Esiste l'Amore e quanto vale?

Inviata da Linda · 23 gen 2019 Terapia di coppia

Salve a tutti.

sto attraversando un periodo complicato in cui mi sto facendo mille domande e, per la prima volta nella mia vita, a 37 anni, mi sto seriamente domandando se l'Amore tra uomo e donna esista e, se esiste, se sia davvero è una forza tale da smuovere le montagne e quanto sia giusto assecondarlo...

Sono sposata e ho 2 figlie, il mio matrimonio è finito ma siamo ancora sotto lo stesso tetto in cerca di una soluzione che non distrugga la nostra famiglia (le bimbe in particolare che hanno 4 e 7 anni). H

Ho avuto per un anno e mezzo una relazione molto profonda con un uomo anche lui sposato e con 2 figli.

Io sono convinta che lui mi ami, lo sento, me lo ha dimostrato tante volte, la crisi che ha portato alla chiusura del nostro rapporto deriva dal crescere del suo sentimento nei miei confronti che non riusciva più a dominare. Lui mi ha sempre detto che non avrebbe lasciato la moglie, per i figli e perchè aveva preso un impegno, cosa che prende molto seriamente.
Si era ritrovato a svegliarsi ogni mattina desiderando di avermi al mio fianco e la tortura di non poter essere un vero compagno per me lo dilaniava.
La sua crisi interiore è partita da un mio ricovero in ospedale, diciamo che me la sono vista abbastanza brutta, e lui non è potuto starmi vicino e ha vissuto malissimo questa situazione. Si è definito il Signor Nessuno e non ha più superato questi pensieri. Sostiene, ed ha ragione, che entrambi ci meritiamo di più e non vede nessun miglioramento nel nostro rapporto per il futuro e crede che continuare così sia una tortura che ci porterà all'autodistruzione o che potrebbe portarlo, intuisco io, a non riuscire più a rimanere in famiglia, cosa che lui non riesce a concepire.
Aggiungendo che siamo a 2 h e mezza di macchina... un futuro per noi è anche solo lontanamente difficile da immaginare.

Leggo di tante testimonianze, in cui si dà del codardo a chi non riesce a separarsi dalla moglie dietro agli alibi dei figli o altro ma io capisco bene invece il dramma di chi ama qualcuno ma non può coronare il suo amore. Io non credo che siano scuse...

Dal canto mio cosa potrei mai chiedergli o cosa posso sperare per lui? Di sfasciare la sua famiglia? Non sarà del mulino bianco ma non si tirano dietro i patti... avevano un loro equilibrio, almeno prima che arrivassi io. Di causare dolore ai propri figli per i quali è un eroe? Di affrontare anche tutta una serie di questioni economiche complicate? Di deludere tutte le persone che lo amano e che pensano che lui sia un pilastro di moralità e sacrificio? E per cosa? Per Amore? Per essere davvero se stesso?

Non posso e non glielo chiederò MAI e nemmeno so se sia giusto augurarglielo.

Insomma.. la domanda è, quanto conta l'Amore? Quello vero? Si deve sacrificare tutto al suo altare oppure dopo una certa età, una volta prese delle decisioni e fatte delle promesse, avendo la responsabilità anche di altre persone, è bene rassegnarsi e dedicarsi ad altro?

E, se esiste l'Amore vero, davvero il tempo e la lontananza possono spegnerlo oppure arderà per sempre, in un angolo di noi, rendendo la sua mancanza almeno accettabile?

Lui vorrebbe che rimanessimo in contatto, ma se vuole davvero avere una chance con la sua famiglia, io credo che questo non sia possibile, e penso che se davvero tengo a lui devo farmi da parte e rendergli tutto meno difficile... così ho fatto ma sento che una parte del mio cuore spera in un suo ritorno e mi sento sbagliata ma saperlo lontano e innamorato, entrambi legati l'uno all'altra... è davvero un sacrificio grande e spero sia giusto.

Non so se si riescono a capire le mie riflessioni... sono tante e confuse. Al momento non riesco a scrivere meglio.

Cosa devo fare e in cosa devo sperare per il futuro?

Grazie a chiunque vorrà dare un suo contributo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 GEN 2019

Gentile Linda,
purtroppo a volte è necessario fare delle scelte anche se dolorose perchè non sempre si può "salvare capra e cavoli".
Intendo dire che se si vuole salvaguardare l'unità della famiglia e rispettare un impegno preso considerando queste cose come priorità, occorrerebbe fare di tutto per tentare di risanare la relazione coniugale invece di scegliere la soluzione più semplice e sbrigativa della relazione extraconiugale clandestina, situazione in cui suppongo si è ritrovata sia lei che l'uomo di cui parla e che rappresenta il motivo per cui lei da un lato lo giustifica e dall'altro ne rimane amareggiata.
Per rispondere poi alla sua domanda, non credo che "l'amore vero" sia quello che si trova preconfezionato per tappare qualche falla bensì quello che si costruisce nel tempo col contributo di molti fattori tra cui responsabilità, generosità, autostima, reciprocità, pazienza, fiducia etc., sapendo che non sempre è una cosa facile specie senza un aiuto professionale.
In tal caso però, è inevitabile fare una scelta con la consapevolezza che si tratta di un ripiego che non è il caso di idealizzare.
In questa logica condivido la sua decisione di evitare altri contatti con quest'uomo che si tradurrebbero in ulteriore complicazione e le suggerisco di intraprendere un percorso di psicoterapia per confrontarsi con un esperto sulla sua situazione e ricevere un adeguato supporto in questo momento di difficoltà.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7205 Risposte

20470 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GEN 2019

Gentile Linda,
le sue domande sono legittime, come è comprensibile la sua confusione in questo momento delicato della vita non solo sua, ma anche della sua famiglia e della famiglia dell'uomo che ama.
I sentimenti e le emozioni che proviamo spesso sono intricati, contraddittori, ambivalenti e facciamo fatica a tenerli insieme tra di loro e anche a tenerli insieme alla nostra parte più razionale.
Quello che mi sento di suggerirle è di non rimanere da sola in questo momento, con i suoi dubbi e le sue domande. Trovi uno spazio di riflessione e di ascolto in cui fare chiarezza dentro di sé e trovare una soluzione e un equilibrio ai diversi piani in cui è composta ora la sua vita. Uno psicologo della sua zona potrà aiutarla.
Rimango a disposizione.
Un cordiale saluto
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

475 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GEN 2019

Buongiorno Linda,

dalle sue parole emerge molta confusione, penso che nell'ultimo periodo lei abbia avuto molti cambiamenti e non abbia ancora avuto modo di metabolizzarli. Per quello non riesce a capire le sue riflessioni, ha bisogno di essere ascoltata, capita e indirizzata da una persona competente, poi vedrà che la strada si aprirà da sola. Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole può scrivermi, cercherò di aiutarla.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1665 Risposte

1181 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GEN 2019

Carissima,
lei è in un momento della sua vita critico e confuso. Non sa come comportarsi nei confronti di quest'uomo. Visti i tanti dubbi che ha le consiglio qualche seduta da un bravo psicologo della sua zona o presente sul sito al fine di fare chiarezza dentro di lei.
Mi faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

763 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26500

domande

Risposte 92200

Risposte