Doc da relazione e paura di essere una traditrice patologica

Inviata da Beatrixx · 17 mar 2021

Salve,
Per farla in breve da quando è cominciata la pandemia ho subito un forte malessere che ha generato ogni tipo di doc possibile, in particolare quello da relazione, che era la cosa a cui tenevo di più e su cui ho riversato tutto, stando lontana dal mio ragazzo per mesi. Io non ho saputo controllarlo, non ho agito per tempo e mi sono lasciata divorare dal senso di colpa, ha prevalso la convinzione che se pensavo certe cose era perché non c'era amore o perché ero crudele nel profondo, la svalutazione di me stessa e la rabbia verso il mio ragazzo che non capiva le fonti della mia ansia, e questo ha causato la fine della mia relazione, oramai l'ansia ovattava ogni sensazione, emozione e sentimento. Nonostante ciò, nella speranza di una seconda possibilità, continuo a cercare di comprendere da cosa siano nate le mie ossessioni, che variano in base agli stimoli e ai momenti. Oggi mi sono fissata sul tradimento, ho ripensato a pensieri sfuggenti che avevo, alla paura che se avessi parlato con amici del mio ragazzo avrei potuto esserne attratta, a momenti in cui mi attraversavano la testa immagini di me con conoscenti in intimità ma senza alcun piacere, di me che seducevo altri ragazzi, e così mi è venuta l'ossessione che in realtà in fondo io ero realmente interessata ad altri e che avessi voglia di tradire perché sono perversa e ho questa tendenza di natura, ci tengo a precisare che essere tradita è sempre stata la mia più grande fobia sin dall'inizio della relazione, che ogni volta che lui usciva io vivevo momenti di terrore immaginando chi e cosa lo avrebbe potuto attirare, creando scene nella mia testa per prevenire e così via. Ora sono convinta che anche se tornassimo insieme, o in una relazione futura, io sentirei che prima o poi dovrei tradirlo, che prima o poi verrei presa da un impulso incontrollabile di farlo o che addirittura lo farei strategicamente e apposta per recargli dolore, che se vedessi i suoi amici li sedurrei, mi ecciterei e desidererei atti sessuali con loro, che in realtà ogni volta che non farei nulla con un altro uomo sarebbe soltanto un trattenermi e non fedeltà pura e voluta. La cosa che mi provoca più nausea è il fatto che mi sono convinta che anche affrontando la preoccupazione con la mia psicologa e scacciando l'ansia io capirò che sono davvero una traditrice, che è lo scopo della mia vita tradirlo, che tornerei con lui soltanto per fare ciò e per nient'altro, insomma anche immaginando di non avere più questa angoscia penso che non l'avrei soltanto perché capirei che sono realmente un'infame e non perché tutto ciò non è reale e io sono il contrario esatto di quello che descrivo, mi sono convinta del fatto che vivrei il rapporto pensando che prima o poi lo dovrò fare, anche solo per rendermi conto che non è ciò che voglio, e questo pensiero l'ho avuto anche per altre ossessioni, come quella di essere lesbica, ma non vorrei provare effettivamente quelle cose per arrivare a capire che non sono così e che non le desidero. La paura è accentuata dal fatto che ho questi pensieri ora che lui non c'è, ma che li avevo anche prima, quindi in caso tornasse probabilmente li avrei comunque perché sarei a diretto contatto con la fonte della mia preoccupazione, la mia potenziale vittima, se così si può dire. Ho letto di persone che rivisitando avvenimenti passati si convincono di avere tradito, a me succede la stessa cosa ma riguardo il futuro, mi convinco che tradirò e scambio l'angoscia e la paura per voglia e desiderio. Vorrei sapere se queste modalità di pensiero rientrano nei meccanismi del doc, poiché non ho trovato nulla a riguardo. Grazie infinite.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102350

Risposte