DOC: ho paura che non mi piaccia davvero il suo viso

Inviata da Anonimo. 30 giu 2016 3 Risposte  · Disturbo ossessivo compulsivo

Ho 22 anni e non so più a cosa devo credere.
Ok il mio ragazzo non è bellissimo, forse è brutto (in realtà faccio fatica a dare un parere obiettivo) forse è normale...non lo so davvero.
L'ho conosciuto al liceo e non mi piaceva all'inizio fisicamente perché pochi cm più basso, rotondetto e dall'aspetto "nerd" in generale. In poco tempo stando insieme a lui in banco e conoscendolo ho iniziato a provare una forte attrazione tanto che son passata da vederlo brutto a vederlo bellissimo/unico ed ero presissima da lui, il suo modo di fare e di essere mi avevano stregata.
Io sono una ragazza molto insicura e temo fortemente il giudizio degli altri, e mettermi con un ragazzo non proprio "bello" mi ha messo molta ansia per il giudizio dei compagni, di mia mamma e della gente in generale, ma ho seguito il mio istinto e il mio cuore e sono andata avanti con lui.
Da questo è scoppiata la mia ossessione, quei giorni di ansia a scuola sapendo che i compagni ci giudicavano...e lui che mi aveva confessato i suoi sentimenti e io non sapevo se provavo amore come lui (ma di sicuro mi piaceva moltissimo) ecco, è stato in quei giorni che nell'ansia lo vidi BRUTTO in viso, e la cosa mi TRAUMATIZZò perché lo vedevo sempre bellissimo da mesi.
Iniziarono così i controlli fissi sul suo viso, guardarlo/controllarlo da tutti i lati alla ricerca del lato dove potessi guardarlo e pensare "bello", e se da un lato non era bello andavo in crisi e dubitavo sui miei sentimenti...così per un anno e mezzo, controlli, test, pianti, ricerche...di punto in bianco lui mi lascia e io all'inizio la prendo come un test dei miei sentimenti ma poi soffro tantissimo.
Perdo peso, cerco in tutti i modi di riaverlo, cerco di distrarmi ma il suo pensiero è fisso, anche la notte lo sogno, vedo lui in tutti i ragazzi che ci provano con me e respingo tutti perché lo aspetto ma lui non mi vuole più e io sto malissimo, quando lo sentivo avevo crisi d'ansia strane perché sapevo che non mi cercava per tornare ma per chissà cosa.
Dopo un anno pensando a lui cerco di andare avanti ma all'improvviso torna da me e io sono felicissima, al settimo cielo... ma anche in ansia perché temevo che mi sarei di nuovo ossessionata.
Mi chiede di uscire, stiamo bene, lo vedo bellissimo. Emozionati ci baciamo e ci rifidanziamo.
Ritorna tutto da capo, paura di non amarlo, di vederlo brutto ecc ecc
Così per un anno fino a che non ne posso più e chiamo una psicologa, facciamo terapia per un anno e mi ha diagnosticato un disturbo ossessivo sulla relazione, dice che la mia relazione funziona, mi fa notare le cose che faccio per lui, i miei sentimenti e mi dice che mi ossessionerei anche con Brad Pitt. Pensava che mi ossessionassi così tanto sulla relazione perché è la mia unica occupazione nella vita (non lavorando e studiando) e quindi mi incoraggiava a superare la mia ansia sociale e trovare lavoro e cose simili in modo da ampliare i miei impegni/interessi e da non far convergere tutta l'importanza sulla relazione.
Purtroppo la terapia dovette interrompersi e io ne sono uscita non veramente fuori dalle mie ossessioni...
piccoli passi per migliorare l'ansia sociale li ho fatti, ho provato a fare un provino di canto (fallito) un colloquio di lavoro (fallito) entrare nei bar,negozi e salutare/ordinare, chiamare/farsi chiamare da persone, uscire più spesso... ma sono cose che faccio e poi torna la stessa ansia anche la 4° volta che le faccio.
Ho paura della gente, del mio futuro... ho tanti dubbi che diventano ossessivi E MI BLOCCO sì, ma penso che sia una sorta di difesa mentale per non fallire (anche se non fare nulla è già un fallimento).

