Dolorosa fine di un rapporto sentimentale o forse no?

Inviata da Moretta · 29 mag 2012 Terapia di coppia

Salve a tutti e grazie anticipatamente della vostra attenzione. Meno di 3 settimane fa il mio compagno mi ha lasciata, dopo 2 mesi di incertezze e dopo quasi 8 anni di rapporto. E dopo 2 anni di crisi con tanti motivi e forse nessuno che abbia un senso compiuto. Io sono distrutta, questo è uno dei miei giorni migliori e forse solo per questo sono riuscita a fare qualcosa che abbia un che di positivo, cioè venire su questo sito. Ma a parte questo, già avevo pensato di consultare l'aiuto di qualcuno, forse lo farò, a parte questo mi chiedo se i miei dubbi possano essere reali. Lui ha 48 anni, un matrimonio fallito alle spalle, un figlio, un'infanzia piena di solitudine, per la prematura mancanza della madre, il vissuto lontano dal resto della famiglia e ancora la prematura mancanza anche del padre. Una vita a lottare con problemi economici, non sto a dire i sacrifici e la continua mancanza di soddisfazione o anche solo di tranquillità. Poi ci siamo trovati e abbiamo passato anni di grande amore, una storia complicata, ostacolata da tante cose, ma vera e sincera. Poi ho cominciato a sentirlo allontanare, circa 2 anni fa, quando finalmente ha chiuso le cose precedenti ed è andato a vivere da solo e stava cominciando a concretizzarsi il futuro con me. Hanno cominciato i litigi, la sensazione che tutto di me gli desse fastidio, e anche (seppur ora abbia capito che ho sbagliato) i dubbi che il suo cuore e la sua mente avessero preso il largo per un'altra donna. In quei due anni ho sempre tentato di comunicare con lui per sistemare i problemi non appena si presentavano, ci credevo davvero che si potesse fare, ma lui sembrava contrario anche solo a parlarne, più che mai a cambiare qualcosa. E alla fine il "non sono sicuro di aver fatto bene a lasciarti ma non sono più innamorato di te e non posso continuare così perchè mi sento vuoto", ovviamente riassumendo. Sicuramente non accetto questa separazione, ma prima di accettarla ho bisogno che qualcuno mi aiuti a capire se è possibile che questa rottura non sia veramente all'interno della nostra storia ma forse più verosimilmente dentro di lui. Crisi di mezz'età, crisi del settimo anno, e leggende varie che hanno però un significato.. A me è sempre apparso come un uomo solido, molto solido e anche se molto chiuso di carattere mi è sempre apparso come un uomo aperto e disponibile alla possibilità di impegnarsi per chiedere il conto alla vita. Lo avevo scelto soprattutto per questo, lo rendeva eccezionale ai miei occhi. Ma forse mi sono sbagliata? Forse dentro ha sempre avuto problemi e traumi e mancanze che neppure lui ha voluto o vuole vedere? Sono a pezzi, odio tutto della mia vita e tutto di me stessa perchè da 8 anni tutto era dedicato a lui, me stessa e la mia vita. Devo capire.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 GIU 2012

Gent. Moretta, scrivendoti mi chiedevo se questo fosse uno pseudonimo,il tuo nome o un nomignolo affettuoso.E' sicuramente un nome che dice forte molte cose di te,moretta sembra una bambina disorientata,abbandonata.
Di moretta non sappiamo l'età,sappiamo che Lui ha 48 anni.sappiamo che lui l'ha lasciata dopo otto anni di rapporto.
Mi colpisce che Moretta cerca all'esterno le motivazioni della fine di questo rapporto..la crisi del settimo anno,una nuova donna... sai Moretta se ti rileggi,come spesso accade ,leggerai la risposta al tuo dolore. Hai costruito tutto intorno a quest'uomo,nessuno vuole avere una responsabilità così grande. Riprenditi la tua vita,costruisci per te,sai dopo una tossicodipendenza si rinasce...la dipendenza non è solo nei confronti delle droghe. Abbi cura di te .
Dott. ssa Valeria Rinaldini

Dott.ssa Valeria Rinaldini Psicologo a Napoli

67 Risposte

49 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 GIU 2012

Cara Moretta,
sono d'accordo con i precedenti pensieri dei colleghi.
E' questa una forte, dolorosa, triste situazone emotiva per Lei, come scrive. Ma penso anche che sia un'occasione molto importante per osservare il Suo modo, la Sua aspettativa, i Suoi bisogni affettivi nella relazione e cominciare a darsi delle risposte, più che a consumarsi di domande, come comunemente facciamo tutti. Penso che per quanto diversi, i vostri "mondi" si siano incontrati.
Ciò che essenzialmente noto, seppur da poche righe, è che forse entrambi abbiate avuto timore di una relazione più profonda forse. Lui si sente "vuoto" e Lei si sente abbandonata.
Magari un inizio di un percorso terapeutico, è un nuovo inizio per buone e soddisfacenti cose.
un caro saluto.

