Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

È normale non avere amici e non voler fare niente?

Inviata da Maria il 17 nov 2016 Depressione

Salve,
Sono una ragazza molto giovane, ma abbastanza grande ormai da poter spiccare il volo ed essere indipendente, in quanto ho 18 anni. Il problema è che da quando ho finito scuola e mi sono diplomata, non ho più amici o un ragazzo e sono rimasta in contatto solo con una che però si è trasferita. Non esco mai quindi, passo la vita a casa perché non ho un lavoro e per l'università dovrò aspettare fino all'anno prossimo, poiché nel momento dell'iscrizione, mia madre ha dovuto fare un operazione e quindi ho lasciato tutto per occuparmi di lei mentre mia sorella e mio padre lavoravano.
Mi sento sola e depressa, a casa scarseggiano i soldi e inoltre se un ragazzo mi chiede di uscire non accetto mai perché non voglio e poi avendo cambiato casa sono anche più lontana dai posti dove andavo di solito per incontrarmi con le persone.
Non ho più motivi per uscire, non so più cosa fare e non so cosa ho, se mi devo preoccupare di essere così alla mia età.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Carissima Maria,
Mi pare di capire che hai attraversato dei momenti di cambiamento, come la fine delle superiori che segna un passaggio o il trasferimento.
Probabilmente hai gia fatto delle scelte adulte ( rimandare l'università per questioni più impellenti).
La mia domanda è: cosa ti fa pensare di non poter uscire di casa o non avere amici? Probabilmente tu sei una persona con qualità e caratteristiche che possono essere apprezzate sul piano sociale e relazionale e dovresti ripercorrere la tua storia per confermarlo, al di là del fatto che con alcune persone ti sei un po' persa di vista.
In secondo luogo, cosa stai facendo concretamente per raggiungere nuovi obiettivi come uscire o conoscere contesti nuovi? Immagino tu abbia idee sul tuo futuro, perseguile! Ricercando possibilità di azione ( un corso in palestra, un cineforum, o un lavoretto part- time) ti si aprono altrettante possibilità di fare esperienze di te stessa che adesso non sono pensabili.
Non sei "anormale". Fammi sapere come va!
Cari saluti!

Anonimo-154222 Psicologo a Padova

79 Risposte

246 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Maria,
la sua richiesta si conclude con una domanda specifica"mi devo preoccupare?" ma, da quanto lei ha esposto..mi sembra già preoccupata. Il rovesciamento di pensiero può essere dal pre-occuparsene all'occuparsene della sua attuale situazione. Solo lei può scegliere e decidere cosa le porta benessere. Se questo suo stile di vita la porta a vivere confusione, tristezza, senso d'immobilità ecc. e vorrebbe "farci qualcosa" le consiglio un percorso. A proposito delle sue difficoltà economiche le consiglio di informarsi se, nella sua città, esistono studi, associazioni o enti che, come noi, elaborano la parcella anche in base alle possibilità economiche del soggetto richiedente.

Cordialmente,
Studio dott. Gramaglia
Torino

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

330 Risposte

125 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Maria,
è vero che hai 18 anni ma l'espressione "sono ormai abbastanza grande" mi sembra un po' affrettata. E' vero che sei cresciuta, ma ognuno di noi, anche da adulto, continua a conservare il bisogno di essere sostenuto ed amato. Crescere non fa per forza rima con distacco, che è ben diverso dall'indipendenza che si può ottenere anche appoggiandoci agli altri nei momenti di difficoltà. Credo, però, che la tua parte adulta abbia avuto una grande presenza in questo periodo in cui, purtroppo, per diverse circostanze sei stata chiamata a dare un'accelerata alla tua crescita, forse tralasciando quegli aspetti più ludici e divertenti che di solito fanno parte della vita di una ragazza giovane. Credo che in questo momento, correggimi se sbaglio, tu possa avere bisogno di ricostruire un po' la tua rete di amicizie, attività, tempo da dedicare a quello che ti piace fare, che è ben diverso da quello che DEVI fare. Credo che tu possa chiederti ed imparare a ricostruire una sfera della tua vita orientata al divertimento, al coltivare delle passioni e delle attività piacevoli, slegate dal solo senso del dovere.
Mi sembra che il piatto della bilancia per un bel po' di tempo sia stato tutto spostato sul senso della responsabilità, e forse vada riequilibrato con il senso della leggerezza e del divertimento. Buttati nella vita, fiorisci, divertiti, questo non vuol dire per forza essere irresponsabili, ma dobbiamo essere in equilibrio tra le due dimensioni per essere felici.
Un abbraccio
Dott.ssa Anastasia Zottino
Psicologa
Aprilia (LT)

