È la scelta giusta o sono un’egoista?

Inviata da Giulia · 21 apr 2022 Terapia di coppia

Quasi 7 mesi fa dopo un anno di relazione (ho appena compiuto 19 anni), il mio ex da un giorno all’altro ha deciso di lasciarmi; questo perché era depresso da molto tempo e gli hanno dato un antidepressivo che l’ha fatto diventare apatico. Lui stesso diceva ad esempio, che sua madre sarebbe potuta morire e non gli sarebbe cambiato nulla. Così ha smesso di provare sentimenti anche per me e si è trasformato in un’altra persona, come se fosse morto improvvisamente dentro di me. Ho vissuto malissimo la cosa. Non avevo mai amato così, senza riserve, senza volere niente in cambio, incondizionatamente, probabilmente saremmo rimasti assieme per sempre se lui non fosse stato depresso. Per 3 settimane non ero riuscita ad andare a scuola per gli attacchi di panico, e ho pianto ogni giorno per mesi, vomitavo per la mia sofferenza quando mi svegliavo, e ancora oggi se vedo qualcosa che mi ricorda lui sto profondamente male, come se rivivessi i bei ricordi passati assieme e non riuscissi a capire come sia potuto succedere. A volte mi sembra di odiarlo, e di essermene fatta una ragione, altre volte la ferita si riapre e sento la sua mancanza, anche se so che in fondo avrebbe continuato a trascinarmi nei suoi problemi e stare con lui non mi avrebbe fatto bene; ma lo amavo talmente tanto, che non mi importava di come stavo io, e l’affetto è rimasto radicato in me. Circa due mesi fa ho conosciuto un ragazzo, c’è stato il colpo di fulmine, ho sentito subito di amarlo. Avevo avuto altre frequentazioni frivole dopo il mio ex ma mi annoiavo subito, c’era solo del sesso. Invece col ragazzo che frequento adesso si era instaurata una profonda connessione mentale che mi ha fatto prendere la decisione di mettermi con lui molto in fretta. Vorrei capire se ho fatto uno sbaglio ad iniziare una nuova relazione stando ancora spesso male per ciò che era accaduto con il mio ex. Quando vedo di persona il mio attuale ragazzo non ci penso, mi godo il tempo con lui e sento di amarlo moltissimo, ma quando siamo lontani fisicamente io mi sento distante emotivamente e penso al mio ex ed è come se avessi la costante paura che il mio attuale ragazzo possa farmi soffrire allo stesso modo, e stesse mentendo sui propri sentimenti nei miei confronti. Mi dà ogni giorno tutto quello che il mio ex per il suo malessere non mi dava, per la prima volta mi trovo in una relazione senza se e senza ma, che non è a senso unico ma nella quale mi trovo davanti una persona che mi dimostra amore e volontà di migliorare sempre le cose. Mi sento in colpa nei confronti del mio ragazzo perché non si merita di essere trattato freddamente come spesso accade, ma sento che la mia relazione passata mi ha lasciato dei forti traumi. Posso continuare la mia attuale relazione? È normale pensare al proprio ex in una nuova relazione?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 APR 2022

Cara Giulia, il suo racconto è molto intenso e mi fa comprendere il suo malessere. La fine di una relazione non è mai facile, è una sorta di lutto e come tale va elaborato e accettato. Quando iniziamo una nuova relazione portiamo con noi tutto il nostro bagaglio di esperienze e, purtroppo, capita che le sofferenze passata vadano ad influire sulle gioie future impedendoci di vivere al meglio la nuova esperienza.
Dal suo racconto mi sembra di capire che lei ha sofferto tanto nella sua relazione precedente, le potrebbe essere utile iniziare un percorso su sè stessa che le sia di supporto per affrontare i suoi vissuti e vivere più seramente il presente.
Resto a disposizione, anche online

Un caro saluto,
Dott.ssa Sara Manzoni

Dott.ssa Sara Manzoni Psicologo a Treviglio

466 Risposte

160 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2022

Gentile utente,
sarebbe utile restare e soffermarsi sui suoi vissuti, interni e personali nella relazione con l'Altro.
Questo vuol dire non coprirsi gli occhi e andare avanti, dritti come un treno e completamente anestetizzati rispetto ai vissuti che sperimenta.
Questo ci sembra aver caratterizzato la sua relazione passata e ora in quella attuale, laddove non sentire e non vedere sembra essere una efficace strategia per andare avanti. Sembra, questo è il punto.
Cordialmente,
Studio Associato Dott. Diego Ferrara Dott.ssa Sonia Simeoli

Dott. Ferrara Dott.ssa Simeoli Psicologo a Quarto

573 Risposte

301 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2022

Giulia cara, certamente la tua relazione precedente ti ha ferita ed ha lasciato in te alcune questioni irrisolte.
Al fine di vivere una relazione che sia serena e funzionale è necessario riuscire a stare bene con sé stessi per poter donare all'altro serenità e accrescere in questo modo la relazione insieme.
Da ciò che scrivi traspare la tua voglia di metterti in gioco e di affrontare al meglio le difficoltà.
Consiglierei un supporto per affrontare un percorso introspettivo che possa portarti a capire meglio cosa provi ed in che direzione tu voglia andare. Resto a disposizione nel caso tu voglia intraprendere questo percorso, anche online.
Un abbraccio e buona giornata.

Dott.ssa Chiara Dini Psicologo a Cascina

8 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20900

psicologi

domande 35550

domande

Risposte 120900

Risposte