Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Dubbi o poca chiarezza del sentimento?

Inviata da Davide · 14 gen 2016 Terapia di coppia

Salve a tutti sono Davide,un ragazzo di 22 anni.
Ho deciso di scrivere qui dopo un periodo di crisi.
Sono fidanzato con la mia ragazza da un anno e mezzo, per me è la prima relazione che affronto in quanto non ho mai voluto relazioni inutili o "spassi" da sabato sera.

La relazione per me è partita subito in quarta, i primi mesi (5/6) tutto è stato stupendo, li considero i giorni più belli della mia vita quando una mattina ho iniziato a formulare nella mia mente il dubbio fatidico su cosa realmente provassi verso di lei. Per me quel dubbio non ha più avuto fine, va ad alti e bassi torna e va via di giorno in giorno. Ho cercato di seguire consigli di amici, e parlando pure con la mia ragazza con cui parlo molto, i quali mi consigliavano di non farmi più questa domanda. Effettivamente se non ci penso la domanda scompare e ritorno a provare sensazioni stupende.
Quando son con lei questi dubbi non ci sono mai e va tutto a meraviglia.
Lei è una ragazza stupenda, veramente non ho ancora trovato un difetto. Ed è questo il punto.. Non ha difetti e come mai non riesco ad amarla come vorrei? Per me questo problema è molto rilevante in quanto considero la mia ragazza parte importante della mia vita e quindi solo farmi queste domande mi lacera il cuore.

Il punto è che tornan e van via tornan e van via alternando in me momenti di gioia e amore sincero e sentito a momenti di tristezza in cui io mi interrogo su tutto ricadendo molto spesso in ansia e paure di qualsiasi tipo.. Le domande più ricorrenti sono: "la amo davvero?" "Cosa provo con lei?" "La sto prendendo in giro?" "Magari sono stufo?" "Cosa non va?" "Perché ho questi dubbi? Magari son sinceri e non la amo.." Un botta e risposta continuo..

Vi scrivo cercando non tanto risposte perché quelle dovrò darmele io, ma consigli e parole di persone che magari questi sentimenti li conoscono meglio di me.
Purtroppo questa cosa mi rende veramente triste e quello che dico sempre alla mia ragazza è che se riesco a superare queste sensazioni di "non amore" la nostra relazione un giorno potrebbe veramente divenire qualcosa di importante.

Secondo la mia morosa mi faccio tutti questi dubbi perché non accetto il fatto che l'innamoramento/infatuazione/stato di gioia perenne iniziale si sia placato, secondo i miei amici anche perché ci vedono bene tutti assieme ed io rinuncio molto spesso a uscire con chiunque per stare con lei.
Forse queste rinunce e imposizioni che mi faccio per star con lei dovrei eliminarle e prendermi i miei spazi, forse dovrei smetterla di pensare all'amore come una sensazione perenne di gioia... Fatto sta che non riesco a uscire nonostante i dubbi persistano da parecchio..molti mi han detto pure di lasciarla se non sistemo, ma purtroppo non ci riesco a sprecare un occasione così..non ne passano due nella vita.


Mi scuso se son stato confusionario spero di aver dato un idea di quello che provo.

Ringrazio tutti per risposte e chiarimenti che leggerò veramente con cura ed attenzione.

Grazie veramente, Davide.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 GEN 2016

Buongiorno Davide,
c'è molta confusione nelle sue parole. Il vero punto forse è capire come mai non si lascia pienamente andare in questa relazione. Come mai razionalizza così tanto un sentimento? Perché ha così paura di sbagliare? L'amore non è uno stato di perenne gioia ed euforia, è un sentimento che matura e cambia nel tempo crescendo con l'andare del tempo. I primi mesi sono sempre i più elettrizzanti e euforici, ma poi si ridimensionano e lasciano spazio ad un sentimento più forte. Dalle sue parole sembra come bloccato e paralizzato, senza la possibilità di darsi una occasione in questo rapporto.
Se questa cosa la tormenta così tanto da poter rovinare la vostra relazione, si rivolga ad uno psicologo. Dietro a tutta questa insicurezza potrebbe esserci qualche problema emotivo.
Un saluto

dott.ssa Miolì Chiung
Studio di Psicologia Salem
Milano

Anonimo-125892 Psicologo a Milano

220 Risposte

913 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 GEN 2016

Buonasera Davide, ciò che colpisce del suo racconto è la chiarezza con cui espone i suoi dubbi e i suoi pensieri in merito a questa relazione che sembra essere molto importante per Lei. Il punto principale su cui La invito a riflettere non è tanto la veridicità dei suoi sentimenti ma piuttosto la motivazione che la spinge a porsi queste domande. Quindi piuttosto che domandarsi "la amo o non la amo" potrebbe domandarsi cosa sta accadendo in questo momento nella relazione per cui Lei sembra confondersi così tanto su ciò che prova.
Dal momento che questi dubbi sembrano limitare la sua relazione sentimentale al punto tale da pensare di rinunciarci, forse può esserLe utile soffermarsi su tale aspetto con l'aiuto di un professionista.

Cordialmente.

Centro di Valutazione Psicologica Psicologo a Roma

2 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GEN 2016

Caro Davide
sin dalla premessa della tua lettera si comprende bene che tu sei un tipo in cui prevale "la testa" sugli istinti e il tuo modo di essere "giudizioso" ti ha portato a rifiutare relazioni occasionali e sensa senso.
Ora però questa egemonia mentale rischia di infrangere la bellezza e la purezza di sentimenti verso questa ragazza e quindi cerca di prendere il sopravvento sulle belle e appaganti emozioni.
Dietro questo iperlavoro della mente si nasconde la paura che agisce come "carburante" del conflitto mente-emozioni.
Questa paura nasconde probabilmente una profonda insicurezza.
Questa insicurezza è quella che occorre comprendere e curare.
Cosa potrebbe esserci dietro?
Cosa ha portato a questa tua "egemonia" mentale.
Si tratta di ritrovare e quilibrio e di dare molta fiducia alle emozioni come veicoli del vero sentire.
Ricordati che, come dicevano gli antichi anche il cuore pensa e vede.
Alcuni dicono che "non si vede bene che con il cuore"
Io penso che servano tutti e due. sia mente che cuore ma forse il cuore mente meno della mente.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6928 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GEN 2016

Salve Davide, da quanto scrivi è chiaro che la tua mente è carica di pensieri e rimuginii. Quando questi si attenuano i sentimenti verso la tua ragazza tornano ad essere chiari. Probabilmente il fatto di pensare ad un amore per tutta la vita ti crea disagio nel vivere il legame presente. La tua maturità ti porta a pensare alla relazione amorosa come legame che richiede serietà e impegno, ma in questo momento probabilmente il senso di responsabilità ti opprime tanto che parli di pochi spazi per te. Un ciclo di consulenze psicologiche potrebbe aiutarti a prendere consapevolezza di come stai vivendo la relazione attuale e di come affrontare le tue conflittualità interne. Dott.ssa Maria Giulia Mercuri -Ascoli Piceno

Dott.ssa Mercuri Maria Giulia Psicologo a Ascoli Piceno

20 Risposte

38 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GEN 2016

Caro Davide,
la spiegazione sul perchè ti vengono questi dubbi richiede degli approfondimenti preferibilmente in sede di psicoterapia.
Potrebbe dipendere da lati fragili della tua personalità per tue insicurezze magari presenti anche in altri ambiti della tua vita oppure potrebbe dipendere da rabbia e insoddisfazione inconscia per essere assorbito troppo da questa relazione oppure da un confronto tra l'entusiasmo dei primi periodi e la routine del momento attuale o potrebbe infine dipendere da altri motivi ancora.
Mi sembra di capire che comunque questa relazione per te è importante e va salvaguardata.
Pertanto prima di inquinarla o avvelenarla insinuando dei dubbi e/o pensieri negativi anche nella tua ragazza col rischio di sfociare nella "profezia che si autoavvera" ti suggerisco di parlarne con uno psicoterapeuta per un approfondimento.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6881 Risposte

19181 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GEN 2016

Buongiorno gentile Davide,
i dubbi le vengono quando è solo con se stesso e sono accompagnati da tristezza, ebbene, c'è qualcosa in questi momenti in cui è in relazione solo con se stesso che la riportano ad un malessere - rappresentato dai dubbi circolari e dalla tristezza - che probabilmente ha radici antiche, risalenti forse alla sua infanzia e/o adolescenza, dove qualcosa chiede di essere compreso ed elaborato.
Non è un caso che questo disagio le si presenta di fronte ad una vera relazione - in contrapposizione con il vivere di "spassi" - in quanto una relazione amorosa vuole un riassetto psicologico impegnativo e se ci sono "conti" abbandonici in sospeso, questi la riportano all'ascolto.
Questa è solo un'ipotesi che andrebbe approfondita ed elaborata in un percorso psicologico de visu.
Se con il tempo non riesce a risolvere il disagio e la tristezza che ne deriva, forse è il caso di rivolgersi ad uno psicologo/a psicoterapeuta, la psicoterapia ad impostazione psicodinamica sarebbe la soluzione più afficace.

Le facci i miei migliori auguri per la sua coppia.

Cordiali saluti

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2818 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83650

Risposte