Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

È possibile recuperare un rapporto in queste condizioni?

Inviata da Patrizia il 19 gen 2016 Terapia di coppia

Salve, sono una ragazza di 27 anni. Premetto di essere seguita da circa tre mesi da una terapista, ma voglio comunque chiedere pareri diversi sulla mia storia finita male.
Tre anni e mezzo fa, ho iniziato una relazione con un ragazzo. Un mese esatto da quando ci siamo messi insieme, mi sono trasferita al nord (sono siciliana) per motivi di studio. Sono iniziati i primi problemi di fiducia da parte di entrambi. L'anno successivo decido di tornare in sicilia e continuare il mio percorso di studi in una città vicino la mia. L’anno appena trascorso ci ha allontanati moltissimo. Non abbiamo mai risolto veramente i conflitti di fiducia che avevamo accumulato e questo ci ha portato a litigare sempre di più anche per cavolate. Io l’ho sempre incolpato di non essere presente per me, lo aggredivo spesso e volentieri. Lui, quest’estate, dopo l’ennesima recriminazione da parte mia mi ha lasciata. C’è stato un tira e molla durato un mese, durante il quale io mi sono scusata e ho tentato di spiegargli che se gli ho fatto pesare molte cose è stato solo per le mie insicurezze e la mia rabbia interiore e che le cose sarebbero cambiate. Lui mi diceva che non ci credeva più, che ormai qualcosa si era rotto, e che non mi amava più, salvo poi rimangiarselo e tornare sempre con occhi sognanti. Tornata la routine, mi diceva nuovamente che non poteva andare. Siamo stati divisi tutto il mese di settembre, durante il quale io ho continuato a spiegare le mie ragioni e ad inseguirlo. E’ tornato dicendo che non mi aveva dimenticato e che nonostante ci fossero dei problemi, le cose tra noi non erano morte. Siamo stati insieme altri tre mesi, poi è scoppiato di nuovo dicendomi le stesse cose, ovvero che non possiamo più stare insieme, che si sente male ormai in questa storia perché molte cose non vanno. Che per me sente troppo conflitto, che un giorno va bene e tre non si sente tranquillo. Lamenta miei difetti che ho sempre avuto e anche mancanza di profondità del rapporto, nonostante io abbia fatto mille passi avanti nei suoi confronti, ma abbia trovato un muro. Non è mai voluto venire in terapia con me, nonostante la mia terapista reputasse utile la sua presenza per capire i miei problemi relazionali. Quando ho assunto atteggiamenti sbagliati nei suoi confronti, pur cercando di rimediare subito dicendo che era frutto della mia insicurezza e che me ne sono accorta, lui mi ha risposto che non ho niente e che non è vero.
Ci siamo visti per parlare e abbiamo finito per litigare. Ora dobbiamo vederci di nuovo, ma lui comunque è deciso e non ne vuole saperne di stare con me. Dice che non riesce più a valutare positivamente la nostra storia perché ci sono state tante cose che ha cercato di digerire ma non riesce a farsi andare giù.
Mi chiedo: com’è possibile non voler riconoscere le difficoltà dell’altro? Perché questo non conta niente nel suo giudizio? C'è qualcosa che potrei fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Patrizia,
per far durare una relazione occorrono molte cose tra cui buona volonta' di affrontare le difficolta', tolleranza, empatia e gratificazioni reciproche che non sembrano esserci più nel vostro rapporto.
Il fatto stesso che questo ragazzo non abbia voluto essere coinvolto nel tuo percorso di psicoterapia è un cattivo indicatore della volontà di fare la sua parte per prendersi cura della vostra relazione.
Penso che la cosa migliore che puoi fare sia farti guidare dalla tua terapeuta per gestire la relazione nel senso del recupero oppure della chiusura della stessa.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
Medico-chirurgo ,psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna ( Salerno ).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6681 Risposte

18719 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Patrizia
troppi tira e molla estenuanti, troppi dubbi, troppe paure, troppo di tutto questo e troppo poco di cose serene, pacifiche, romantiche e gratificanti.
Quanto è costruttiva una relazione così all'insegna del dubbio?
Ed è solo l'inizio!
Se il tuo ragazzo reagisce così ogni volta che c'è un problema e una situazione un pò difficile, che speranza puoi avere di costruire qualcosa di solido, una famiglia...avere dei figli... Aiuto!
La vedo difficile.
Tu continua il tuo percorso per consolidarti e migliorarti e se lui non vuole fare nulla per sè, per voi.... lui se ne sta andando, non lo trattenere.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6785 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Patrizia, non mi soffermo a parlare della relazione con il tuo ragazzo perché già la stai affrontando in terapia. Ti chiedo invece di provare a stare in contatto con te stessa e domandarti perché hai bisogno di chiedere tanti pareri?Sono fiduciosa che dentro di te troverai la risposta migliore ai tuoi interrogativi. In bocca al lupo! Dott.ssa Maria Giulia Mercuri, Ascoli Piceno e Grottammare

Dott.ssa Mercuri Maria Giulia Psicologo a Ascoli Piceno

20 Risposte

37 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Patrizia,
cosa pensa lepermetterebbe di sapere che il vostro rapporto si possa recuperare? In che modo potrebbe farsi aiutare dalla psicologa che la sta seguendo?

Le faccio queste domande per dare a lei la possibilità di riflettere sulla sua storia (che noi conosciamo troppo poco) e per uilizzare al meglio il lavoro che sta facendo con la nostra collega.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2030 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79300

Risposte