Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Esco poco di pomeriggio, non ne sento il bisogno, può essere pericoloso?

Inviata da Francesco Borghese il 12 ago 2016 Relazioni sociali

Buonasera, è un anno più o meno che esco solo la sera e qualche volta il pomeriggio, non ho problemi di socializzazione, anzi ho molti amici e spesso preferisco farli venire a casa mia o incontrarli semplicemente la sera, non sono depresso anzi mi sento molto felice ed entusiasta ultimamente, ma c'è questa cosa che non capisco, mi preoccupo più che altro perché a volte mi addormento verso le sei di pomeriggio stando in casa e mi risveglio prima di cena, questo può riscontrare problemi non uscire di pomeriggio quasi tutti i giorni?
P.s due volte a settimana sono costretto ad uscire di pomeriggio per gli allenamenti di calcio

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Francesco,
non esistono regole che impongano di uscire di pomeriggio, né che indichino che l'uscire di pomeriggio sia segno di "buona salute mentale" o che valga il contrario nel caso in cui non ne senta il bisogno. Se sta bene con sé stesso, non sente di avere particolari disagi o difficoltà qual é il problema?
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

914 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Francesco,
Mi sorprende che un ragazzo felice ed entusiasta che socializza, esce la sera, fa una vita normale e gioca a calcio si preoccupi perché non esce di pomeriggio. Non so quanto stia fuori la sera e se quel sonnellino prima di cena abbia la funzione di recuperare sonno perduto. Presumo però che fino a quell'ora abbia altre cose da fare. Che fa nella vita, lavora, studia, coltiva hobbies? E allora di che lamentarsi visto che tutto sembra andare nel migliore dei modi? A meno che non ci siano cause o eventi che non ha descritto. Ma non mi sembra, visto che si è presentato con una vita abbastanza brillante e soddisfacente. Quindi l'unico problema è pensare che non uscire a quelle ore sia un problema. Una sola cosa ancora: ha detto di essere "costretto" ad uscire per gli allenamenti. Ma le piace o no giocare a calcio?
Le auguro di vivere la sua vita in maniera sana e soddisfacente.
Cordiali saluti
Giovanni Iustulin psicologo psicoterapeuta Udine

Dr. Giovanni Iustulin Psicologo a Udine

59 Risposte

57 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Francesco,
da quanto scrive sembrerebbe che non ci siano elementi tali da poter creare allarme o preoccupazione riguardo al suo stato di salute.
Se ha piacere e la possibilità di riposare il pomeriggio, continui pure a farlo, dato che questa abitudine non lede la sua vita sociale e lavorativa.
Ho solo una curiosità: considerando che si reputa una persona serena, cosa l'ha spinta a chiedere una conferma del suo stato e/o una rassicurazione in tal senso?
cordiali saluti
Dott.ssa Stefania Mastracci

Dott.ssa Stefania Mastracci Psicologo a Ferentino

3 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Francesco...la pennichella pomeridiana per tutti gli esseri umani è normale, specialmente se non lavorano e sono liberi.

Emozioni Umane - Dott.ssa Papadia Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

379 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Francesco
si tratta di "stili di vita" e di abitudini.
Il pomeriggio, nell'attuale per te come nel tuo "stile di vita", non lo senti il momento migliore.
Di solito poi le abitudini si rafforzano con la pratica.
Se per te è congeniale la sera va bene.
Unica cosa ti consiglio non privarti di momenti della giornata con suggestioni, e solarità diverse.
È, semplicemente, bello sperimentare attività e luminosità dei diversi momenti della giornata.
Tieni anche presente che i ritmi biologici del corpo sono regolati con la luce del sole e sono quindi ritmi Circadiani ( circadiano= in cronobiologia e in cronopsicologia, un ritmo circadiano è un ritmo caratterizzato da un periodo di circa 24 ore. Il termine "circadiano", coniato da Franz Halberg, viene dal latino circa diem e significa appunto "intorno al giorno". Esempi di ritmo circadiano sono il ritmo veglia-sonno, il ritmo di secrezione del cortisolo e di varie altre sostanze biologiche, il ritmo di variazione della temperatura corporea e di altri parametri legati al sistema circolatorio. da Wiki).
Quindi l'ideale sarebbe in realtà svegliarsi all'alba e andare a letto con le galline...ma chi di noi oggi fa una vita così?
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6735 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19250

domande

Risposte 78200

Risposte