Dott.ssa Elisa Fagotto Psicologo a Portogruaro

334 Risposte

187 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 GIU 2012

Cara Moretta,
sono assolutamente legittime la Sua curiosità di conoscere come mai sia finita la sua storia e la Sua volontà di capire maggiormente la persona che Le è stata accanto per otto anni.
Tuttavia, noi psicologi non possiamo dare un significato al comportamento del suo ex compagno senza prima aver ascoltato anche lui, i suoi vissuti, le sue emozioni..
Per quanto riguarda Lei invece, appaiono chiari la Sua sofferenza, il Suo dolore, le Sue aspettative infrante. E' importante che elabori questo momento difficile, che riprenda in mano la Sua vita, dandole nuovi obiettivi e nuove aspettative.
Non conosco la sua età, la sua professione, non conosco buona parte della Sua vita, però il mio suggerimento è quello di raccogliere le forze, come ha fatto in fondo già scrivendo questo messaggio, e di chiedere aiuto ad un professionista, in modo da affrontare con lui questo grande dolore che si porta dentro.
In bocca al lupo.
Dott.ssa Marianna Vallone. Roma

Marianna Vallone Psicologo a Modena

108 Risposte

63 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2012

Gentile signora, prima di tutto c'è da capire quale sia il suo livello di sofferenza. Se dovesse essere troppo alto renderebbe difficile per lei gestire la situazione nel modo migliore. Per questo sarebbe importante che vedesse almeno il suo medico di base. In merito alla relazione che ha descritto penso che lui potrebbe aver avuto bisogno della vostra relazione per motivi diversi da quelli alla base di una relazione amorosa più classica (perdoni il termine, non ci sono relazioni classiche ma serve per farmi capire). Da parte sua credo sarebbe bene capire i perché lei si sia annullata. Tanti auguri

Alessandro Degasperi Psicologo a Trento

91 Risposte

56 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 MAG 2012

Cara Moretta,
leggendo il tuo scritto sembra davvero che tu abbia un pochino perso di vista te stessa, tutta orientata verso l'altro con le sue problematiche e difficoltà. E vero che poi ricadono su di te, ma cerca di iniziare a mettere te stessa al primo posto, con i tuoi desideri, i tuoi problemi, i tuoi pensieri, i tuoi bisogni. Cerca una persona competente che ti possa aiutare in un percorso di conoscenza interiore e che ti possa aiutare a vedere le situazioni con più oggettività. Cordiali saluti. Dott.ssa Francesca Zoppi

Dott.ssa Francesca Zoppi Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Verona

112 Risposte

154 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 MAG 2012

Salve Moretta,
mi colpisce molto che lei parli molto di lui e così poco di se stessa, come se ancora tutto fosse dedicato a lui. Credo che debba ricominciare proprio da qui, dal dedicare tempo e spazio a se'.
La invito a fare un percorso psicoterapeutico, dove potrà comprendere cosa è successo, soprattutto dentro di lei, quali aspetti di se' e quali aspettative ha messo in gioco all'interno di questa storia e soprattutto a capire di cosa lei ha bisogno e come fare per soddisfare i suoi bisogni.
Coraggio!
Dr.ssa Alfonsina Pica, psicologa e psicoterapeuta

Dott.ssa Alfonsina Pica Psicologo a San Miniato

102 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 MAG 2012

Buongiorno Moretta,
quanto è utile conoscere il perchè? Cambierebbe lo stato delle cose e le decisioni prese? Il perchè è utile soltanto se utizzato per motivare e motivarsi.
se lei vuole decida di prendere la sua vita a prescindere dalle vicissitudini e migliorare la sua condizione attuale. Credo che dopo aver conosciuto il come sono andate le cose, sia importante per una persona, se vuole ribadisco, orientarsi sul COME fare per stare meglio, COME fare per essere piu' felice, COME fare per raggiungere la felicità e una condizione diversa rispetto a quella presente.
Ecco, se lei desidera tutto questo può ottenerlo. Le motivazioni che hanno indotto un'altra persona a fare delle scelte le sa soltanto l'altra persona, quindi se deciderà di fare un lavoro terapeutico, focalizzi l'attenzione si di sè, perchè la sua condizione la può migliorare e cambiare, a quella di un altro ci penserà, se vuole, l'altro.
Buona giornata

