È amore o voglia di avere qualcosa che non posso avere?!

Inviata da Sara · 9 mag 2016 Terapia di coppia

Ho 25 anni e sono fidanzata da 3 anni. Sul lavoro ho conosciuto una persona, fidanzata, che non abita nella mia stessa città. Un ragazzo che non rispetta proprio i miei canoni di "ragazzo ideale" ma un ragazzo semplice, come me. Abbiamo iniziato a parlare, ridere e scherzare in chat. Poi sono iniziate le videochiamate, i mi manchi, ti penso sempre ecc. Sono passati 3 mesi e ci siamo visti una sola volta. La mia sensazione subito dopo esser stata con lui è stata un vuoto, sapevo benissimo che sarebbe stata l'ultima volta. Entrambi siamo molto presi dalla situazione, quando parliamo tutto il resto svanisce, poi chiuse le telefonate, ognuno ritorna nella propria realtà (un po' più triste). In questi giorni gli ho confessato che forse sarebbe bene chiudere qui, per non soffrire ulteriormente. Lui di tutta risposta mi ha detto che anche lui si impone di essere razionale, di non lasciarsi andare, altrimenti "sarebbe la fine", ma che comunque preferisce avermi così che non avermi proprio. Io so benissimo che non lascerà mai la sua ragazza, la cosa che mi spaventa di più è il fatto che quando penso a questa storia, il fatto che io sia fidanzata non mi tange per nulla. Sarei disposta a fare qualsiasi cosa. Da qui la mia domanda: la mia è soltanto voglia di raggiungere l'obiettivo o provo davvero qualcosa? Ho un ragazzo che mi ama e che non mi fa mancare nulla..anche se è un periodo in cui litighiamo spesso..forse mi sono lasciata andare con questo nuovo ragazzo per questo motivo? Non so cosa fare, continuo a ripetermi che lasciarlo andare sia la scelta migliore, poi basta un suo messaggio per dire "ma sì, cosa mi costa"? La mia felicità sicuramente! Spero di essermi spiegata abbastanza, grazie a chiunque voglia rispondermi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 MAG 2016

Cara Sara
sei entrata in questo circolo vizioso in cui non si comprende davvero bene se "è nato prima l'uovo o la gallina" cioè se questo nuovo ragazzo è subentrato per la noia insita nella tua relazione ufficiale o se è la sua presenza ad aver affievolito il feeling tra te e il tuo fidanzato attuale.
Fatto sta che così la situazione è stagnante e non porta da nessuna parte.
Inoltre seppure a te il fatto di essere fidanzata "non ti tange" (parole tue), ciò non significa che non sia scorretta e davvero poco carina verso il tuo ragazzo.
Essendo due persone giovani te e il "lui" che hai incontrato, non si capisce se siete tanto "presi" cosa impedisce un "ribaltamento" dell'attuale situazione di entrambe se davvero volete stare insieme.
Se nessuno dei due ne tu ne lui, sente di far concretamente combaciare parole e azioni, per dare spessore e coerenza a questa relazione ..allora si tratta di un gioco sterile e un pò decadente...scorretto verso i rispettivi partner e un poco ozioso.
Questo è il mio parere.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7801 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2016

Gentile Sara,
penso che quando, nel corso di una relazione, nasce un interesse per un'altra persona è perchè c'è qualcosa che non va più bene all'interno di questa relazione.
Spesso si sa anche che cos'è che non va più bene ma si preferisce tacere per falso orgoglio oppure perchè si spera che poi le cose cambino da sole sicchè, per consolarsi, si preferisce andare a "rubare la marmellata" piuttosto che affrontare il partner e dirgli "...guarda che ci sono queste cose che non mi vanno bene. Che vogliamo fare?!...".
Pertanto, il mio consiglio è quello di chiedersi cosa non le va più bene della sua relazione e affrontare l'argomento col fidanzato (o col partner) potendo così anche verificare qual'è l'atteggiamento dell'altro che a volte è addirittura ignaro del problema.
Soltanto dopo è possibile fare le valutazioni del caso!
Se poi non si hanno gli attributi (= l'assertività) per un confronto chiaro e onesto col partner, prima di fare altro sarebbe il caso di consultare uno psicoterapeuta per un training di assertività e autostima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8300 Risposte

22555 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2016

Se nella tua testa c'è un altro, e il tuo fidanzato è diventato "un soprammobile" cui hai fatto l'abitudine, potrebbe essere che non sei più innamorata.
Succede, sei giovane, Anche se le cose vanno bene e non ci sono motivi eclatanti: le storie possono finire.
Però l'altro che tiene in qualche modo il piede in due scarpe...non prende nemmeno lui una decisione.
A volte la fantasia è più vivida della realtà che si può avere paura di vivere...

