doppio trattamento in diversa circostanza, perché?

Inviata da marcello · 14 gen 2019 Terapia di coppia

Mi chiamo Marcello. Ho una collega che più di un anno fa ha preso una cotta per me durante la cui fase aveva occhi, voce e orecchie solo per me, sembravo essere un dio per lei, ne faceva di ogni, anche agli occhi dei colleghi.

Lei ha una figlia e un compagno, io una fidanzata. Premetto che c'è oggettivamente da parte di entrambi una forte chimica, però sono riuscito a contenere le pulsioni tanto è vero che mi sono guadagnato l appellativo di uomo di ghiaccio (e un po me ne vergognavo pure...)!


Da quando ho provato a farla uscire allo scoperto ha iniziato a negare tutto, persino cose fisiche come il fatro dei continui abbracci che mi dava e le attenzioni evidenti ormai a chiunque, da li si è rotto il giocattolo.. da una parte mi lasciava intendere che avrei fatto bene a lasciarmi perchè avrei trovato "qualcuna" migliore, dall'altra mi diceva che non le piacevo che mi ero fatto mille film e quant'altro (ma se qualche volta ho provato un approccio più intimo di un rapporto tra colleghi, si è tenuta tutto.. con occhi da innamorata.. abbracci, baci amichevoli, ricambiando con sorrisi maliziosi.. menomale non le piacevo mi dicevo..) in ogni caso da quel giorno però ha iniziato a svalutarmi e allontanarsi più volte, la rincorrevo per tenere a galla la bella amicizia che comunque si era creata (e sarebbe l unico mio intento attuale), lei tornava qualche mese ma cmq non più come prima, per poi rianllontanarsi. Se provavo io a chiudere il rapporto allondanandomi da lei (una volta togliendole il saluto, altre volte saluntandola ma restando freddo alle sue attenzioni e rifiutandone abbracci e quant altro, un altra volta bloccandola al tel) reagiva prima con rabbia fino a vederla sbiancare in volto (con tanto di clamore da parte dei colleghi) e chiaramente depressa per poi passare alla fase della seduzione, tutta dolce per abbordarmi e appena ottenuto il mio riavvicinarmi mi sbatteva puntualmente la porta in faccia in qualche modo per ferirmi, riallondanandomi e tornando a rincorrermi.. un ciclo continuo.


A tt quello che ha fatto ci associo tratti paranoici (da lei mi sono sentita dire: non so se sono paranoica io ma da un giorno rispondi a tutti sul gruppo whatsapp tranne a me, dimmi che ti ho fatto di male meritandomi tutto cio... altra volta mi disse smettila di parlare della tua fidanzata in ufficio o di altre colleghe perché lo so che lo fai per farmi ingelosire... altra volta mi disse pensi che non mi sia accorta che sul gruppo mi hai risposto solo il giorno dopo x farmi un dispetto? e.via.discorrendo) poi anche guida spericolata, le dipendenze dal fumo, in passato dalle droghe leggere, dal gioco etc. Anche a casa col marito le cose non vanno bene, mi raccontava che è un continuo rincorrersi a vicenda, confermandomi che era stufa ed.esausta di.rincorrere le persone a cui lei vuol bene....


Attualmente il rapporto è il seguente. L ho ferita con le.parole dicendole di farsela con quelli scostumati come lei e di lasciarmi in pace smettendola di infastidirmi.. il mio intento era allontanarla.per sempre ma ha fatto prima l offesa per poi riaddolcirsi e.ricercarmi ancora fin che riottenendo la mia amicizia ha iniziato a farmela pagare, applicandomi su whatsapp e telefono una sorta di silent treatment, non risponde più a telefonate ne a messaggi (nemmeno importanti di lavoro) da circa due mesi e mezzo. Nell ultimo mese è tornata a rispondicchiare (fredda) a un msg su quattro (i miei sono messaggi normali, non di affetto), a volte non legge nemmeno le mie risposte per interi giorni, altre volte legge ma mi risponde solo dopo tre quattro giorni a.una mia esplicita domanda (nel.frattempo è attiva su whatsapp con altri colleghi/ghe) in ogni caso facendo vedere come se a lei  non importasse più nulla di me, mandandomi ad es. per auguri un immagine riciclata, mai fatto prima, facendo vedere come fossi io che la cerco e non più il contrario (infatti a voce mi ha confermato "mi spiace ma saro' un po e un po.. lo vedi? sei tu che continui a cercarmi".. ma se le dico vedi che se mi dici che ti da noia quando ti scrivo, è inutile che nn rispondi,  io mi faccio da parte senza problemi, mi risponde "ma tu non mi dai noia, mi puoi scrivere....")


però al tempo stesso, pubblicamente davanti ad altri o di persona da sola con me, si comporta l opposto come se non fosse accaduto niente, mi abbraccia, mi sbaciucchia, davanti ad altri mi parla affettuosa ma con voce come se mi conoscesse da  una settimana... regali che trovo sulla scrivania, biglietti con cuori e frasi affettuose, ricerca di attenzione fisica (es desiderio di abbracciarmi e guai se mi.rifiuto, di sedersi inconsapevolmente accanto a me ovunque io sia, di seguirmi fuori se vado a.fumare anche se è subissara di lavoro, di seguirmi persino in altri uffici distanti 10minuti di macchina dove lei non avrebbe necessità di andare ne tantomeno nessuno l ha mandata, solo x star li in silenzio ad osservarmi e sperare che io mi sciolga in un saluto affettuoso o un abbraccio).


Domanda. Cosa vuol dire secondo lei questa differenza di trattamento? Ci terrei a sapere un parere.


All ultima risposta che mi ha dato, giunta.cinque giorni dopo la mia domanda mi scrive "mia figlia sta meglio. tu tutto bene?" io ormai esausto ho risposto con un secco si e non mi sono fatto più sentire da tre settimane... lei che è anche orgogliosa fa lo stesso. Quando le dissi, vedi che se.tu fai così, io mi stanco prima o poi, rischi di perdere un'amicizia importante.. mi risponde col sorriso "eh pazienza" e io "va bene allora non ha più nemmeno senso avere i numeri di telefono, cancelliamolo e amen", risposta.. "no, non voglio".


In pratica da un certo pt di vista è come se si stesse dando la.zappa sui piedi in quanto, da quando mi hanno spostato di ufficio ed è impossibilitata a trattarmi di persona come prima se non a cene o uscite tra colleghi, il tel è l'unico mezzo di comunicazione, ma lei stessa lo sta penalizzando col conseguente rischio di perdere il controllo.

Se da un lato x me sarebbe un bene, dall altro comunque c avro a.che fare nelle nostre.uscite serali per cui preferisco non chiudere del tutto altrimenti rischio di penalizzare me stesso non avendo più voglia di vederla per cui non mi sentirò  piu nemmeno di frequentare i miei adorati colleghi.


Ma sono sicuro che prima o poi mi riscriverà sfruttando festività o quant altro, sempre.per.non dare la sensazione di cercarmi spontaneamente, cosa fatta.tutti i giorni per.quasi due anni.... ho intenzione di rispondere ma senza dare sensazioni di sofferenza o felicità. Sbaglio?


In ogni caso... saprebbe consigliarmi anche se c'è un modo per ripristinare da parte sua un minimo di spontaneità, ovvero di rispondermi o cercarmi quando ha voglia (mi dicono che spesso di lamenta che io non mi faccio sentire quindi lei vorrebbe...) che riesca ad uscire da questo blocco psicologico in cui è entrata adesso per cui vuol.far.vedere.che non mi pensa imponendosi di non chiamarmi non cercarmi e se lo faccio io di rispondermi solo in certe occasioni solo x.farmi un dispetto?


La ringrazio infinitamente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 GEN 2019

Gentile Marcello,

da quello che ha scritto e soprattutto dai numerosi interrogativi che si pone rispetto a questa "relazione" mi sembra ci siano tantissimi dubbi e pensieri che affollano la sua mente (e forse che la portano a rimuginare?).
Purtroppo pur descrivendo nel dettaglio la situazione, non è possibile dire cosa l'altro voglia o quale sia il senso dei suoi comportamenti.
Una delle cose che è possibile fare, con il supporto di uno psicologo, è riflettere sul perché per lei è così importante avere una risposta a questi dubbi.
Le auguro di stare presto bene,
Dott.ssa Bertoli Giuly

Dott.ssa Giuly Bertoli Psicologo a Viareggio

28 Risposte

30 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte