Domanda difficile: quale terapia è più adatta a me?

Inviata da Peter · 14 gen 2021

Salve,
sono un ragazzo di ventiquattro anni che ha bisogno di aiuto. Da tempo ormai sono schiavo di un vuoto che alberga nella mia anima e che non vuole andare via. Non ho scopi nella vita, non trovo passioni alla mia portata, non faccio nulla che mi dia un'emozione, che mi lasci vivere l'illusione di un sogno. Si chiama crisi esistenziale, depressione? Non lo so. Di sicuro ho compreso che quel vuoto non potrò mai colmarlo o allontanarlo da solo. Per questo voglio iniziare una terapia, che vuol dire per me iniziare a vivere, perché fino ad ora ho soltanto respirato e nemmeno troppo bene. Ma il problema è: quale terapia sarebbe più adatta a me?
Per quanto io sia diventato un tipo lamentoso, a cui non gira mai nulla per bene, senza amici veri, senza relazioni intime di contenuto, la cosa che più mi dà fastidio è la consapevolezza di tutto questo e l'incapacità di reagire, di incominciare a fare. Sono anche presuntuoso, talmente presuntuoso che prima ancora di parlare con un esperto faccio lo psicologo di me stesso e mi illudo di aver trovato il motivo per cui mi trovi in questa situazione, il cosiddetto trauma. Forse avrei anche ragione, ma è ovvio che "nessuno si salva da solo"! Ho cercato il dialogo con l'Altro: parlo della mia malinconia e nessuno mi comprende, vengo addirittura deriso. Le persone che dicono di volermi bene pensano che i miei non sono problemi, che quello di cui avrei bisogno è soltanto una scossa, un qualcosa in cui credere. A loro sembra facile...probabilmente sto perdendo gli anni più belli della mia vita alla ricerca di qualcosa che fa fatica ad arrivare e loro ridono. Che mondo...a causa loro o causa mia(questo non lo so) delle volte-anzi, troppo spesso- penso di essere nato nel momento storico sbagliato, cosicché rinnego tutto intorno a me invece di cominciare ad accettare. La vita non è facile, per di più sono io il primo ad ostacolarmi...Ormai sono affondato dentro di me e non riesco più a risalire...Ma è dentro di me la ragione di tutto e voglio trovarla! Potreste aiutarmi?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 GEN 2021

Buonasera Peter,

Mi rendo conto quanto sia difficile convivere con questo vuoto che sente. A volte da soli non è possibile comprenderne le cause, si sa solo che fa male. Lavorando su se stesso, grazie l'aiuto di un professionista, potrà far luce sulla situazione che sta vivendo. Cerchi uno Psicoterapeuta con il quale si sente al suo agio, compreso e libero di parlare di tutto quello che le viene in mente.
Un caro saluto,

Dott.ssa Roberta Michela Fenoglio

Dott.ssa Roberta Fenoglio Psicologo a Torino

8 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GEN 2021

Caro Peter,
si percepisce molta tristezza dalle Sue parole, ma noto anche un bel modo di esprimersi. A volte è difficile far comprendere il proprio malessere anche alle persone più care. Spesso non sanno come reagire e, senza volerlo, contribuiscono a una frustrazione maggiore. Bene che ci sia questa speranza di potersi affidare a qualcuno, di farsi aiutare, di stare meglio. Le serve una mano per risalire. Rispondo alla Sua domanda come spesso rispondiamo qui a domande simili, perché la maggior parte di noi ci crede. Non cerchi il tipo di terapia, cerchi il terapeuta. Decida se vuole cercare nella Sua zona per lavorare in presenza oppure online, cerchi chi Le ispira fiducia, prenda contatti, faccia domande che ha bisogno di fare. Vuole trovare la ragione di tutto e vedrà che la troverà. Le faccio i miei migliori auguri.
Dott.ssa Katarina Faggionato

Dr.ssa Katarina Faggionato Psicologo a Vicenza

422 Risposte

196 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GEN 2021

Caro Peter,
immagino che la sensazione di "vuoto" (come lei la definisce) sia davvero difficile da sopportare, per questo la incoraggio a cercare l'aiuto di un professionista che saprà sicuramente aiutarla a superare questo momento di crisi. Capisco che sia arduo resistere alla tentazione di cercare di capire da solo che cosa succede e quale sia la causa, ma credo sia meglio rivolgersi a qualcuno che, grazie alle proprie competenze, possa aiutarla al meglio a dandole le giuste chiavi di lettura per comprendere il suo disagio.
Piuttosto che orientare la ricerca verso il tipo di terapia adatta, le consiglio di cercare uno psicoterapeuta che le ispiri fiducia e con il quale possa sentirsi compreso.
Cordiali saluti

Dott.ssa Fulvia Messina Psicologo a Cosenza

60 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97350

Risposte