Allora Sara, è il momento di stare per un po' da sola, e trovare qualcuno che per te valga e per il quale vali per intero e non solo a metà e lasciare il uo attuale fidanzato a qualcuno che sappia amarlo.

Lasciare la comfort zone non è mai facile, ma te lo devi. O no?

Claudia Popolillo - Studio Logos Psicologo a Lodi

213 Risposte

251 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAG 2016

Cara Sara,
a 25 anni , non può essere la fine di niente , semmai ,vi è la possibilità che sia l'inizio di qualcosa e non necessariamente di una travolgente storia d'amore, ma sperabilmente, di una altrettanto travolgente storia con se stessi e la conoscenza dei propri bisogni , necessità, impulsi, e valori morali, quelli veri che affondano le proprie radici , non nel pensiero collettivo ( del si fa o non si fa perchè la legge famigliare o sociale lo impone), ma nel mondo degli affetti veri ,passati e presenti, quelli che impongono responsabilità e lealtà verso chi ci ama, è stato amato e ci ha mostrato fiducia . Se lei è incerta oggi ,è perchè qualcosa di più forte e vigoroso si frappone tra lei e la tiepidità di sentimento che la lega in questo momento al suo fidanzato. Credo che questa tiepidità ed eccessiva prudenza sia la stessa con cui lei tratta se stessa : senza vero amore e trasporto . Alla sua età , le esperienze vanno vissute , poichè non vi saranno oltre le stesse possibilità e opportunità, ma forse ,solo una maggiore frustrazione, aggravata magari dalla presenza di uno o più figli, accolti con la stessa intensità con cui oggi condisce la relazione col suo ragazzo. Prendersi una pausa di riflessione e vivere appieno la nuova storia con lo spaventato nuovo partner , non potrà che affievolire il suo attuale senso di colpa e farle meglio comprendere chi è e cosa desidera. Potrebbe scoprire che non va bene nè il primo nè il secondo ragazzo, che forse lei desidera percorrere un tratto di strada da sola o che le piacciono uomini meno pavidi o rassicuranti come le tagliatelle della nonna: buone, nutrienti ma senza quel pizzico di piccante che una ragazza della sua età dovrebbe esigere dai rapporti amorosi.
Cordiali saluti
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Psicoanalista Junghiana
Parma

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Psicologo a Parma

192 Risposte

687 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAG 2016

Cara Sara,
è chiarissima la sua situazione e soprattutto il suo senso di incertezza e confusione.
Io credo che in primis debba concentrarsi su stessa e sulla relazione che ha con il suo fidanzato. Mi spiego meglio. Innanzitutto è necessario che capisca quali sono i suoi bisogni, progetti, aspirazioni...in poche parole quello che la fa stare bene e che veramente vuole per se stessa. In secondo luogo potrà allora riflettere sulla natura della relazione col suo fidanzato e cercar di capire se quella storia deve essere recuperata o è meglio lasciarla andare. E, io credo, che solo dopo tutto ciò riuscirà ad aver chiaro nella sua mente se la storia con il collega sia amore, uno sfogo o un passatempo.
A disposizione.
Buona giornata
Dott.ssa Erica Cicuto

Dott.ssa Erica Cicuto Psicologo a Portogruaro

25 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAG 2016

Buongiorno Sara, prima di tutto le dico che è stata molto chiara nell'esprimere quali siano i suoi dubbi e le sue incertezze in questo momento. Secondariamente ci tengo a dirle che per capire cosa voglia in questo momento, dovrebbe aver chiaro quali siano i suoi bisogni individuali. "Di cosa ha bisogno Sara per essere felice?, Quali sono i valori di Sara?" trovando le risposte a queste domande capirà che non ha bisogno di un'altra persona per la soddisfazione dei suoi desideri, e di conseguenza capirà chi vuole accanto. Buona giornata. Dott.ssa Silvia Casamatti

Dott.ssa Silvia Casamatti Psicologo a Parma

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36500

domande

Risposte 124700

Risposte