Doc omosessuale

Inviata da Tommaso il 12 ago 2016 1 Risposta  · Crisi esistenziale

Salve tutti, sono un ragazzo di quasi 20 anni, ed è da Febbraio 2016 che sto soffrendo molto!!! Sono un ragazzo molto timido, specialmente con le ragazze, perché ho paura di risultare ai loro occhi brutto, insicuro, e poco "padrone" dei miei mezzi, insomma ho perennemente paura di fare brutte figure o di dire cose sciocche!!!
Ho letto in rete del materiale riguardante il "doc omosessuale" e mi ci rivedo in lungo e in largo, ma ciò non mi ha tranquillizzato, anzi mi sento quasi un "malato" di mente. Questo disturbo lo ebbi già 2 anni fa, nel 2014 dopo che fui lasciato dalla mia ragazza con cui ebbi una storia di 4/5 mesi, niente di che, ma ero molto preso da lei! Quando comparse per la prima volta non sapevo cosa potesse essere, ero spaesato, arrivai anche ad un attacco di panico, non capivo cosa stava succedendo... il tutto nacque a scuola mentre guardavamo un film e il mio compagno di banco (un ragazzo che ha sempre avuto molte tipe che gli andavano dietro) si stava mangiando le unghie, producendo un rumore strano e particolare...ebbi un'immagine intrusiva di me che lo volevo baciare, da lì è partito tutto: "ma se ho fatto questo pensiero non è che sono gay?" cortocircuito totale, sono stati 6/7 mesi brutti, non capivo cosa fosse questa cosa, giusto la scuola riusciva a distrarmi, però mi ricordo che quando uscivo non mi testavo (a differenza di ora) e comunque mi sembrava di provare attrazione palese per le donne. Arrivati però all'estate del 2014 i dubbi andarono via, insomma era una forma di disturbo non fortissima, e tornai a vivere la mia vita tranquillamente, specialmente l'anno scorso l'ho vissuto spensierato, più meno... mi sono reso conto che però avevo diversi pensieri strani e ansiosi, per dire avevo paura che mentre giocavo a calcio mi sarebbe venuto un'infarto, e in campo appena sentivo un lieve dolore che sicuramente era una banale fitta, mi impanicavo!!! Poi paura che potessero morire i miei genitori o persone a cui tenevo...
A Dicembre 2015 torna fuori una forma di doc abbastanza aggressiva, che io definisco "ipocondriaca", in pratica da una banale sensazione di nodo alla gola, ho costruito un mega "castello", pensando fosse un tumore, andavo a cercare su internet i sintomi che sembravano confermare la mia paura più grand, però mentre soffrivo di questa cosa ricordo che le ragazze erano la mia ancora di salvezza, pensavo sempre a loro, (come poi è sempre stato dalla mia adolescenza) e avevo paura di morire appunto per non poter più "arrivare" al mondo femminile. Poi ho avuto per qualche giorno anche l'ansia di avere la sla, di diventare cieco ecc.
Un giorno vedendo un bel ragazzo su un social mi torna la fatidica domanda "ma non è che sei gay?" condita con immagine intrusiva di me che lo baciavo e sembrava che il pensiero mi piacesse, l'ansia è arrivata a mille ed è ricominciato tutto!!! Inizialmente nelle prime settimane avevo grossomodo pensieri intrusivi e immagini intrusive, poi pian piano è arrivata proprio la convinzione di essere gay!! Quando esco coi miei amici per fare un giro comincio automaticamente a testarmi, il mio sguardo cade su ogni uomo e donna che passa e sembra che io non sia più attratto dalle donne, ma bensì dagli uomini, e provo un grande senso di angoscia, ansia, malessere, tanto che vorrei corrermene a casa... delle ragazze noto la bellezza come sempre, ma poi non capisco se ne sono attratto veramente, altre volte invece non mi sento attratto da nulla. Per specificare io non ho mai avuto dubbi sul mio orientamento prima di questo disturbo, ero un etero convinto, guardavo sempre le ragazze, anche la masturbazione è sempre avvenuta su scene lesbo o etero, non ho mai guardato roba o materiale gay in quanto non ne ho mai sentito il bisogno ne lo stimolo. Anche le eiaculazioni notturne involontarie sono nate da sogni erotici con ragazze e mi sono accadute anche di recente sempre su sogni con ragazze. Per dire la prima volta che mi masturbai fu su una scena etero, quindi roba gay mai vista!!
Adesso mi ritrovo qua col dubbio continuo, mi sto rovinando l'adolescenza, guardo le donne e controllo se mi trasmettono qualcosa, ma niente, mi sembra di non provare più niente, solo ansia che temo mi confermi che io sia gay!!
Io non voglio essere gay, li ho sempre rispettati e difesi in quanto persone come noi, ma non voglio esserlo!! Mi sono rivolto anche ad una psicologa ma ho fatto solo 1 seduta perché non mi trovavo bene, anzi aumentava i dubbi!! Vorrei uscirne da solo come feci 2 fa, ma quest'anno è davvero dura, mi sento un condannato che non può fare nulla per questa situazione, penso "sei gay, non si può curare"...quando faccio pensieri su immagini gay , baci e robe varie non provo ribrezzo, anzi mi sembra quasi avere sensazioni piacevoli e sto male. Io che ho sempre voluta una relazione bellissima con una ragazza, che ho sempre dato grande peso ai fidanzamenti, a Novembre sognavo di trovare una ragazza e mi dicevo "non vedo l'ora di essere fidanzato", mentre 2 mesi dopo sarebbe iniziato sto casino. Non so più cosa fare, se per strada guardo prima un uomo di una donna penso "se hai guardato prima il ragazzo di una ragazza significa che ti piace e sei gay", oppure se guardo un ragazzo normalissimo stesso pensiero "se hai guardato quello li significa che sei interessato quindi sei gay", per non parlare poi di quando vedo bei ragazzi o persone che potrebbero sembrare gay, vado nel panico, mi giro dall'altra parte per la paura che mi possano interessare. Ieri ho visto un bagnino gay dichiarato che conosco da tanto tempo, mi è salita l'ansia perché non vedendolo da molto ci siamo scambiati baci sulle guance come è normale fare, però mi sono detto che in realtà mi è piaciuto!! Non so più cosa fare, sto pensando di affidarmi ad uno psicoterapeuta perché non vivo più, invidio un sacco i miei coetanei che sono sicuri di essere etero, hanno la ragazza da tanto tempo e sono tranquilli. Io non sto più vivendo. È doc o omosessualità?