Il mio ragazzo si è rasato la barba e io ho paura che il suo viso non mi piaccia davvero come è, purtroppo quando vado in crisi faccio ricerche e vado ancora più in paranoia...
non so come spiegarvi, ho paura che non mi piaccia e io stia trascinando da questi due anni con lui tutto... e non sò come smettere di avere questa paura.
Eppure è lui, sempre lui dentro ma io mi ci ossessiono sul lato estetico (sarà l'ansia dei giudizi?).
Penso: ma non è che sono fondati i dubbi? Forse non mi piace la sua faccia davvero? Per questo non smetto di ossessionarmi?
Poi oggi con lui al mare vedevo i suoi occhi dolcissimi e pensavo "si ti piacciono ma non vuol dire che lo ami", poi guardavo più giù dove è sbarbato e pensavo "non mi piace è inutile...". Eppure è la sua faccia, possibile che io non riesca rispondermi alla domanda "mi piace?"...la risposta è "non lo so"! A volte si mi piace, a volte no e vado in crisi.
C'è qualcuno a cui piace sempre una persona? Lui dice di vedermi sempre bellissima, e giuro che gli ho pregato di dirmi la verità se mi vedeva poco carina a volte... ma nulla. Sarà che io sono ossessionata e lui no e quindi se lo pensa poi dimentica.

Io davvero non sto capendo cosa devo fare, mi preoccupa soprattutto il fatto che quella è la sua vera faccia da sbarbato! La barba nasconde la ciccia e un po' i lineamenti. Quindi non mi piace la sua faccia? Sto trascinando una storia con chi non mi piace da anni?
Con lui sono sempre stata bene nonostante tutto, sempre tanto desiderio, tanta gioia, ma questo è il mio tormento... ma sono ossessionata.
Siamo felici insieme, parliamo scherziamo ma io mi porto dietro questo mostro di dubbio sempre.
A volte lo guardo e per me non esiste ragazzo più bello al mondo (anche se ovviamente esistono ma è la sensazione che ho) invece altre volte mi sembra brutto e mi fisso come se fosse sbagliata la nostra relazione e mi sento un mostro.
Da quando si è tolto la barba ho avuto una crisi che anche il desiderio è calato... e questo mi fa paura. Tutti direbbero "aspetta che ricresca" si ok, ma quello è il suo viso senza inganni e se lo amo dovrebbe piacermi, invece no, non mi piace sempre.
Vorrei capire se a me piace o no davvero...mi importa più di quanto piaccia agli altri.
Cosa devo fare?

Io sento di amarlo, ma è come se non capissi se mi piace davvero!

amore , capire

Miglior risposta

Buongiorno gentile Giulia,
quello che le sta accadendo e che le impedisce di vivere serenamente la sua relazione è frutto di un'ansia eccessiva e pervasiva che viene veicolata nell'attenzione dei dettagli e nel proprio pensiero. Ci parla di DOC ma non è chiaro se è un'auto diagnosi o le è stato diagnosticato da uno psicologo, nel secondo caso, dovrebbe far riferimento al suo curante, nel primo caso, dovrebbe smettere di cercare su internet definizioni che possono più o meno combaciare con quello che prova in quanto stiamo parlando di disturbi psicologici che non si auto curano. Il professionista di riferimento per iniziare al più presto una psicoterapia è lo/la psicologo/a psicoterapeuta.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Cara Giulia,
da quanto mi pare di capire il grosso della questione riguarda il peso che per Lei ha il giudizio altrui, probabilmente questo giudizio La condiziona al punto che non riesce a distinguere ció che la appassiona davvero da ciò che invece é socialmente ben accetto. Mi chiedo se il peso del giudizio altrui non sia legato alla paura di fallire. La inviterei a continuare il lavoro terapeutico intrapreso per concedersi altri modi di leggere le aspettative altrui.
Rimango a disposizione.

Annalisa Anni
Psicologa Padova

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 LUG 2016

Logo Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta

505 Risposte

903 voti positivi

Cara Giulia,
da quanto scrive mi pare di intendere che il grosso della questione sia il giudizio degli altri, che per lei é tanto importante da non riuscire piú a distinguere ciò che appassiona davvero Lei da ció che Le piace in quanto socialmente ben accetto. Forse il giudizio é cosí importante proprio per la paura di fallire.
Mi pare sia un buon punto di partenza per continuare un lavoro terapeutico che possa permetterLe di rivedere il peso delle aspettative altrui nella Sua vita.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Padova

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

4 LUG 2016

Logo Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta

505 Risposte

903 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
È davvero DOC ?

3 Risposte, Ultima risposta il 12 Agosto 2019

È doc o sono davvero lesbica e non riesco ad accettarlo?

3 Risposte, Ultima risposta il 14 Luglio 2017

Paura di soffrire di Doc

3 Risposte, Ultima risposta il 10 Novembre 2015

aiutatemi...sono in crisi...è doc da relazione o non lo è???

8 Risposte, Ultima risposta il 12 Ottobre 2015

doc da reazione?? oppure no?

4 Risposte, Ultima risposta il 14 Giugno 2013

Doc omosessuale o no?

2 Risposte, Ultima risposta il 16 Gennaio 2017

Doc.... o verità? Sto impazzendo

2 Risposte, Ultima risposta il 03 Luglio 2019