Dubbi sul mio percorso terapeutico

Inviata da Olimpia · 7 giu 2021

Buongiorno!
Vorrei esporvi alcuni dubbi riguardo il mio percorso terapeutico e il rapporto con la mia psicoterapeuta.
Sono in terapia da dicembre. Al principio è stata decisamente dura. Ho perso completamente la bussola. Alla fine della prima seduta la psicoterapeuta mi disse che - a suo parere - non mi conoscevo. Via via è venuto fuori che il mio atteggiamento nei confronti della psiche era troppo logico e cognitivo e che quel che io credevo 'introspezione' in realtà era soltanto 'ruminazione'.
Al principio mi sono dibattuta fortemente contro queste affermazioni. Successivamente però ho cominciato a far luce e sono giunta alla conclusione di aver curato così attentamente il mio lato artistico e visuale - sono un'illustratrice - da aver trascurato fortemente il mio lato umano - emotivo, soprattutto. Di conseguenza, anche il piacere di produrre, a un certo punto, è venuto meno. La mia incapacità di connettermi con il mio lato emotivo non mi permetteva di provare piacere durante il processo artistico. Mi sembrava di fare azioni meccaniche.
Ho cominciato a notare di non riuscire a far corrispondere arte e cuore e che la prima era cresciuta e marcita al contempo, non ricevendo sostegno dalla mia emotività. Non a caso, mi trovavo spesso a vagare, priva di senso. Mi pareva di fare x senza esser veramente coinvolta in quell'attività.
Non appena ho cominciato a distinguere gli schemi che da tempo mi portavo dietro e che contaminavano la mia espressività - non soltanto artistica - ma sopratutto emotiva, ho cominciato a togliere le erbacce e a vedermi meglio. Anche la mia arte sta meglio. È come se avessi ritrovato il piacere o, per lo meno, l'incipit al piacere. So che il percorso è ancora lunghissimo, ma sento di aver fatto un primo passetto.
Oggi son tornata dalla mia psicoterapeuta dopo un mese e mezzo in cui - per problemi di salute - ho dovuto sospendere le sedute. Le ho detto che riuscivo a vedere meglio, che adesso sapevo distinguermi meglio come essere umano. La sua risposta è stata che, invece, mi sono persa e che continuo a credere di connettermi con la mia psiche, ma rimango sempre in superficie.
Le ho mostrato il mio disappunto e le ho detto che, probabilmente, non ero riuscita ad espormi bene per via della mia fatica nell'esporre i miei lati più emotivi, ma lei continua a sostenere che io mi illuda di essere emotiva, affettiva e spirituale pur essendo ancora interamente cerebrale.
Adesso mi sento parecchio confusa. Io mi sentivo, e mi sento tutt'ora, più connessa, più rispettosa dei miei stati emotivi e più leggittimata ad essere in primis una persona e non soltanto una macchina produttiva.
Ora mi chiedo: stando a quel che dice la psicoterapeuta, mi sto soltanto ingannando?
Francamente non riesco a trovare chiavi di lettura.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 GIU 2021

Buongiorno Olimpia, purtroppo sulla base delle sue poche informazioni non è possibile esprimere una risposta alla sua domanda finale. Tuttavia, mi sento di dirle che il rapporto psicoterapeutico si basa sulla fiducia, chiamata alleanza terapeutica; proprio sulla base di questa è possibile risolvere i nostri problemi, conflitti, ecc perché significa mettersi nelle mani di un professionista, collaborare insieme e accettare che forse il nostro punto di vista non sempre (anzi la maggior parte delle volte) è corretto proprio perché siamo troppo invischiati nelle nostre dinamiche e nei nostri schemi di pensiero. Sicuramente la sua psicoterapeuta la conosce ed avrà espresso un giudizio rispetto a questo. Può chiedere il perché alla sua psicoterapeuta e chiarire i vostri punti di vista. Le campane sono due: la terapeuta non è un'eroina che non commette mai errori, quindi certo, è possibile in quanto essere umano che si sia sbagliata; d'altro canto è anche possibile che la sua "ruminazione" la porti su un'altra strada e la convinca di essere connessa alle sue emozioni, quando in realtà potrebbe essere un'altra caratteristica propria di questo pensare.
Spero di esserle stata utile!
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Lombardi