Dott.ssa Anastasia Zottino Psicologo a Aprilia

36 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Maria
in questo ultimo periodo, se ho capito bene, hai dovuto affrontare diversi cambiamenti: hai terminato le scuole superiori, hai cambiato casa, ti sei allontanata dai tuoi amici, hai dovuto prenderti cura di tua madre. Insomma, non poco!
Non credo che tu sia anormale, ma tutti questi cambiamenti e tutti insieme certamente ti hanno destabilizzata. Probabilmente cerchi di ritrovare un tuo equilibrio e così scegli di non mettere altra "carne al fuoco" : ti rintani a casa ed eviti di metterti in gioco andando a cercare nuove amicizie.
Questo è normale in un primo momento, funzionale al fatto che devi ricaricare le pile e ristabilire un equilibrio soprattutto emotivo. Poi, però, bisogna rimettersi in moto altrimenti si potrebbe davvero passare da una fase normalmente depressiva ad una depressione vera e propria. Cerca di premiarti facendo qualcosa che ti piace (cinema, palestra, teatro,...) e che ti dia la possibilità di stare in mezzo agli altri. Sforzati un poco di socializzare, non negarti nuove amicizie o nuovi amori. Dopo tutto te lo meriti, no?!
Se non riesci a sbolccarti, puoi rivolgerti ad uno psicologo che possa sostenerti in questo momento per te difficile (tieni presente che puoi rivolgerti gratuitamente anche alle strutture pubbliche, come i consultori).
Auguri!
Cordialmente

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

545 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Maria,
mi pare di capire che abbia affrontato diversi momenti di cambiamento e transizione. Essi comportano, la maggior parte delle volte, una conseguente ri-organizzazione delle proprie abitudini e della propria vita in generale.
Per quanto riguarda le attività sociali, potrebbe iniziare ad informarsi ed impegnarsi in attività gratuite promosse dal suo Comune/Paese. Potrebbe esserle utile anche impegnarsi in attività sportive, come il jogging, che può fare gratuitamente nella sua zona e che porta a conoscere altri con la stessa passione.
Inoltre, ha pensato all'eventualità di trovarsi un lavoro (anche part-time) nel frattempo che aspetta di iscriversi all'università? Farebbe una nuova esperienza, che le consentirebbe anche di permettersi qualche sfizio/desiderio, come semplicemente l'iscriversi in palestra o ad un corso di zumba se le piace (o comunque ad altri luoghi di aggregazione giovanile). Inoltre, un lavoro potrebbe portare a nuove conoscenze.
Potrebbe essere che il fatto che ora viva queste nuove situazioni l'abbia portata a sviluppare un po' di sfiducia e pessimismo verso la socializzazione. E' sempre stato così? Come mai ora, se un ragazzo le chiede di uscire, rifiuta?
Inizi a guardarsi intorno e a sperimentarsi in nuove attività di socializzazione.
Se tale situazione dovesse portarle ulteriore disagio potrebbe rivolgersi ad uno psicologo della sua zona, online, oppure al consultorio familiare della sua città.

Resto a disposizione!

Un caro saluto

Dott.ssa Giorgia Salvagno
Psicologo online e a Venezia

Dott.ssa Giorgia Salvagno Psicologo a Venezia

119 Risposte

97 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Maria,
innanzitutto è da comprendere se non hai amici per tua scelta e/o per inadeguatezza sociale oppure perchè vivi ora in un posto troppo isolato.
Anche se così fosse, le possibilità offerte dai social network aiutano molto ad accorciare le distanze e potresti servirtene per mantenere almeno i contatti che avevi prima.
Suppongo però che il motivo principale della tua solitudine sia l'ansia sociale e ciò sembra confermato dal fatto che, senza dare spiegazioni, ti rifiuti se qualche ragazzo chiede di conoscerti e di uscire con te.
Occorrerebbe allora che tu, con l'aiuto di un terapeuta, cercassi i motivi di questa tua chiusura che ti comporta poi anche un calo del tono dell'umore e acquisissi maggiore competenze sociali.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6617 Risposte

18530 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Maria,
personalmente non credo sia mai molto utile chiederci se sia normale o meno avere o non avere amici. Qualunque risposta non terrebbe conto della sua situazione che, da quello che ho capito, è complessa e delicata e sicuramente può spiegare la sua difficoltà ad uscire di casa. È vero che la sua è l' età in cui si inizia ad uscire di casa e dalla famiglia ma in una situazione ben differente dalla sua. Da come scrive, mi viene in mente quanto l'aver assunto una dimensione molto adulta, a tratti genitoriale, possa frenarla rispetto allo spiccare il volo, anche per la paura che se lei non si occupa di sua madre e della famiglia non lo può fare nessuno. Credo sia in questi elementi che può trovare risposte ma soprattutto domande che potranno aiutarla a comprendere la sua situazione... Resto a disposizione per qualunque chiarimento...

Dott. Daniele Regini Psicologo a Albano Laziale

134 Risposte

70 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19350

domande

Risposte 78400

Risposte