Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Eiaculazione retrograda, problema fisico e psicologico di cui nn si parla mai

Inviata da Francesco il 29 set 2017 Sessualità

Salve dottoresse e dottori, a causa di ostruzione e conseguente ritenzione urinaria, devo assumere un alfabloccante che causa eiaculazione retrograda. Sessualmente è una catastrofe. Provoca un fastidiosissimo ''effetto viagra''. Fastidioso perchè il bello della maturità (50 anni) è che impari a ''funzionare'' quando devi e restare tranquillo negli altri momenti. Con l'alfabloccante torni come un ragazzino, senza alcun controllo sulle erezioni e questo, al di là delle solite battute, dà già fastidio e può causare imbarazzo. L'eiaculazione retrograda inoltre, toglie completamente il piacere finale del rapporto. Questo è un fenomeno fisico e non psicologico, confermato da tanti uomini che soffrono dello stesso disturbo, conosciuti nelle sale d'aspetto dell'urologo. Per mia fortuna sono sposato e l'intimità resta, ma è come ''montare, montare'' un'aspettativa, che non sarà mai soddisfatta. Una tortura! Una cosa che ho notato, non esistono articoli in cui si cerchi di aiutare gli uomini a rassegnarsi a questa condizione, ad affrontare la sensazione di essere mezzi uomini, a causa dell'impotentia generandi, (che espressione crudele!!!). Articoli di sostegno alle donne che devono affrontare la menopausa, a milioni. Con tutto il rispetto è un fenomeno naturale, che crea problemi, che vanno affrontati, risolti e le donne meritano ogni rispetto e sostegno. Ma sono ''educate'' fin da piccole al fatto che un giorno succederà. La condizione di noi uomini (non maschi, per favore, cominciamo col rispetto della dignità umana!) è imposta, una sorta di castrazione chimica o chirurgica! Mia moglie inoltre, cerca di aiutarmi dicendomi che a lei, che eiaculi o meno, non interessa. Capisco la sua buona intenzione, ma così mi sento ancora più solo, nonostante le abbia comunicato la cosa. L'unica risposta è ''sospendi'' quando so di non potere, la mia vescica aveva già iniziato a ''sbracarsi''. Siamo soli, spesso oggetto di articoli scritti da giornaliste che sfottono, che ci chiamano ''maschietti in crisi'' e nessun sostegno. Grazie e perdonate lo sfogo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Francesco,
il problema della ritenzione urinaria va valutato singolarmente caso per caso.
Ad ogni modo, andrebbe considerata la possibilità di un intervento chirurgico oppure il ricorso a farmaci diversi dagli alfa-bloccanti.
Pertanto il suggerimento è di chiedere una valutazione clinica a qualche altro specialista urologo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6726 Risposte

18820 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Francesco,
il suo contributo sottolinea come la sfera sessuale sia una delle dimensioni importanti dell’esistenza e quanto contribuisca a renderla appagante. Purtroppo il problema organico in questione è oggettivo e la costringe ad assumere un farmaco che sacrifica la vita sessuale a vantaggio della tutela della salute; adattarsi ai cambiamenti che riguardano il proprio corpo e di conseguenza la percezione che si ha di esso, è un percorso complesso e delicato in cui entrano in gioco anche fattori soggettivi. Qualora il suo problema medico non dovesse prevedere alternative al betabloccante e il disagio emotivo dovesse diventare particolarmente invalidante, non escluda la possibilità di un percorso psicologico individuale o di coppia che la aiuti a mettere in campo tutte le risorse di cui ogni essere umano dispone per affrontare le fasi difficili della vita.

Un cordiale saluto.

Dott.ssa Laura Pascucci.

Dott.ssa Laura Pascucci Psicologo a Roma

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Francesco,
riesco a percepire il tuo disagio e malessere rispetto a questa problematica che definirei invalidante. Anche a mio avviso i problemi legati agli aspetti sessuali maschili, almeno nel nostro paese (forse a causa del modello maschile predominante di tipo "maschio latino") , non ricevono l'attenzione che meriterebbero, con il risultato di essere spesso relegati alla sfera strettamente privata e personale di coloro che ne soffrono con tutti i problemi che ne derivano.
Da tempo sto pensando che sarebbe molto utile e interessante occuparsi di tali problematiche anche al di fuori delle singole sedute terapeutiche, durante le quali ho avuto più volte l'occasione di affrontare l'argomento. L'associazione a cui appartengo ha infatti l'intenzione di progettare la realizzazione di incontri di gruppo per persone con problemi della sfera sessuale. Se sei interessato e abiti in Toscana mi puoi contattare per avere informazioni o per qualsiasi altra domanda. Un abbraccio

Dott. Pierluigi Salvi - Associazione di Promozione Sociale LOGOS Psicologo a Empoli

146 Risposte

49 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Sessualità

Vedere più psicologi specializzati in Sessualità

Altre domande su Sessualità

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20300

domande

Risposte 80000

Risposte