Dott.ssa Roberta De Bellis Psicologo a Gallarate

231 Risposte

134 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2012

Gentile signora, dalla sua esposizione emerge il suo comprensibile dolore e smarrimento!
dal suo racconto è emerso un disegno della sua vita come tutta dedicata all'uomo che ha amato e che ha voluto a tutti i costi salvare dalle sue sofferenze, emerge anche, peròche durante questo periodo ha trascurato se stessa;dall'altro lato, credo che il suo ex compagno avrebbe bisogno di di intraprendere una terapia personale, affinchè possa rendersi conto del fatto che poichè è sempre stato abituato ad avere una vita complicata, in un certo senso sta bene quando appunto le cose vanno male, mentre quando tutto si risolve prova disagio e quindi manda all'aria tutto, così come ha fatto con la vostra storia!
Credo che lei non debba quindi odiare la sua vita e se stessa, ma essere solo fiera di sè, anche se rammaricata per avere dedicato tutta se stessa ad un uomo che a causa delle sue sofferenze passate ha difficoltà a vivere serenamente!
un grande in bocca al lupo!

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2012

Gentile Moretta,

le questioni sentimentali sono sempre le più complicate da affrontare.
Sicuramente penso che le farebbe utile non solo comunicare le sue emozioni su un sito come questo, ma affidare le sue "memorie" ad uno psicologo che sappia aiutarla e costruire con lei un percorso in grado di chiarirle la sua situazione.
La risposta ai suoi dubbi e alle sue incertezze è dentro di lei, forse l'aiuto di uno psicologo potrebbe aiutarla a riconoscerla.
Le auguro il meglio

Cordialmente
Dott. Marco Ardesi

Studio Associato Chrysalis Psicologo a Arese

62 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2012

Buongiorno gentile Signora,
quando si attraversano dolorose separazioni è automatico cercare la colpa dell'altro o nei problemi dell'altro per poi magari concentrarsi su le nostre modalità disfunzionali nel rapporto con l'altro. Lei si chiede- e ci chiede - di dare una valutazione sulla vita di lui come per trovare un motivo plausibile per questo abbandono. Parta da se stessa. E' bene che ritrovi le fila del discorso sulle sue aspettative nel rapporto con l'altro e perchè queste sono state deluse. Una Consulenza Psicologica con uno Psicologo Psicoterapeuta la potrà aiutare a fare il punto della sua situazione esistenziale.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2012

Cara Moretta,
La risposta alla tua domanda credo sia già in quello che scrivi... Per 8 anni tutto era dedicato a lui, tutto ruotava intorno a lui.. Ai suoi problemi, al suo dolore, alla sua vita intricata e difficile e tu? Dove eri tu in tutto ciò? Ma tu che cosa vuoi, che cosa senti e provi? Forse un percorso ti aiuterebbe a capire, forse soprattutto ti aiuterebbe a vedere te stessa ... Un grande in bocca al lupo.

Dott.ssa Cecilia Cimetti Psicologo a Verona

131 Risposte

143 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2012

Carissima Moretta... comprendo la sua enorme e attuale sofferenza. Molto sinteticamente, ciò che più mi ha colpito del suo scritto sono 2 elementi.
Il primo nodo cruciale è relativo al suo dire: "... per otto anni tutto era dedicato a lui"... ed ancora al suo cercare sempre (se ho ben capito) di risolvere i problemi che lo riguardavano.
Il secondo punto riguarda più lui. La sensazione è che quest'uomo si sia quasi abituato a barcamenarsi tra mille difficoltà, emotive e non, al punto tale che quando le cose cominciano a distendersi e districarsi lui si sente vuoto.
Per concludere, credo che lei debba guardare se stessa, forse è ora, e scoprire un'infinità di sfaccettature della sua persona che forse non ha avuto ancora modo di conoscere. Un abbraccio. Dott.ssa Orlandini Sabina

Dott.ssa Sabina Orlandini Psicologo a Torino

336 Risposte

197 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte