Dopo la Morte del Mio Terapeuta

Inviata da Anonimo · 20 apr 2015 Elaborazione del lutto

Morto il mio Terapeuta,ho vissuto due giorni di pianto e subito dopo mi sno attivato nella remissione del mio Disturbo.Non so come mai,ma oggi mi e' molto chiaro il problema della mia anima e se prima parlavo di "guarigione" parziale,oggi sno del tutto consapevole.Il mio problema e' stato orientare la mia Sfera Emozionale su Slogan Bloccanti Generalistici e non sulla Realta'.Oggi sento nella realta.Prima Sentivo,nell'Ambiente,ma in risposta a Diktat interiori di sguardo che mi facevano svirgolare dal dato reale.Porto un esempio.Se guardo un Uomo,cio' che provo dipende da come mi sento rispetto a quell'Uomo.Ma se il sentire lo intrappolo in un Assioma Razionale,ecco che l'Uomo che hai davanti non lo vedi piu' ma senti sulla base di un funzionamento disadatattivo creato da Te su domanda logica creata da stimolo esterno(Uomo incrociato per strada)Cioe' sentivo sulla scorta di un Pensiero creato da una Procedura fissa Logica,esito di una Antica risposta disadattativa di un Momento che non esiste piu'.Per cui se internamente hai provato disagio per esserti sentito una Femminuccia piu' xhe un Vero Uomoa 12 anni,l'incontro con un Uomo casuale produceva un disagio(ansia)in risposta non all'Uomo che avevi davanti ma al dubbio sul tuo Esser vero Uomo con xonseguenziale proiezione negativa in avanti(sono gay).Stesso discorso se passava una bella ragazza..;li' c'era una proiezione in avanti al solo sguardo(e' bella dunque si devono guardare le donne belle proiettandomi in avanti in negativo: mi rifiutera',ansia);stessa cosa nello studio,le persone con le palle sanno vedersi i fatti loro all'Universita',dunque io devo essere in gamba negli studi e proiettandomi ancora una volta da adattato in avanti rispetto all'esito dell'Esame/bocciatura vivevo in ansia il presente su basi ossessive di infallibilita'.Tutte queste costruzioni mentali avevano in comune un dato:il non accorgermi di come mi sentivo rispetto alla realta' che era l'Unico dato vero davanti ai miei occhi.E' quella che decide chi siano nell'Unico Momento in cui Siamo:Ora.Io mi sono autoingannato sul piano emozionale dando grande risalto al dato cognitivo,esito di Generalizzazioni Interne Interiorizzate a protezione del Se e ho affidato la mia Emozionalita' al Pensiero,non nella Realta'.Il Pensiero e' al servizio di come mi sento e non il contrario tenendo presente l'Unico Dato certo:La realta'.La mia disfunzione era emozionale;il Se non si consentiva di esprimersi emozionalmente nel Momento in cui Sentiva,ma era intrappolato da Slogan a guida potenti come Totem,ovviamente inconsapevolmente.Altro autoinganno era la convinzione che la mia gestualita' avesse il potere di creare disagio nel Prossimo,per cui la dipendenza affettiva e la collusione si sviluppavano sull' Assioma che i miei possibili comportamenti avrebbero potuto danneggiare il prossimo in modo importante(proiezione negativa) o peggio un parente in difficolta',grazie sempre al solito funzionamento di adattamento a Slogan Generalistici(e quindi di disadattamento) con proiezione futura negativa:Esempio..La scelta di uscire alle Otto avrebbe creato disagio nella mamma perche' il sentire era orientato non tanto sul dato reale ma sulla convinzione che le mie azioni avessero poi(proiezione negativa)creato danno al benessere della Mamma nella convinzione che fossi tanto importante nelle sorti dell'Altro(Egocentrismo).Sia chiaro che questi disagi si mantengono intatti nel tempo in modo inconsapevole con convinzioni e xonvincimenti che partono da generalizzazioni esito di un Genitore Interno Critico e Normativo.Sentire nelle Regole e Procedure e non nella Realta'.Al contrario,Sentirsi immersi nella realta,spiega che lo sguardo unico possibile e' sulla Realta',che senti in ogni momento.E' il posizionamento stereotipato e generalizzante xhe mi ha bloccato l'Anima e che proveniva da stati d'Animo vissuti in tempi Passati,Imbalsamati in Astrazioni/Totem Guida e eiproposti nel Presente con proiezioni in avanti negatuve.Cosi' Io mi sno paralizzato.Essere qui ed ora e sentirlo,consapevole dei propri slogan bloccanti richiede uno sforzo importante per la persona e scoprire l'autoinganno e la banalita' della soluzione interna(Basta sentire la realta')lascia felicemente consapevoli e sbigottiti per la Semplicita' della Novella.Ho fatto tutto da solo con il Mio Amico e senza uso di farmaci.Sno soddisfatto della Consapevolezza del Disagio e sento il Mio Se espanso nel Mondo.Voglio continuare a lavorarci poiche' non ero abituato a sentire la realta' con i Miei Occhi(intesi quelli della Mia anima)qui ed ora.A differenza di prima della morte del Terapeuta,oggi la sfera Emozionale e' tutta proiettata sulla realta' e il pensiero intrusivo che usavo per regolare il Bambino Adattato,ha perso di significato.Il disagio impulsivo su stimolo esterno,a controllo del Se,sno in grado non solo di bloccarlo ma so come lo attivavo per cui,e' un funzionamento che manterro' slo se mi trovo un individuo che mi punta una pistola alla tempia:Mi blocco.Non so dirvi se avro' piu' episodi disadattativi o forse direi Ossessivi,ma sno consapevole di cosa mi sia voluto dire con questo disagio molto invalidante:Senti con la tua Testa la realta'!.Il mio Terapeuta mi ha parlato di Disturbo da disadattamento Cronico.Io personalmente ritrovo un Me che ha regolato il suo sguardo sul Mondo con uno schema Ossessivo e sviluppando in modo inconsapevole in chiave compulsiva una ipersessualita' molto marcata e priva di affettivita'per compensare il disagio creato dal Mio Genitore Interno sul mio Bimbo Adattato.E' proprio facendo sesso che ho avuto l'intuizione di non provare niente xon una bellissima ragazza.Da li ho poi lavorato su come mi sentivo rispetto alle belle ragazze,per scoprire che l'Oggetto donna in se,mi era indifferente e spiegandomi concretamente come sia cio' xhe sento per una Donna e non la Sua Immagine ad arricchirmi.A me interessa la Donna che mi Emoziona,non il Suo Corpo o meglio guardo anche il Corpo,l'Odore,lo Sguardo..insomma Lei..Avevo uno sguardo parafiliaco prima sulle donne.Poi ho sviluppato il bisogno,recuperando il Se,di incrociare e scambiarmi in modo reciproco con l'Anima della Donna che avevo davanti.L'Oggetto(Oggetto) e' diventato solo uno strumento nulla di piu' Sembra di toccare l'Anima di una Donna con il Proprio pene e sno perfettamente in grado di decidere io quando eiaculare.Prima era eiaculazione precoce fissa..Sul discorso gay,guardando la realta',sento di non provare attrazione e desiderare maschi,mi sono indifferenti e xosi' ho risposto nel qui ed ora al dubbio recuperando xome mi sento nel Momento;la generalizzazione sulle belle donne,stessa xosa:le belle donne rimangono belle donne,ma sono Oggetti:Io desidero scambiarmi con chi si percepisce Donna e si emoziona con Me.La donna non e' una cosa da adorare,ma e' come me Anima e Mente e Xorpo;da Uomo, l'Oggetto donna mi e' indifferente e l'Ansia davanti ad una bella donna e' scomparsa.Direi che sento il bisogno si cio'xhe prima mi spaventava ovvero incrociarmi nella reciprocita' con la donna che mi emoziona,senza colludere in Inconsapevoli Relazioni.Lo Studio beh,anche li' terminata l'Ossessione di Fallire e riposizionandomi nel qui ed ora,mi crea interesse qui ed ora.Direi che essere nel qui ed ora,consapevole e responsabile e'la ricetta per la felicita',immersi nel mondo fatto di Impermanenza .Gestald,cognitiva,Transazionale e personalmente aggiungo Filosofia Agostiniana sno stati mi miei strumenti di Illuminazione e Guida,insieme alla passione per il kung fu e in particolare il Jet Kune do,che basa tutto sul qui ed ora e sulla impostazione del Se,Adattato all'Ambiente esattamente come l'Acqua.Sento di poter farcela avendo me stesso accanto.Ora le Tacniche non mo servono piu',ho il mio Se.Un bacio al mio Amato Terapeuta che non e' piu' con Me e xhe mi ha donato la Conoscenza e liberato la Forza per uscire da una Trappola che sembrava senza sbocchi.Grazie Amico Mio.Migliorero' ancora.Non avro' pace fino a quando il mio Se non sara' Immerso nel qui ed Ora.Sono oggi Meccanico della Mia Anima.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 APR 2015

Caro Franco,

onestamente non ho letto tutto il suo messaggio, non ce l'ho fatta, troppa fatica a cercare sprazzi di lei in mezzo a tante costruzioni filosofiche di cui non c'è bisogno. Però le scrivo di cuore, mi dispiace molto che la sua relazione terapeutica si sia interrotta in questo modo irreparabile, anche io, pur sapendo che non è colpa sua, sarei arrabbiata se il mio terapeuta mi avesse lasciato così. Spero che abbiate avuto abbastanza tempo da avervi nel cuore e nella mente reciprocamente per potervi accompagnare ogni giorno anche nell'assenza di un incontro fisico. Cari saluti

Dr.ssa Federica Brucchietti Psicologo a Milano

21 Risposte

42 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte