E... se fossi etero?

Inviata da Francesca. 20 apr 2015 23 Risposte  · Orientamento sessuale

Il mio problema è forse un pò anomalo.
Sono una ragazza di 26 anni. Fin da bambina (sembra strano ma è vero) sono stata attratta dalle donne. Ho avuto un rapporto con un uomo ma non era proprio per me. Ho provato forse attrazione per un ragazzo ma mai nulla di più. Ho avuto due storie importanti oltre a diversi rapporti occasionali, tutti con donne. Una delle due storie importanti conclusa da qualche mese per mia scelta visti i dubbi che mi hanno sorpresa da qualche mese a questa parte. Pensavo di essere davvero innamorata di questa ragazza ma..
abbiamo avuto un periodo in cui non siamo state vicine intimamente, io ho attraversato un periodo pesante tra famiglia, università, lavoro, ennesimo trasloco da una casa che non ho mai sentito davvero appartenermi. Lei nervosa per il lavoro e forse anche per causa mia. Era tutto perfetto con lei (stavamo insieme da un anno appena) ma mi son trovata a pensare che forse lei era un'abitudine nella mia vita e mi son trovata a pensare per la prima volta che forse ho sbagliato tutto fin ora. Che in realtà sono etero. Mi son trovata spesso a pensare come sarebbe la mia vita con un uomo. Ultimamente mi trovo a pensare al mio futuro accanto ad un lui.
Ho il dubbio atroce che da bambina possa aver subito un abuso ma non ne sono certa e forse ho inconsciamente scelto le donne per sfuggire a questo dubbio... Io adoro il sesso, ma con la mia ex specie nell'ultimo periodo era una cosa che mancava. mi mancava. Anche se per un periodo non avevo alcuna voglia di farlo. Nè con lei nè con nessun altro.
Cosa mi sta succedendo?

famiglia , rapporto , ragazzo , ragazza , lavoro , insieme

Miglior risposta

Cara Paola,
stai vivendo un periodo di confusione e credo sia per te giusto rientrare in contatto con quella che sei e con ciò che vuoi.
Per la delicatezza del tema affrontato - e mi riferisco anche al sospetto di abuso durante l'infanzia- ti consiglierei di valutare l'ipotesi di intraprendere un percorso con uno specialista nella tua città.
Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo,

Dott.ssa Valentina Mossa, Torino

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

buon giorno . non è possibile darle una risposta o una ipotesi di risposta. Lo dice lei stessa...si tratta di un mamento di dubbio , di confusione. io credo che questa confusione sia solo un sintomo di un qualcosa che come lei stressa dice non è chiaro nella sua vita. Forse un abuso ? si potrebbe anche essere . ma se già lei ha un dubbio sul fatto che ci possa essere stato e allora già questo basta per intraprendere una psicoterapia per cercare di trovare queste risposte importanti per il suo futuro e per fare chiarezza sul suo orientamneto sessuale. Non tralasci questo, si prenda il tempo per pensare a sè . non vada avanti mettendo da parte tutto ciò . F. Stefania Pagano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

30 APR 2015

Logo Dott.ssa Francesca Stefania Pagano Dott.ssa Francesca Stefania Pagano

4 Risposte

2 voti positivi

Ciao Paola,
arriva sempre un momento in cui ci si mette in discussione, si percepisce il desiderio e la necessità probabilmente di un cambiamento e sicuramente di trovare alcune risposte; per questo credo sia necessario fermarsi e pensare ad un percorso di crescita personale che farebbe di certo chiarezza dentro di te.
dott. Silvia Marzoli

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

29 APR 2015

Anonimo

Ciao, Paola,
nessun problema è "anomalo" , perchè i vissuti psicologici sono soggettivi e ciascuno ha risposte e comportamenti ed atteggiamenti legati al proprio percorso di vita. Il dubbio che ti poni, riguardo all'ipotesi di un eventuale abuso infantile è legittimo e credo che riveli in ogni caso una problematica relativa all'altro sesso che meriterebbe un approfondimento attraverso un percorso di psicoterapia. Quanto all'esito della tua recente storia con la tua compagna, il fatto che si sia un po' inaridita in un breve tempo non è automaticamente un segnale di una tua inclinazione non-omo, perchè anche tanti legami etero possono vivere la stessa evoluzione. Credo però che siano proprio i tuoi dubbi a richiedere uno spazio di ascolto e di elaborazione in rapporto non solo al modo in cui ti relazioni ad una compagna /un eventuale compagno ipotetico, ma soprattutto a come vivi te stessa, la tua dimensione identitaria, i tuoi sogni per il futuro (ad es. come ti immagini la prospettiva di una tua famiglia con figli?) . Percò si conferma come utile e, credo, opportuna, l'idea di un percorso psicoterapico.
Molti auguri
dott. paola miele caccavale

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

29 APR 2015

Logo Centro PER.FA.RE. PERsona FAmiglia RElazione Centro PER.FA.RE. PERsona FAmiglia RElazione

33 Risposte

16 voti positivi

Cara Paola, credo che per fare chiarezza riguardo alla tua identità sessuale sia necessario che tu consulti uno psicoterapeuta della tua zona e inizi un percorso psicoterapeutico che ti aiuterà a far luce sui tuoi dubbi e le tue paure.
Cari auguri.
Dott.ssa Maria Concetta Culcasi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2015

Logo Dott.ssa Maria Concetta Culcasi Dott.ssa Maria Concetta Culcasi

69 Risposte

15 voti positivi

Ciao Paola, credo che sia normale avere dei dubbi sulla propria sessualità, pensa alla sessualità come una lunga linea in cui ognuno si posiziona, come un continuum, non si è o bianchi o neri o etero o omosessuali, la sessualità ha più sfaccettature e se un giorno dovesse piacerti un uomo o una donna non fa differenza, ci si innamora della persona in sè, delle sue qualità. Non incasellarti necessariamente in qualcosa, facendoti prendere dall'ansia di definirti, vivi la tua sessualità e le tue emozioni in piena libertà e se hai dei dubbi sulla tua infanzia, uno specialista è quello che ti consiglio, così da scavare a fondo nei tuoi ricordi.
In bocca al lupo
Dottoressa Miriam Cassandra

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2015

Logo Miriam Cassandra Miriam Cassandra

22 Risposte

6 voti positivi

Cara Paola, se lo desidera si potrebbe intraprendere un percorso terapeutico per fare chiarezza della sua posizione sentimentale. Per quanto riguarda il dubbio di avere subito un abuso esistono delle tecniche volte ha fare riemergere i traumi rimossi, nello specifico io pratico l' EMDR. se vuole prendere un appuntamento mi può contattare al 348/5822732, io ricevo a Faenza (RA).
Cordiali Saluti
Dott.ssa Sara Pagliara

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2015

Dott.ssa Sara Pagliara

Salve, é una buona domanda che si sta ponendo, che va al di là dell' essere etero o omo. É proprio"la Domanda " ,chi sono, cosa mi piace, cosa nn mi piace, cosa voglio.fare nella vita. É importante porsi queste domande e ancor piu darsi le risposte. In questo può essere aiutata da un esperto.
La saluto cordialmente
Dott.ssa Monfrecolah

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2015

roberta monfrecola

Cara Paola.
L'orientamento sessuale non è un monolite, è un'espressione della libertà individuale e il cambiamento è insito nella libertà individuale.
Molti eterosessuali hanno fantasie omoerotiche destabilizzanti che non accettano, ma ciò avviene anche dall'altra parte della barricata, visto che anche nel mondo omosessuale esistono pregiudizi e non accettazione di quello etero.
A prescindere da quale sarà l'esito di questo periodo - magari è solo un periodo di confusione, magari tornerà ad amare e voler costruire una vita con altre donne, magari sperimenterà rapporti con uomini e continuerà a farlo - non si preoccupi di quella che le se sta sembrando una fase di sbandamento, visto che è una crisi legata a questo preciso momento esistenziale, che potrebbe arricchirla, invece di farle "perdere la testa". Può arroccarsi sull'amore per le donne e continuare a perseguirlo, oppure sperimentare cose nuove. Qualunque scelta a riguardo è un suo diritto che non va condannato o tacciato di malsanità.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2015

Logo Dott.tancredi Pascucci Dott.tancredi Pascucci

30 Risposte

13 voti positivi

Buongiorno Paola,
io credo che lei si possa trovare in uno di quei momenti di vita, che sono "snodi", momenti in cui si riflette profondamente su di sé e sulla ricerca del proprio senso.
La psicoterapia, a mio avviso, è in soprattutto questi momenti che andrebbe presa in considerazione.
Un saluto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2015

Logo Dott.ssa Elisabetta Katia Torti Dott.ssa Elisabetta Katia Torti

24 Risposte

43 voti positivi

Il luogo comune vuole che la sessualità sia distinta in categorie nette e separate. Chi è etero e chi è omo .... ma solo di un luogo comune si tratta, perchè in realtà le due tendenze possono trovare sovrapposizioni oppure la tendenza di una persona può avere delle oscillazioni nel corso del tempo e in virtù delle esperienze che si accumulano. Proprio per queste ragioni la materia è ormai uscita da qualsiasi argomentazione "patologica". Lo spazio psicoterapeutico si focalizza solo sulla eventuale necessità di conoscersi e di accettarsi. Pertanto, potrai trovare risposte ai tuoi quesiti in una sede di opportuna confidenzialità con un esperto in psicoterapia
Dott. Mario Ruocco, psicologo e psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2015

Logo Dr. Mario Ruocco Dr. Mario Ruocco

1 Risposta

Che cosa sta succedendo?Vediamo. Lo hai scritto ti sei poste una domanda. Il punto è che certe domande richiedono risposte sentite e non pensate; se io ti chiedessi tra un Panino e un bicchiere d'acqua Tu cosa preferisci, beh Puoi ragionarci fino a dopo domani la risposta è Non lo so.Motivo?Dipende da come mi sento: Fame o Sete? Percepirsi abusati, è un'idea che sospetto venga da uno stato d'ansia. Tu hai posto una domanda logica e inconsapevole: COSA SUCCEDEREBBE SE FOSSI ETERO? Ovviamente questa domanda che ti sei posta nasce da qualche storiella del passato, come te stessa scrivi e probabilmente l'ansia derivante dalle possibili conseguenze di questa domanda interna t’inibisce l'anima, te la opprime proprio come succede a un bambino costretto da un Genitore Interno. Tu stai violentando te stessa, in altre parole disperdendo il Tuo Se. Tutto sommato questa esperienza potrebbe essere l'occasione per acquistare maggiore autonomia interna non tanto rispetto alla fatidica domanda posta ma alla libertà di porti con il partner libera di esprimerti. Come si capisce il proprio orientamento sessuale? Facile. Come il panino lo mangi se hai fame e il bicchiere di acqua quando hai sete, così guardandoti intorno senti nella realtà’, qui e ora, da chi sei attratta. Da come scrivi tu, non parli mai di attrazione per un maschio. Tu scrivi di una donna che ti attrae, ma pensi, recuperando le tue sensazioni del passato, a cosa potrebbe succedere se ora fossi etero. Niente. Saresti etero.Ok.E quindi? Questa cosa dipende da come ti senti ora e dal senso che oggi ha per te, porti questa domanda. Il senso, se ti leggilo, scrivi in modo inconsapevole tra le righe. Scrivi che il partner era nervoso. Per cui. Chissà' un uomo? Vuoi vedere se non è meglio? Recuperando un’immagine forse reale dal passato di un uomo gentile e a modo e più accondiscendente. Ricorda sempre che esiste come emozione solo il Piacere e poi c’è ‘l’indifferenza che se forzata diventa Fastidio. La nostra sessualità non si nutre di Oggetti (Vagina, Sedere, Seno) quella si chiama Parafilia ma di Peperone. Persone sono Uomini e Donne per cui ci tocca scegliere quale Corpo accarezzare per comunicare come c’Emozioniamo. Decide il nostro orientamento sia chiaro non l'Oggetto o la situazione che desideriamo, ma la Persona con cui c’Emozioniamo Ho amici etero che corre dai Transessuali per il gusto di provare sensazioni diverse. Nessuno di loro vede la realtà’, ovvero un Uomo vestito da donna ci si sente donna. Quella è parafilia perché nasconde spesso incapacità a scambiare emozioni e fortunatamente non mi sembra per niente il tuo caso. Non ci si emoziona di cose ma con una Persona che può essere donna uomo trans. Se ti emozioni con la donna che hai davanti, sei Lesbica. Se ti emozioni con l'Uomo che hai davanti sei Etero. Se con un Trans bah. Non saprei dare una definizione categoriale (ma poco importa), ma l'Importante non è tanto categorizzare se stessi ma emozionarsi nella relazione con l'Altro in modo costruttivo e piacevole. Desideriamo Persone non cose o Situazioni che sanino il nostro Conflitto Interno. Togli l'ansia da " Se fossi." e mettici Guardo la realtà per ciò che è e mi regolo in conformità a come me SENTO ora e avrai la tua certezza. Come con il Panino. Laddove finissi per emozionarti per un Uomo in carne ed ossa, bene. Quale sarebbe il problema? E' un sentimento di Piacere e non puoi non sentirlo. Se invece e ' Ansia che inibisce, allora è sul versante Boicottaggio. Se ti piace, una Persona sarà il piacere a guidarti non il Pensiero su un’Eventualità futura che non conosci. Se al contrario nel qui e ora stacco dalla realtà e sposto il fastidio che provo per come mi tratta la mia ragazza su un piano diverso tipo: Vuoi vedere che son etero? Allora peschi dal passato qualcosa come: Lui con me era così carino, non come questa Iena”. E allora stai ridefinendo Te stessa prendendoti in giro e l'Ansia Cognitiva (da Pensiero) ti guida regalandoti anche sensazioni ambigue nel tuo corpo da donna "etero" Vivi nel qui e ora e recupera l'Unico momento che hai: qui e ora senza rimuginare sul passato per confondere il Presente. Spero di esserti stata d'aiuto. Per la cronaca io pensavo di essere gay,fallito,pene piccolo e bla bla bla.In realta' sono etero, molto intelligente, sessualmente presente e felice e soddisfatto del mio Corpo. Prendevo trenta a un esame? Cavolo. E se avessi preso la Lode? Avevo un rapporto con una ragazza? E se non le è piaciuto? E se fossi gaele se non mi laureo? E se perdo i clienti? Il sistema è questo e lo riconosci che è una bugia perché' manca sempre I. Piacere, ma è sempre una Costruzione Cognitiva priva di riscontro reale. Alla fine non è la realtà, il Problema, ma cosa siamo abituati a dirci prima di Sentirla.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2015

Anonimo

Cara Paola
Spesso, quando si avverte un leggero strato di confusione, si è portati a pensare che forse tutto ciò che è stato fatto, è stato solo un errore. Ma, valuti bene questa cosa. Lei in questo momento sta leggendo questo mio post, in risposta ad una sua domanda. Perchè lo ha fatto?
Lo ha fatto perchè in questo 'presente' della sua vita, ha qualche dubbio. Riceverà delle risposte e forse qualcuna la prenderà più in considerazione di qualche altra. Tra un anno potrebbe dirsi: forse avrei fatto bene a dar retta all'altra risposta.
Bene, lei, cara Paola, ora vive: in questo presente e solo qui e solo ora ....decide. La decisione che prende ora, è quella che ORA, la convince. Se prende questa decisione ora e non un'altra, questa è, per definizione la risposta giusta.
In merito al suo problema, il ragionamento è lo stesso. Allora, ha indirizzato la sua scelta oggettuale nel modo in cui ha descritto mentre oggi ci sta ripensando. Ipotizza che forse il tutto potrebbe essere il frutto di un abuso (di cui però non ne è certa). Oggi vorrebbe quindi cambiare direzione. Ora io le domando:
se una volta ha scelto A perchè potrebbe essere accaduto X1, ed oggi tenderebbe a scegliere B, perchè influenzata da X1, NON CREDE che sarebbe opportuno APPROFONDIRE? Come? mbe si affidi ad un professionista, inizi un percorso, verifichi le VERE ragioni sulla base di un'analisi seria e quindi approfondita. Vedrà che POI, le sue scelte saranno più consapevoli e di conseguenza la sua vita sarà più serena.
La saluto e sono/siamo a Sua disposizione per eventuali altre sue domande

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2015

Logo Dr. Domenico Bumbaca, Psicoanalista Dr. Domenico Bumbaca, Psicoanalista

26 Risposte

28 voti positivi

Gentile Paola,
forse il crescere dell' età l'ha portata a considerare diversamente alcuni aspetti della vita; ovviamente ogni giorno ci trova un po' diversi rispetto al giorno precedente. Il mutamento sarebbe comunque di una certa portata per cui penso sarebbe bene che ne parlasse con uno/a psicologa psicoterapeuta che possa aiutarla a capire meglio se stessa e vivere le sue relazioni interpersonali nel miglior modo possibile e soddisfacente per lei. Cordiali saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2015

Logo Valentina Sciubba Valentina Sciubba

1054 Risposte

690 voti positivi

Buonasera Paola,
io non mi concentrerei sull'etichetta "etero", "gay", "bisessuale", ecc... cercherei di capire cosa cerca in una relazione, quando si sente coinvolta da un rapporto, cosa spera e di cosa ha bisogno per sentirsi amata ed amare a sua volta.
Una volta che avrà chiarito questi punti, sarà libera di investire i suoi sentimenti su una persona, qualsiasi sia il sesso che ha, ma sarà una persona che con la quale starà bene. La questione dell'orientamento potrebbe essere un falso problema. Ci pensi. Dott.ssa Anna patrizia Guarino.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2015

Logo Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Dott.ssa Anna Patrizia Guarino

197 Risposte

211 voti positivi

Cara Paola,
a volte la nostra persona, in quanto "mente incarnata", trova strade e modi tra i più vari, a volte sconcertanti e faticosi, per comunicarci bisogni di chiarezza e di elaborazione delle nostre storie e dei nostri vissuti più profondi. La possibilità di scoprire chi si è, nella propria irriducibile singola pluralità, prima che nel "mettere ordine" con le definizioni, forse passa per il "prendersi cura". Di sé, anzitutto. Come chi mi ha preceduto, la invito al contatto con un/una collega. Vive cordialità.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Logo Dr. Enrico Maria Ragaglia Dr. Enrico Maria Ragaglia

13 Risposte

4 voti positivi

Cara Paola, ho letto le risposte dei miei colleghi e mi trovo d'accordo per tanti aspetti con loro.Vorrei solo aggiungere che nel caso tu abbia subìto un abuso, di cui non ricordi coscientemente nulla, saperlo ora non cambierebbe la tua vita di adesso. Il passato non si può cambiare, possiamo costruire il futuro sulle aspettative e sugli obiettivi che ci poniamo.
La sessualità è una componente fondamentale per ognuno ,che risente di molti fattori spesso in contrasto tra loro, è importante trovare un equilibrio tra mente e natura.
Voler dare un'etichetta alla propria sessualità non sempre è possibile, anzi quando più si cerca di darle una definizione, tanto più la mente non ci riesce.
Per cui il mio consiglio è quello di vivere liberamente la tua sessualità senza voler a tutti i costi indirizzarla e circoscriverla, solo così potrai fare chiarezza in te stessa.
In bocca al lupo!
Dott.ssa Maria Tinto
Psicologa Clinica e Consulente Sessuale

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Logo Psi-Dunamis - Dott.ssa Maria Tinto - Psicologa e Consulente Sessuale Psi-Dunamis - Dott.ssa Maria Tinto - Psicologa e Consulente Sessuale

16 Risposte

22 voti positivi

Cara Paola,

sinceramente, io non credo che finora lei abbia sbagliato tutto. Lei finora ha fatto quello che ha sentito di fare, dando retta ai suoi sentimenti e all'attrazione provata per le sue ex partner. Certamente ha attraversato un periodo molto pesante (problemi di famiglia, università, lavoro e un cambiamento radicale come un trasloco sono eventi già singolarmente presi molto stressanti, ancor di più se si verificano tutti assieme) e la caduta del desiderio sessuale si spiega anche con questo forte stress; forse qualcosa nel rapporto con la sua ex ragazza si è incrinato anche per via di questo stress; può darsi che il vostro rapporto non fosse ancora sufficientemente maturo da darle un forte sostegno in una situazione così difficile (stavate assieme da un anno appena) e che questa mancanza di sostegno l'abbia indotta ad allontanarsi, trovando delle ragioni tutte riferite a sé (il suo orientamento sessuale, ciò che è accaduto nella sua infanzia). Tuttavia, ogni dubbio è lecito e merita attenzione e riflessione, e questi sono dubbi importanti. A maggior ragione se ora si ritrova a fantasticare un futuro accanto a un lui. Che cosa cambierebbe nella sua vita con un lui? Ne parli di persona con uno specialista della sua zona. Cari saluti e in bocca al lupo.

Dott.ssa Alessandra Balena

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Logo Dott.ssa Alessandra Balena Dott.ssa Alessandra Balena

17 Risposte

34 voti positivi

salve Paola, stai attraversando un periodo di confusione in cui hai bisogno di capire veramente che sei e cosa vuoi dalla tua vita.. ti consiglio di intraprendere un percorso psicologico/psicoterapeutico dove tu possa "metterti a nudo" e scavare dentro te stessa..
rimango a disposizione per qualsiasi informazione in proposito
Dott.ssa Irene Olivi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Logo Irene Olivi Irene Olivi

50 Risposte

11 voti positivi

Ciao Paola.capita..per fortuna..di trovarci confusi nel nostro percorso evolutivo verso la costruzione nel tempo della nostra identità. Potresti provare a leggere tutti gli episodi descritti come delle "tappe", piuttosto che come degli eventi in" contrasto "tra loro. Con una visione diversa, potresti sentirti piu libera di avvicinarti con Spontaneità al tuo diritto di esprimerti come meglio senti in ogni ambito della vita.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Logo Dott.ssa Elena Agostini Dott.ssa Elena Agostini

3 Risposte

1 voto positivo

Cara Paola
la tua pacata riflessione su temi tanto importanti lascia comprendere che ora sei più forte e hai le capacità di poter affrontare fino in fondo il "discorso sessualità".
Quindi ora, trova un buon Psicoterapeuta che possa aiutarti nel "districare" questi elementi ingrovigliati della tua vita.
Occorre davvero chiarire bene tutta la storia che ti ha condotta fino a questo punto.
Io però credo che le tue fantasie ti stiano guidando, in qualche modo, alla comprensione.
Coraggio.
Penso che tu, nonostante queste problematiche, sia una persona capace di investire in un rapporto e sia capace di amare, questo mi sembra un fatto molto importante che ti lascia "integra" qualsiasi cosa ti sia successa in passato.
Te l'ho detto perché l'ho avvertito dalla tua lettera.
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Logo Dott.ssa Silvana Ceccucci Dott.ssa Silvana Ceccucci

3084 Risposte

6532 voti positivi

Cara Paola, penso che tu stia vivendo un periodo di profonda confusione. Sembra che tu abbia perso i tuoi punti di riferimento e stanno tornando alla luce tematiche per te dolorose. Forse è arrivato il momento per Te di chiedere aiuto ad uno specialista che possa accompagnarti e sostenerti nella ricerca delle tue risposte.
Un Caro saluto
Dott.ssa Alessandra Pisano Psicologa Torino

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Logo Dott. ssa Alessandra Pisano Psicologa- Psicoterapeuta Dott. ssa Alessandra Pisano Psicologa- Psicoterapeuta

5 Risposte

4 voti positivi

Salve Paola,
stai passando un periodo molto delicato e difficile, sei confusa e per questo sarebbe importante che tu contattassi uno specialista per ritrovare un tuo equilibrio e soprattutto per affrontare il tema dell'abuso ed eventualmente comprendere quello che ha comportato.
Un caro saluto
Dott.ssa Ilenia Faristei (La Spezia)

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2015

Logo Dott.ssa Ilenia Faristei Dott.ssa Ilenia Faristei

16 Risposte

3 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Mi sento schiava di me stessa. Omosessuale, lesbica, etero?

2 Risposte, Ultima risposta il 26 Giugno 2018

Sono bisessuale o etero?

4 Risposte, Ultima risposta il 03 Settembre 2017

Sono etero bisex o gay?

1 Risposta, Ultima risposta il 23 Aprile 2019

Amore etero o gay?

2 Risposte, Ultima risposta il 04 Marzo 2019

Etero o gay? Confuso

1 Risposta, Ultima risposta il 19 Marzo 2019

Non so se sono gay o etero

5 Risposte, Ultima risposta il 22 Maggio 2016

Sono Etero o Gay? Non capisco piú nulla.

1 Risposta, Ultima risposta il 03 Dicembre 2018

Etero?

2 Risposte, Ultima risposta il 18 Febbraio 2019

gay o etero

1 Risposta, Ultima risposta il 27 Luglio 2017