amici

Miglior risposta

Caro Tommaso
perché non parlare e raccontare tutto questo che ci scrivi "dal vero" con un terapeuta?
Sai che parlare e raccontarti potrebbe aiutarti molto?
Tu qui stai facendo tutto da solo, autodiagnosi, riflessioni, circoli di pensiero, le paure crescono e ti aggrediscono forse si nutrono di presupposti sbagliati che ti stai dando.
Dico questo non tanto perché la tua visione di te non è lucida ma tu sei troppo "vicino a te stesso" e ti possono mancare punti di vista più oggettivi.
Gli argomenti che porti sono molto complessi e meritano attenzione, a istinto, non credo che tu sia gay...insicurezza e timidezza affiorano nel tuo scritto, possono essere elementi che confondono e anche identificarsi in diagnosi confonde parecchio...
Fatti aiutare Tommaso a ritrovare una visione più equilibrata di te stesso.
Così non vai avanti, sei troppo autoreferenziale.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Sono omosessuale o ho il doc omosessuale?

1 Risposta, Ultima risposta il 12 Aprile 2018

Doc Omosessuale, ansia o omosessuale

4 Risposte, Ultima risposta il 05 Luglio 2018

Doc omosessuale o omosessuale egodistonico?

1 Risposta, Ultima risposta il 05 Febbraio 2019

Doc omosessuale e non solo

1 Risposta, Ultima risposta il 28 Agosto 2018

Doc omosessuale, niente basta a tranquillizzarmi.

2 Risposte, Ultima risposta il 05 Giugno 2018

Doc omosessuale o realtà?

1 Risposta, Ultima risposta il 10 Settembre 2019

Doc omosessuale o no?

2 Risposte, Ultima risposta il 16 Gennaio 2017

Doc omosessuale o cosa altro?

2 Risposte, Ultima risposta il 12 Maggio 2018

Doc omosessuale o omosessualità latente?

4 Risposte, Ultima risposta il 15 Maggio 2018