eleborazione di un lutto

Inviata da riccardo. 21 mar 2017 9 Risposte  · Elaborazione del lutto

Mia madre è morta 4 mesi fa, vorrei gentilmente sapere: una persona normale dopo quanto tempo riesce ad elaborare un lutto del genere. Premetto che ho 54 anni e vivo da solo e sono disoccupato da due anni.

madre

Miglior risposta

Salve Riccardo
Mi dispiace per la sua perdita
Il lutto porta con sé una serie di emozioni e la sua elaborazione prevede delle fasi che possono essere superate in diverso tempo a seconda delle differenze individuali e delle situazioni concomitanti che possono influenzarne la risoluzione.
Solitamente il lutto è elaborato spontaneamente in un anno, ma come le dicevo, possono interferire diversi fattori che possono minare questo processo.
Se sente la necessità, può rivolgersi a un professionista che la aiuti a ridefinire quello che prova in questo momento, cercando di aiutarla a prevenire i rischi che una non elaborazione può portare.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento
Dottssa Fabrizia Tudisco psicologa Napoli

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Caro Riccardo,
mi dispiace per la sua perdita. L'elaborazione di un lutto attraversa delle fasi più o meno lunghe che possono variare da soggetto a soggetto. In generale entro un anno la mancanza della persona cara dovrebbe essere accettata e il suo ricordo dovrebbe suscitare pensieri piacevoli per il tempo trascorso assieme e non lacrime e sconforto.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2017

Logo Dott.ssa Carla Francesca Carcione Dott.ssa Carla Francesca Carcione

263 Risposte

407 voti positivi

Riccardo,
le suono vicina nella sua perdita e mi dispiace. So cosa significa perdere un genitore e conosco bene il dolore che ne deriva. L'elaborazione di un lutto passa attraverso diverse fasi, e i tempi non possono essere generalizzati. Vanno infatti presi in considerazione molti fattori tra i quali: le circostanze che hanno portato al decesso la persona amata; il legame che vi era con questa persona, come era oggi, e come si è sviluppato nel tempo; le sue caratteristiche personali e le risorse che ha al momento per affrontare questa perdita.
Purtroppo quindi non mi sento di darle dei tempi.
Quello che però mi sento di dirle è che il dolore non scompare più velocemente se lo evita o non lo pensa; che il pianto è una reazione normale alla tristezza e al dolore che sta provando e che questo dolore fa parte del processo di elaborazione.
Si crei uno spazio per parlare di quello che sta vivendo, uno specialista (può rivolgersi anche alla ASL) può aiutarla ad "accettare" la perdita e ad iniziare a pensare alla sua mamma senza più sentimenti di disperazione.
Rimango a sua disposizione per ogni chiarimento
Dott.ssa Cinzia Costantini

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2017

Logo Dott.ssa Cinzia Costantini Dott.ssa Cinzia Costantini

1 Risposta

Caro Riccardo ,
Le sono vicina per la sua perdita, mi dispiace.
Il lutto e la sua elaborazione, sono avvertimenti molto personali, e non c'è una giusta tempistica standard.
Entrano in gioco molteplici fattori, vissuti e stati d'animo che sono peculiari della persona che vive l'accaduto.
Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti,
Un caro saluto.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2017

Logo Dott.ssa Marilù Altavilla Dott.ssa Marilù Altavilla

110 Risposte

66 voti positivi

Gentile Riccardo,
la durata dell'elaborazione del lutto varia molto da persona a persona, in rapporto anche alle caratteristiche del soggetto, del contesto in cui vive e alla qualità del legame con la persona scomparsa.
Spesso l'elaborazione del lutto non necessita di un intervento professionale, ma a volte un aiuto non guasta.
La sua è stata una grande perdita e vive solo, con il problema aggiuntivo della disoccupazione lavorativa.
Le consiglio quindi di contattare uno psicologo presso la sua ulss di riferimento per avere un sostegno in questa delicata fase della sua vita e per programmare degli obiettivi futuri, come ad esempio (se non l'ha già fatto) la ricerca sul territorio di eventuali progetti di integrazione lavorativa per persone disoccupate.
Con i migliori incoraggiamenti, la saluto cordialmente
Dott.ssa Barbara Trevisan

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2017

Logo Dott.ssa Trevisan Barbara Dott.ssa Trevisan Barbara

114 Risposte

84 voti positivi

Gentile Riccardo,
non c'è un tempo definito entro il quale ci si possa risollevare da una perdita importante, ma ci sono degli accorgimenti che ci possono aiutare ad alleviare la sofferenza, come porsi degli obiettivi, trovare degli interessi, condividere tempo con degli amici, occuparsi di una animale... Tutto ciò può servure a dare un senso di autoefficacia che ci aiuta a gestire anche sentimenti difficili come quello che sta attualmente provando.
Proprio in queste occasioni, può valere la pena cercare un aiuto professionale, rivolgendosi a psicologi privati o del SSN.
Un caro saluto,
dr.ssa Elisa Bonfanti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2017

Logo Dott.ssa Elisa Bonfanti Dott.ssa Elisa Bonfanti

14 Risposte

13 voti positivi

Salve Riccardo,
il tempo è soggettivo ma di solito sono necessari almeno 6 mesi perché le emozioni più intense si riducano in modo significativo.
Se sente necessità di un confronto per superare il suo lutto, non esiti a contattare un terapeuta nella sua zona o a rivolgersi in ausl per una consulenza psicologica.

Saluti,
Camilla Marzocchi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2017

Logo Dott.ssa Camilla Marzocchi Dott.ssa Camilla Marzocchi

341 Risposte

164 voti positivi

Gentile Riccardo,
l'elaborazione di un lutto è un processo complesso che attraversa diverse fasi e che può essere "complicato" da diversi fattori. 4 mesi non sono tanti, a meno che lei non noti degli aspetti che le fanno pensare di non stare riuscendo ad affrontare la perdita della sua mamma. Amare "in assenza" è una delle più grandi sfide che una persona può dover affrontare. Certo nel suo caso sarebbe importante pian piano riorganizzare la sua vita impegnandosi in qualcosa che, in assenza spero temporanea del lavoro, le permetta di riacquistare fiducia e senso di autoefficacia. Se ritiene si rivolga ai Servizi della sua zona, per essere supportato da uno specialista in questo momento delicato della sua vita. Tanti cari auguri,
dott.ssa Roberta Monda

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2017

Logo Dott.ssa Roberta Monda Dott.ssa Roberta Monda

91 Risposte

141 voti positivi

Caro Riccardo, quattro mesi sono molto pochi per un dolore così grande. Ti consiglio di rivolgerti alla Asl più vicina a te per chiedere qualche colloquio con uno psicologo. Cerca però di stare in compagnia di qualche parente o amico. Isolarti non è un bene per te. Auguri dr. Annalisa Lo Monaco

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 MAR 2017

Logo Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Dott.ssa Annalisa Lo Monaco

552 Risposte

779 voti positivi