Elaborazione del lutto, come fare dopo aver perso mia madre?

Inviata da Isabella · 11 giu 2015 Elaborazione del lutto

Salve, ho 19 anni e 7 mesi fa, mentre avevo ancora 18anni, ho perso mia mamma a causa della Corea di Huntington. Frequento l'ultimo anno di scuola e fra una settimana comincio gli esami. In questi mesi ho continuato ad andare avanti, due giorni dopo che se ne è andata ho preso la patente, sono sempre andata bene a scuola. So bene che devo continuare a lottare perche è quello che vorrebbe lei eppure questo immenso, atroce, incolmabile dolore non se ne va. A volte penso che in tutte le mie giornate mon faccio altro che "scansare" il dolore.. ma poi quando torno a casa la mia mente ancora si aspetta di trovare lei lì pronta a darmi un bacio e solo dopo realizzo che non è più così. La mattina mentre mi preparo ancora mi viene spontaneo di fare tutto in silenzio per non svegliarla e poi ancora una volta ragiono e penso che non c'è più. Prima di andarsene è stata 3 settimane in terapia intensiva, in condizioni in cui nessuno si meriterebbe di essere. Mi sono sempre presa cura io di lei, sin da quando avevo 12 anni ero io a darle le pasticche, io ad aiutarla a vestirsi, a lavarsi.. Mi sento come se mi avessero tolto il cuore dal petto. Non è tanto una domanda la mia, forse più uno sfogo. Vorrei tanto avere la certezza che almeno la sua anima è ancora accanto a me.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 GIU 2015

Carissima Isabella
questo scritto davvero mi ha fatto venire voglia di abbracciarti stretta per poterti un poco consolare da questa terribile perdita.
Tu, inoltre, da come ci descrivi, avevi un rapporto molto positivo e molto dolce con la tua mamma e la vostra reciproca dedizione ha formato un legame indistruttibile.
Si comprendi il tuo "spaesamento" nel sentirla ancora come "materialmente" presente in casa e tutto ciò che descrivi.
Tu sai bene anche cosa devi fare e l'essere forte è lei che te lo ha trasmesso.
Però carissima qualche momento di pianto puoi concedertelo, ci stà, siamo umani e il dolore va anche espresso, tuttavia sempre poi riprendendo il cammino che è il tuo e il suo visto che lei è la tua mamma.
La sua presenza vicino a te è certa! Ci sono cose invisibili ma che si sentono; i genitori che hanno creato un forte legame d'amore con i figli continuano ad essergli vicini. Senti la sua presenza protettiva ed amorevole, non è un sogno, è una realtà.
Ripeto, non si vede, ma si sente se tu ti permetterai di "sentirla".
Non considerare quanto ti dico solo come frasi consolatorie (ho una buona base di anni di studio nella metafisica e tanto altro per poterlo dire).
Un abbraccio forte forte.
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7128 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 GIU 2015

"Mi sono sempre presa cura io di lei, sin da quando avevo 12 anni ero io a darle le pasticche, io ad aiutarla a vestirsi, a lavarsi.. Mi sento come se mi avessero tolto il cuore dal petto".
Cara Isabella, la sua esperienza è durissima e mette a dura prova interamente Lei e la sua vita. Non sottovaluti la possibilità di farsi aiutare ad elaborare questo drammatico momento da un esperto psicologo-a. L'accumulare dolore non le cambiarà la vita.
Siamo fatti di energia: sua madre è li accanto a Lei perchè Lei non la lascia andare via. Ora tocca a Lei Vivere !; la sua sperienza l'accompagnerà per tutta la vita; tutto quel amore che ha dato a sua madre se lo ritroverà in futuro -se Lei se lo vorrà permettere-. Mi dispiace per la sua sofferenza. Sia compasionevole con sè stessa.

Dott. Francisco Sanchez Psicologo a Salerno

9 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2015

Anche se le lunghe malattie delle persone care possono creare una situazione di pre-lutto, il loro permanere in esistenza alimenta la recondita speranza di una separazione non definitiva ed è probabilmente per questa speranza, che in alcuni casi diventa insopportabile l'ineluttabile...comunque 7 mesi sono insufficienti per ritrovare se stessi .. 'senza'..
Un lunghissimo abbraccio
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

665 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2015

Cara Isabella,
hai vissuto la lunga malattia di tua madre, le cure a cui ti sei dedicata con amore, infine la sua perdita, prevista e dolorosissima.

La sofferenza è la risposta naturale a quello che è successo. Non avrebbe potuto essere una sofferenza lieve, perchè il tuo amore per tua madre è stato, ed è ancora, grande e forte.

Tua madre c'è ancora, in te e nel ricordo che ogni giorno le porti. Quando una persona muore resta in chi vive e continua ad amarla.

Elaborare questa perdita potrebbe richiedere del tempo e penso che sarebbe una buona scelta rivolgersi ad uno psicologo che ti aiuti in questo percorso. Nel frattempo, non cercare di stare lontana dal dolore che provi: se gli scappi, come un fantasma, ti insegue; se gli stai vicino e lo tocchi, piano piano si dissolverà.

Un caro saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2094 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2015

Gentile Isabella,
la lunghezza della malattia e il fatto che lei si sia presa cura di sua madre rendono più dura la separazione e il senso di solitudine. Sicuramente ci vorrà un po' di tempo.. esistono comunque tecniche psicologiche che aiutano a superare i traumi e quindi anche i lutti e sono efficaci. Se vede che sta troppo male le conviene consultare uno psicologo psicoterapeuta.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

728 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte