Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

e' possibile essere cosí dopo 18 mesi?

Inviata da Cristina Casti il 19 nov 2017 Terapia di coppia

buongiorno a tutti. vi scrivo col cuore a pezzi dopo l'ennesima notte passata nel letto con il mio compagno come se fossimo due sconosciuti. viviamo insieme da quasi subito. io avevo perso il lavoro e vivevo nella casa che fu dei miei nonni ma in una situazione non molto confortevole per cui quando mi ha proposto di andar da lui ho accettato con piacere. mi piaceva, mi sembrava l'uomo ideale per cui non ho valutato che forse stavo correndo. stavo bene con lui e non davo importanza alla sua poca passione ma col tempo ho iniziato a capire che la nostra sessualità non era normale. ero sempre io a cercarlo, per un buon periodo si lavava subito dopo che l'aveva fatto ma non è mai stato amore ma solo sesso pur amandomi tantissimo. veniva da una brutta delusione con una donna che lui dice l'ha trattato malissimo. e prima ancora da una convivenza di 8anni dove lui ha lasciato perché erano come fratello e sorella. finito il periodo di favola iniziale ho notato che non sapeva baciare e che i baci che mi da sono come quelli che si danno a un bambino..rapidissimi. stiamo sul divano a guardare la tv e non mi coccola. io le ho provate tutte...coccolarlo col cibo, fargli trovare la casa perfetta, proporre tante cose,stuzzicarlo con sex toys che abbiamo comprato insieme. all'inizio tanto entusiamo e dopo due volte tutto come prima. lo facciamo se va bene una volta alla settimana ed è rapido e sempre banale. e non lo sento, non parla, per cui ormai vengo solo se uso il vibratore. questa storia è completamente fuori dai binari. lui ha 48 anni e io 42. siamo due persone apparentemente senza problemi ma la nostra relazione mi sembra sul baratro. lui è un professionista, lavora 6/7 ore al giorno e dice sempre che è stanco. non ascolta mai quello che gli dico. è concentrato solo sul lavoro e per le sue passioni eppure dice di amarmi alla follia e vuole dei figli con me. son sicura al 1000% che non ha un altra, il suo telefono è sempre alla portata se volessi controllare e la sua vita è limpida. e' lui che è totalmente apatico. anche nella vita di coppia se gli propongo di fare qualcosa che non conosce sbraita dicendo che non gliene frega nulla e che lui non propone a me le sue cose con la differenza che io lo seguo sempre nelle sue passioni perché trovo sia bello condividere e perché non so più cosa inventarmi per avere con lui un intimità. per lui esiste solo il letto e non è neanche questione di stress lavorativo perché siamo stati in vacanza un mese e l'abbiamo fatto solo due volte. non ci divertiamo, sembriamo una coppia vecchia eppure io sono sempre stata una persona piena di vita e di passione. sono una bella donna e ho avuto tanti uomini. ho provato a parlargli tante volte del problema che abbiamo e lui all'inizio mi rispondeva che se non gli andavo bene me ne dovevo cercare un altro. poi mi diceva di cercarmi uno che non lavora. premetto che dal venerdì alle 13 al lunedì mattina non lavora. l'ho lasciato tante volte e me ne rivado a casa mia e puntualmente mi cerca disperato. e io ci ricasco come una cretina. non ho una famiglia e questo mi fa soffrire molto e il suo poco credo che sia meglio di nulla ma tante volte mi sento sola con lui e mi sembra d'impazzire. non mi dice mai che ha voglia di fare l'amore con me. non mi sento mai donna. non mi sento mai desiderata. una volta dopo che mi ha accarezzato tutto il corpo...(e non l'aveva mai fatto) mi ha detto che ha paura di non soddisfarmi invece io ho bisogno solo che mi stringa forte. non è neanche così fondamentale venire, mi basterebbe entrare in fusione con lui, un bel bacio..invece nulla..dopo pochi secondi si sposta. sto impazzendo..ditemi cosa devo fare.grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Mariacristina, l'intimità è un aspetto fondamentale in una coppia, comprendo il suo disagio. Lui da un lato la cerca disperato quando lei va via ma dall'altro quanto ha compreso il motivo per cui va via? Lui è possibile che sia frenato da qualche insicurezza (la paura di non soddisfatta mi sembra un segnale importante) ma difficilmente le distanze possono essere superate senza una condivisione profonda e una volontà di ascolto e comprensione delle reciproche difficoltà. Dal mio punto di vista è importantissimo che troviate il modo di condividere insieme come state in questa coppia, cosa vi fa stare bene e cosa no. Un percorso di coppia potrebbe esservi di grande aiuto. Un saluto - Luisa Fossati - psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

334 Risposte

389 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Saraaa76,
Lei è un giovane donna è ha il diritto di desiderare una relazione di coppia appagante, anche sul versante sessuale.
Ha provato a valutare la possibilità di un percorso di coppia con l'aiuto di una psicosessuologa? Il suo compagno potrebbe essere d'accordo?
Rimango a disposizione
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sara,

da quel che lei dice, sembrerebbe che lui si senta sufficientemente appagato dalla relazione.
Probabilmente non lo è sul piano sessuale e questo potrebbe essere un problema, per lui, di vecchia data, che peggiora con le attuali richieste di lei. Forse lui prova vergogna e gli sarebbe necessario approfondire la questione con un andrologo o un sessuologo. D'altro canto una visita con un andrologo sarebbe consigliata anche dall'età e lei potrebbe accompagnarlo.

Quel che non è chiaro è: a lei un uomo così piace? Lei si diverte a svolgere attività in cui lui non sia presente? Come la disturba il fatto di svolgere attività divertenti senza di lui? Ci sono attività che vi diverte fare insieme?

Ci sono quindi almeno due piani sui quali può muoversi: uno inizialmente medico per lui ed uno più emotivo, di rassicurazione, per lei.
Ancora prima andrebbe analizzato come parlate di tutto questo e, se aveste difficoltà a farlo, una terza ipotesi sarebbe qualche seduta di coppia.
Come potrà notare, le strade percorribili esistono e sono diverse.
Se lo desidera, può contattarmi in privato.
Buona giornata

Dott.ssa Daniela Magrì Psicologo a Roma

93 Risposte

38 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79150

Risposte