Dott.ssa Stefania Lombardi Psicologo a Cascina

73 Risposte

19 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 GIU 2021

Gentile Olimpia,
da quanto esprime ha iniziato ad intraprendere in questi mesi di psicoterapia un lavoro di comprensione del suo funzionamento, il suo non valorizzare l'area del piacere e l'integrazione tra mente, corpo ed emozioni, strada dura per tantissime persone.
Se ha sentito dei miglioramenti anche rispetto alla sua professione è sicuramente sulla strada giusta, ma forse al sua terapeuta vuole dirle che ci vuole tempo per mettere da parte vecchi schemi di comportamento, vecchie abitudini. Magari fermarvi insieme su dove lei si percepisce come emotiva, affettiva mentre la sua terapeuta dice che è cerebrale può aiutarla a comprendere il punto di vista dell'altra. Le parli di questi suoi dubbi e confusione.
Se poi dovesse venire meno la fiducia nella sua terapeuta ricordi che questo aspetto, l'alleanza terapeutica insieme alla motivazione al cambiamento, sono i motori basilari di ogni percorso di psicoterapia.
Forse la potrebbe aiutare affiancare alla sua terapia un percorso Mindfulness (corso MBSR) o anche solo delle sessioni individuali di meditazione di consapevolezza, perché nel qui ed ora, senza giudizio, porta la persona verso la modalità dell'essere anziché del fare e aiuta a sentirsi, a risvegliare la sensorialità, a riconnette il corpo con la mente e le emozioni.
Se volesse approfondire questi aspetti o avvicinarsi alla Mindfulness sono a sua disposizione, anche online.
In bocca al lupo per il suo percorso, cordialmente,
dott.ssa Raffaella Ramazzotti psicologa psicoterapeuta sistemico-relazionale
istruttrice di inerventi basati sulla Mindfulness

Dott.ssa Raffaella Ramazzotti Psicologo a Ancona

73 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Buongiorno Olimpia,
ogni professionista ha il suo modo di lavorare sul quale, in quanto collega, non posso dare opinioni. Dirle se si sta solo ingannando sulla base delle informazioni che ha dato è molto difficile, dovrei averne molte di più. Penso che ogni percorso terapeutico porti a dover mettere in discussione qualcosa di se stessi e che questo non sempre sia facile e indolore. Si dia del tempo per capire meglio se può essere o meno d'accordo, esprimendo la sua opinione laddove vuole esprimerla.
Spero di esserle stato di aiuto.
Un saluto, Dott. Alessandro D'Agostini, Centro Meta

Centro Meta Psicologo a Roma

32 Risposte

32 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Buongiorno Olimpia,
può darsi che la sua psicoterapeuta la stia mettendo in guardia da facili illusioni, che potrebbero portarla ad abbandonare il lavoro. Ritrovare la connessione con il proprio lato emotivo, a lungo trascurato, richiede tempo e pazienza., non si può programmare e monitorare a tavolino!! Abbia fiducia e continui a parlarne con la sua terapeuta. Le auguro il meglio. Dott.ssa Franca Vocaturi

Franca Vocaturi Psicologo a Torino

366 Risposte

169 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Cara Olimpia,
la cosa più importante in un percorso di psicoterapia è la fiducia nel terapeuta; la collega, che senz'altro ha avuto modo di conoscerla meglio di me, che ho a disposizione poche righe scritte, avrà avuto i suoi punti di riferimento per offrirle una visione diversa dalla sua.
Se questo è stato l'unico momento in cui ha avuto divergenze di pensiero si conceda ancora qualche altra occasione per verificare se ha bisogno di andare verso un'altra direzione e quindi lasciare un percorso intrapreso.
Le auguro il meglio nella sua vita
Dott.ssa Oriana Parisi
Neuropsicologa e Istruttrice Mindfulness MBSR

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

461 Risposte

283 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Gentile Olimpia,
è in primo luogo importante per lei centrarsi sulle proprie emozioni, sulla percezione reale dei propri bisogni e su stessa.
Alla luce di quanto espresso, sembrano apparentemente contrastarsi due verità, che probabilmente sono in parte entrambe giuste giuste. La sua capacità o, meglio riscoperta, di portare alla luce aspetti di sé posti in ombra, ha rappresentato e rappresenta un grande successo da non perdere di vista per il futuro.
Questo inizio di percorso di consapevolezza di talenti e potenzialità sue personali l'ha portata a centrarsi e creare dei confini tra e il mondo esterno parzialmente adeguati, che dovrà nel tempo affinare. Il sentirsi meglio e la riscoperta della vena artistica sono aspetti essenziali per un percorso di vita sempre più salutare.
Ciò tuttavia non va confuso con una risoluzione reale e completa della problematica.
Per poter creare una sintesi concreta tra figura (superficie) e sfondo (strato più profondo del sé) potrà essere necessario, a seconda della sua condizione reale, di un proseguo di terapia.
Tuttavia, potrebbe riflettere sulla compatibilità tra Lei e lo psicoterapeuta, nel senso di rapporto di fiducia ed empatia, che si è instaurato.
Per qualsiasi chiarimento può contattarmi anche online

Dott. Stefano Vitaliani Psicologo a L'Aquila

4 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29700

domande

Risposte 100950

Risposte