Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Essere felicemente fidanzati e ripensare continuamente all'ex: come smettere?

Inviata da Nana · 21 mag 2017 Terapia di coppia

Salve a tutti, scrivo per spiegare un problema fastidioso a cui vorrei trovare una soluzione.
Due righe su di me: sono una ragazza di 26 anni e mi sono laureata da poco: ho studiato fuori e sono tornata a casa al termine degli studi. Circa sei mesi fa ho dovuto interrompere una relazione di tre anni con una ragazza (mia coetanea) perché non stava più funzionando. (Premessa: entrambe non eravamo uscite allo scoperto con le rispettive famiglie, se non negli ultimi mesi della relazione. Mia madre e suo padre sapevano di noi, mentre lo avevamo detto ufficialmente a pochissimi amici. Io ero out con tutti gli amici della città in cui studiavo). O ogni weekend tornavo per vederci. Lei, che vive nella mia città d’origine (nonostante la città dove studiavo fosse relativamente vicina) non veniva praticamente mai a trovarmi, adducendo di volta in volta problemi economici, problemi con lo studio (laurea che per cause varie veniva rimandata di sessione in sessione), rogne a casa di vario genere, talvolta paccandomi anche all’ultimo. Ho tentato di aiutarla trovare una soluzione per rendersi emotivamente ed economicamente indipendente: le ho proposto di cercarsi un lavoretto, di imporsi con i suoi, di cercare come possibile di essere serena standole vicino. Vedendo che ogni mio tentativo cadeva nel vuoto e ogni mio consiglio rimaneva inascoltato, le ho addirittura proposto una terapia di coppia, anche questa respinta. Si chiudeva sempre più in se stessa, rifugiandosi nelle amicizie virtuali.
Consapevole di essere ancora profondamente innamorata, e dopo essermi resa conto che ogni mio tentativo di farle capire l’importanza di combattere per sé stessi e per la propria autostima era inutile, ho deciso di lasciarla: stavo perdendo la mia serenità e la mia dignità per una persona che seppur riconoscendo di avere dei problemi, non voleva assolutamente cambiare. Ho riconosciuto gli errori fatti, il fatto che per certi versi l’ho idealizzata e non l’ho vista per ciò che realmente era. Non nascondo che è stato estremamente doloroso. Ho avuto la fortuna di avere amici che in questo frangente mi hanno dato il loro supporto.
Dopo la laurea sono tornata a casa.
Circa un mese prima di lasciarla ho conosciuto una ragazza che mi ha aiutato a trovare il coraggio di troncare questa relazione che era ormai tossica e sterile. Mi ha supportato in questa decisione, consigliandomi e standomi vicina. Ho avuto modo di conoscerla e mi sono innamorata di lei. Siamo felicemente fidanzate da un paio di mesi, lei è out con la sua famiglia e quasi tutti gli amici; piano piano grazie anche a lei sto trovando il coraggio di venire allo scoperto con gli amici della mia città e i miei genitori. Nonostante lei viva in un’altra città, riesce ad essere molto presente e quando possiamo (tempo e disponibilità economiche permettendo), cerchiamo di vederci (lei ancora studia. E’ molto matura per l’età che ha, il rapporto che abbiamo è bello, sincero, forte e autentico, e mi meraviglio ogni giorno di aver avuto la fortuna di incontrarla. Per avere solo 21 anni ha una gran forza ed è estremamente positiva, e riesce a trasmettermi cose buone. Possiamo confrontarci su tutti gli argomenti, anche quelli più spinosi, è onesta e leale. Vedo i suoi pregi e i suoi difetti con chiarezza, la sua presenza accanto mi fa bene e sto cercando di trovare il modo di avvicinarmi a lei con il lavoro.
Tutto bene, sembrerebbe, no? Il problema per cui vi scrivo è questo: ancora penso alla mia ex. La rivedo spesso a causa di amici in comune. Sento che parte del sentimento che ho provato ancora rimane. So che adesso ha iniziato a fare le cose che le avevo suggerito di fare quando stavamo insieme: un lavoretto, amici, interessi. Quando la storia è finita, io le ho comunicato le mie motivazioni, e lei si è arresa senza lottare. Mi ha lasciato andare e non vuole niente di più che un rapporto civile dovendo frequentare lo stesso gruppo di amici. Quando la vedo è quasi come se la storia non fosse finita. Percepisco questi sentimenti come fastidiosi e intrusivi, non riesco a fermarli.
Provare questi sentimenti mi fa sentire in colpa verso l’attuale ragazza, che purtroppo sconta le conseguenze di una cosa in cui non c’entrava nulla.
Avete dei suggerimenti su come fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Nana, sarebbe molto utile ed interessante conoscerla un pò, per offrirle domande, anzichè risposte utili a comprendere le dinamiche di questa vicenda. Mi balenano due idee: le piace prendersi cura degli altri e che questi si risollevino grazie a lei ? Le piace portare a termine le cose, e quando per vari motivi non ci riesce si incaponisce?Quanta pressione mette agli altri, perchè facciano ciò che lei ritiene importante ed utile? Se ha voglia di dare agli altri la propria visione della vita, perchè ne è orgogliosa, lo faccia come lavoro e anche lì lasci agli altri il proprio tempo senza prenderlo sul personale. Nella sua vita privata provi a cercare qualcuno che la emozioni, che lei desideri fisicamente in maniera importante e che non abbia paura della sua forza. Spero che il suo bisogno di farcela e di migliorare costantemente non diventi, nel tempo, una fonte di pressione troppo grande.Le consiglio qualche colloquio con un terapeuta ad Approccio Breve Strategico.

Cari Saluti
Dr.ssa Simona Coscarella
Psicologa Psicoterapeuta Cosenza

Dr.ssa Simona Coscarella - Studio di Psicoterapie Brevi Strategiche Psicologo a Cosenza

130 Risposte

110 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16100

psicologi

domande 20800

domande

Risposte 80500

Risposte