Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Eiaculazione precoce problematica

Inviata da Francesco · 20 feb 2015 Problemi sessuali

Come mai non riesco a farne 2 di seguito con la mia ragazza... Stiamo insieme da 6 anni ma dopo il primo rapporto vengo subito circa 25 secondi e nn riesco più ad averne un altro.. Come mai????

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 FEB 2015

Gent.le Francesco
L'eiaculazione precoce è un problema che produce sempre molta ansia in chi ne soffre. Spesso ci si sente inadeguati e si teme il giudizio della partner. Pertanto accettare di affrontarlo è un passo importantissimo. Il sintomo può essere associato a diverse dinamiche interne e per comprenderlo occorre una valutazione professionale di uno psicologo esperto in sessuologia. Eviterei suggerimenti estemporanei perché rischierebbero di aggravare il sintomo. Infatti in questa condizione spesso si diventa osservatori di se stessi nel vano tentativo di controllare la prestazione sessuale. Quindi suggerimenti fai-da-te rischiano di produrre altra frustrazione. Come è comune, poi, spesso si cerca di riparare ad una prima prestazione che si vive come scadente e frustrante con una seconda un pò più adeguata ("farne due di seguito"). Ma la sessualità è legata al piacere e non alla compensazione prestazionale; è legata anche alla relazione di coppia e questo può incidere. Posso dirle che questo problema, tra le diverse disfunzioni sessuali, se trattato da esperti ha una prognosi molto favorevole.
Le faccio un grosso in bocca al lupo e resto a disposizione per ogni chiarimento.
Dott. Alessio Orlando

Dott. Alessio Orlando Psicologo a Ferrara

43 Risposte

94 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2015

buon giorno,
le motivazioni possono essere di diversa natura, se non sono organiche possono essere psicologiche.
mi domando da quanto tempo hai questo problema, hai indagato le possibili cause?
io ti consiglierei una terapia Eriksoniana che può aiutarti in tempi relativamente brevi, a risolvere il tuo problema.
spero di esserti stata utile
Dott.ssa Verusca Gorello
Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Verusca Gorello Psicologo a Roma

57 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2015

Gentile Francesco,
in questi casi, prima di tutto, escluda che ci possa essere una causa di tipo fisico, per cui potrebbe effettuate una visita da un andriologo. A questo punto se l'esito è negativo le suggerisco una psicoterapia mirata all'eiaculaxione precoce, che la possa aiutare a capire come funziona durante un rapporto sessuale, trovando soluzioni adeguate al suo problema.
Spero possa risolvere in tempi brevi il suo problema.
Dott. ssa Claudia Brambilla

Dott.ssa Claudia Brambilla Psicologo a Sarnico

5 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 FEB 2015

buongiorno Francesco. condivido l'idea di affrontare il problema facendo un percorso insieme alla tua compagna; se però volessi agire solo tu te stesso potresti pensare di aiutarti anche con l'ipnosi.per l'esperienza che ho coi miei pazienti aiuta tantissimo e in breve tempo...

Dott.ssa Irene Santamaria Psicologo a Novara

16 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 FEB 2015

Gentile Francesco
penso che questa sua modalità sessuale sia la stessa che si esprime anche nella sua lettera... così breve e diretta e così "scarna" di preliminari.
Non c'è una Narrazione ma una domanda secca.
Assolutamente è vero che il modo di "fare l'amore" (o fare sesso se preferisce usare questo termine) rispecchia la totalità della persona.
Penso che sia utile per lei ampliare la sua ottica nella relazione erotica e disimpegnarsi dall'interesse "quantitativo" per dedicarsi alla qualità.
Non una prestazione dunque ma una espressività comunicativa in cui trasporre se stesso, la sua tenerezza e la sua forza e poi...perdersi un poco di più nell'esserci in unione con l'altro.
Spero essere stata utile nel farla riflettere.
Cordiali saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6897 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 FEB 2015

Buongiorno Francesco,
dalle poche righe che scrive sembra che fino a poco tempo fa lei avesse la capacità di avere due rapporti sessuali uno poco tempo dopo l'altro.
Tenga presente che è fisiologico dopo un orgasmo avere un periodo di latenza (ossia assenza di eccitazione) meglio definito come refrattario, per averne un altro.
Il fisico non funziona a nostro comando, nostro malgrado, ma dobbiamo imparare a conoscerci per sapere quali sono "i tempi" che richiede.
I fattori che possono incidere sono svariati, e col tempo (ossia anche la nostra età) anche i "tempi dell'amore" possono variare.
Le consiglio come prima cosa di non andare in panico (magari è solo una sensazione che ho leggendo le sue due righe) e di non focalizzarsi sul coito/sulla sola penetrazione, ma sul rapporto nel suo complesso (di certo non dura nel complesso pochi secondi). Anche fattori esterni possono incidere sulla sua capacità di controllare il suo orgasmo, sarebbe opportuno che facesse una consulenza sessuologica per approfondire le eventuali cause (se è accaduto un solo episodio, si sta allarmando anzitempo), che purtroppo variano da persona a persona anche a seconda delle situazioni che si stanno vivendo, perciò spesso non ci è possibile dare indicazioni "preconfezionate".
Cerchi un collega, nella sua zona, che potrà aiutarla a chiarirsi le idee e capire come gestire questa sua preoccupazione.
Se le è accaduto diverse volte, anche una visita dall'andrologo che escluda problemi medici, potrebbe essere utile.

Cordialmente

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

215 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 FEB 2015

Buongiorno Francesco, la problematica di eiaculazione precoce può essere trattata e risolta efficacemente con una terapia sia sessuologica che basata sulle cause. ER

Dr. Enrico Roda Psicologo a Pontevico

4 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 FEB 2015

Gentile Francesco, i problemi di eiaculazione precoce sono solitamente legati ad un problema di ansia da prestazione ma possono avere anche altre origini. E' possibilie approfondire e risolvere questa difficoltà grazie all'aiuto di un professionista formato in ambito sessuologico. Visto che il rapporto con la sua ragazza dura da diversi anni vi suggerisco di rivolgervi insieme ad un terapeuta che vi aiuterà ad affrontare il problema. Dr.ssa Gemma Andronio - Pavia -

Dr. ssa Gemma Andronio Psicologo a Pavia

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82200

Risposte