per forza tutti magri e perfetti!? Cosa gli cambia agli altri se sono in un modo piuttosto che un altro. Io non so cosa pretende mia madre lei non è di certo così magra, le mie due sorelle sono magrissime e forse secondo lei dovrei essere anche io così.. le mie sorelle possono mangiare tutto e io non lo faccio perché se mi vede mia madre comincia a stressarmi , l altro giorno volevo mangiare un gelato e me lo ha tolto dalle mani mentre mia sorella lo mangiava. Ma è tutto una ruota continua, anche se dimagrisco non sono libera perché poi mi dice che posso ritornare come prima. Io non ce la faccio più,  Anche il mio fidanzato non me lo ha detto chiaro , lui dice che mi ama lo stesso ma allo stesso tempo mi dice non mangiare più pizze e panini , te lo dico per il tuo bene.. Anche mia madre dice la stessa cosa che me lo dicono per il mio bene. Io voglio precisare una cosa, io mi arrabbio quando il mio ragazzo mi dice così perché lo so sono consapevole che devo dimagrire e tutto , ma è una cosa mia se in questo momento sento di non avere testa è inutile stressarmi. Le volte in cui sono riuscita a perdere peso è stato perché mi sentivo motivata ed è partito tutto dalla mia testa. Tante volte glielo detto che non mi devono dire più nulla, sono problemi miei ma tanto non serve a niente, io non sono andata mai d'accordo con i miei genitori non sono mai stati affettuosi e questo mi dispiace. Mi scuso per essermi dilungata troppo con le parole.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 LUG 2018

Gentile Vanessa,
sono d'accordo con te sul fatto che non è facile mantenere il peso corporeo nel range di normalità, specie quando il cibo rappresenta, se non l'unico, un importante fattore di gratificazione per giunta a portata di mano.
In particolare, il rapporto conflittuale con tua madre, le sue critiche e la svalutazione nei tuoi confronti nonchè l'anaffettività da te percepita proveniente dai tuoi genitori contribuiscono a farti scaricare sul cibo la tua frustrazione.
Tuttavia, neanche l'atteggiamento del tuo ragazzo che ti vuole bene e ti accetta per come sei con i tuoi pregi e difetti riesce ad influire positivamente sul tuo rapporto col cibo, sicchè oltre ai fattori esterni interpersonali è possibile ipotizzare l'interferenza anche di tuoi fattori interni intrapsichici quali un insufficiente livello di autostima e/o una tua instabilità emotiva e decisionale.
Ora la domanda è come pensi di migliorare questi fattori intrapsichici con le tue sole forze e capacità.
Allora una possibilità è un percorso di psicoterapia che puoi effettuare presso l'ASL in caso di difficoltà economiche che ti impediscano di rivolgerti ad un terapeuta privato.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7205 Risposte

20470 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 LUG 2018

Cara Vanessa, mi dispiace per ciò che stai vivendo....non sentirsi accettata dalle persone che ti stanno vicino non è facile, tanto più se anche tu sembri non accettarti ma fai fatica a cambiare. Credo che sia molto utile per te fare un lavoro psicologico, non solo sulle difficoltà alimentari, ma anche sull'autostima e le "ferite" relazionali che vivi ogni giorno, e che potrebbero influire sul tuo rapporto con il cibo... Ci sono diversi centri validi anche sul pubblico, basta solo impegnarsi a cercarli. Impara a prenderti cura di te stessa, te lo devi.
Auguri per la tua vita, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

277 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26500

domande

Risposte 92200

Risposte