Dubbi in amore dopo attacco di panico

Inviata da Anonimo · 19 mar 2017 Terapia di coppia

Salve a tutti. Chiedo un consulto per una situazione che sta diventando davvero molto difficile da sostenere.
Ho 33 anni e sono felicemente fidanzata da 6 anni. Pochi litigi. Mai nessun dubbio. Passione, serenità, senso di sicurezza che mi ha fatto capire che lui sarebbe stato l'uomo della mia vita. E questo pensiero mi rendeva ancor più felice immaginando la vita meravigliosa con lui.
Non ho mai avuto fretta di andare a convivere. Io ho un lavoro sicuro a 100 km da lui,ci vediamo ne fine settimana quando torno a casa dei miei.Lui lavora saltuariamente e sta completando gli studi per aprire uno studio dentistico.
Ogni tanto abbiamo litigato perché io volevo si trasferisse da me, ma poi la cosa veniva dimenticata ed abbiamo proseguito (comunque serenamente) fino a due settimane fa, quando, in un'altra lite ho detto che dovevamo andare a vivere insieme da subito. Lui risponde si. E improvvisamente mi sento male. Mi viene un attacco di panico. Riconosco i sintomi perchè ne ho già sofferto.
In un attimo mi è sembrato di non riconoscere più lui ne me. Ho passato 4 giorni chiusa in casa dei miei genitori, con lui. Perchè senza di lui non mi sentivo serena. Sembravo migliorare. Ma ora sono ossessionata da questo dubbio che ho avuto e non faccio altro che interrogarmi sulla mia relazione. Non valuto la possibilità di lasciarlo, perché so che sarebbe un fallimento, tornerei da lui. Non posso immaginarlo con un'altra. Voglio avere una vita con lui. Ma ho sempre questo senso di ansia.
Sono in cura da uno psichiatra dal mese di ottobre 2016. Andai in cura in seguito all'ennesimo attacco di panico: ero convinta di avere un tumore.
Nell'ultimo seduta ho iniziato ad elencare tutta un serie di considerazioni sul mio fidanzato, per cercare di capire da dove viene questa ossessione se sono comunque sicura di amarlo e di voler stare con lui. Il medico mi ha interrotta dicendo che sto cercando l'origine della mia ansia nel posto sbagliato.
Secondo lui il problema è che io sono morbosamente attaccata alla mia famiglia. Mia madre in particolare. Non riesco a staccarmi da loro.
Io non mi sento donna, ma ragazza. Non mi sento una futura madre, mi sento figlia. Mi sento di dover essere accudita, mi sento protetta in casa mia.
E' su questo secondo lui che dobbiamo focalizzare l'attenzione e non sul mio ragazzo.
Probabilmente, in questo momento, io lo vedo come una minaccia che può staccarmi dai miei genitori e questo fa crescere i dubbi?
Ma perchè se il reale problema è il distacco dai miei io non faccio altro che disperarmi per la paura di perdere la mia relazione? La vita meravigliosa che voglio con lui? Quando lo vedo ho come l'impressione di non conoscerlo. Sei anni vissuti intensamente ed ora sono così distante da sembrare uno sconosciuto. Io vorrei solo sistemare tutto, a volte preferirei tornare ad avere attacchi di panico sulle malattie! Perchè questa cosa di mettere in dubbio lui mi sta uccidendo.
Vi ringrazio

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 MAR 2017

Gentile ragazza sono d' accordo con le considerazioni del suo psichiatria. Magari ne parli con lui del fatto che non riesce a collegare i sentimenti che prova a queste interpretazioni e che si sente confusa, fidarsi ed affidarsi sono due aspetti fondamentali in un percorso terapeutico.
Dott.ssa Silvia Rotondi

Dott.ssa Silvia Rotondi Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Roma

125 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte