Doc da contaminazione!

Inviata da Caterina · 19 apr 2022 Disturbo ossessivo compulsivo

Salve sono Caterina, poco tempo fa ho scritto una domanda presso questo Sito riguardo il mio disturbo ossessivo compulsivo da contaminazione, adesso si è ripresentato quando proprio ieri sera mi sono imbattuta al banco frigo di un supermercato (Famila precisamente) in una confezione di Cervella di vitella con sangue sulla confezione....allorché ho subito pensato "probabilmente chi ha toccato questa confezione avrà toccato altro e così sono andata via comprando il nulla!!!!!!! Adesso mi sento contaminata anche senza aver toccato quella confezione ma ho toccato altri prodotti nelle vicinanze, volevo sapere se posso lavare questi vestiti in lavatrice?! Il mio pensiero è buttarli perché sono convinta di averli contaminati con il morbo della mucca pazza, ho un bisogno disperato di aiuto adesso, stanotte non ho dormito per niente, la mia mente viaggia come un disco rotto, non so che fare! Riflettendo penso anche che prodotti del genere saranno controllati prima di venderli per la consumazione, giusto? Grazie a chi mi da risposta!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 APR 2022

Gentile Caterina, il rimuginio ansioso è la modalità prevalente di funzionamento della mente di chi soffre di un Disturbo Ossessivo Compulsivo. Non sarebbe quindi una buona idea risponderle cercando di confutare i suoi pensieri o appoggiarla in una richiesta di conferma di un pensiero rassicurante: significherebbe colludere con questa modalità.
Credo sia importante che avvii un percorso di psicoterapia fondato sulla Mindfullness che la aiuti ad osservare il susseguirsi dei suoi pensieri intrusivi, senza che per questo lei debba ritenere questi pensieri fondati e, come si dice nella mindfullness, identificarsi con essi. La metodologia della Mindfullness è quello di seguire il flusso dei suoi pensieri, senza cercare di opporsi ad essi confutandoli o cercando di scacciarli. Ciò perché essi prendono energia e si alimentano proprio dall'attenzione che mettiamo per cercare di sopprimerli una volta per tutte e dalle emozioni che essi ci provocano. Questa lotta è estenuante, fa soffrire molto, toglie le energie e quindi distoglie dalla vita. Ciò che si deve fare è accettare la presenza di questi pensieri, sapere che essi non hanno un significato di realtà, sono solo pensieri, non implicano delle azioni da compiere e potranno andare via, così come sono venuti, se non li tratteniamo dandogli più importanza di quella che meritano. Inoltre, la mindfullness aiuta a ricucire l'interezza del nostro organismo, aiutando la persona ad estendere la propria consapevolezza dai pensieri, alle sensazioni fisiche e alle emozioni che essi elicitano. In questo modo, si ritrova la centratura su se stessi e non si subiscono più i fenomeni che avvengono dentro di noi. Questo lavoro però può essere fatto solo attraverso l'ausilio di un esperto. A cui la rimando. Questo è il miglior aiuto che lei possa avere in questo momento.

Dott. Lelio Bizzarri Psicologo a Roma

221 Risposte

114 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 APR 2022

Gentile utente,
crediamo che in questo momento sia alquanto necessario prendersi cura di stessa.
Nella domanda che pone in questo spazio emerge tutto il bisogno di un contenimento, psicologico e (da valutare) farmacologico rispetto ai sintomi che descrive.
Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti in merito.
Saluti,
Studio Associato Dott. Diego Ferrara, Dott.ssa Sonia Simeoli

Dott. Ferrara Dott.ssa Simeoli Psicologo a Quarto

573 Risposte

300 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 APR 2022

Salve Caterina, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Non deve cercare rassicurazioni perchè ciò rinforzerebbe il problema ma deve imparare a stare con queste sensazioni ed accettare gradualmente il rischio di toccare qualcosa che hanno toccato gli altri. Lo so, è dura ma solo così ne uscirà, gradualmente e con l'aiuto di uno specialista.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.

Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Dott. Francesco Damiano Logiudice Psicologo a Roma

1701 Risposte

505 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2022

Ciao,
immagino quanto spiacevole sia questo dubbio ossessivo, e lo si capisce dalle tue parole.
Potrei dirti che non hai preso il morbo della mucca pazza, ma in realtà non posso esserne sicuro al 100%. Come non sono sicuro al 100% che quando guido la macchina, un ubriaco in contromano mi si schianti addosso, oppure che un terremoto non distrugga la mia casa mentre ci sono dentro. Eppure su queste possibilità non nutri dubbi ossessivi (e sono infinite se vogliamo).
Come mai?
Ad ogni modo, se non posso realmente azzerare il rischio, posso viverlo con maggiore leggerezza.
Ho l'impressione che, notando il sangue, tu abbia provato un'emozione di disgusto (il disgusto è ciò che sentiamo se qualcosa entra o potrebbe entrare nel nostro corpo senza che lo desideriamo), e sull'onda di questo hai iniziato a rimuginare sulla mucca pazza, aumentando il disgusto e l'ansia connessa.
Il contenuto del tuo dubbio ossessivo dice poco relativamente alla possibilità che tu ti sia contaminata o meno, ma dice molto di come ti senti.
Ti senti contaminata, okay.
Se credi di avere un disturbo ossessivo, forse potresti considerare un percorso a riguardo.
Un caro saluto

Dott. David Maddalon

Dott. David Maddalon Psicologo a Treviso

43 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2022

Buongiorno Caterina, Io credo che affinchè possa non sentirsi un giorno "come una mucca pazza", mi passi la metafora, sia importante lei possa dare un significato profondo a questa sua paura della contaminazione, che diventa così invalidante da entrare in un supermercato volendo fare la spesa e da uscire dallo stesso con il carrello pieno di pensieri ossessivi di cui nutrirsi per il resto della giornata e nottata; penso questo suo disturbo abbia poco a che fare con il suo mondo esterno e molto con quello interno. Ha provato a parlarne con qualcuno? Sul lavaggio in lavatrice...credo lei possa stare tranquilla, ma posso rimanere su questa metafora per dirle che, come succede per alcune macchie ostinate quando le partiamo in lavanderia per avere un buon risultato e una pulitura profonda, può pensare di rivolgersi ad un terapeuta per provare a "smacchiare" questo suo lato ossessivo, vedrà che ne troverà beneficio. Le auguro una buona giornata. Dott.ssa Bisulli

Dott.ssa Fabiana Bisulli Psicologo a Trieste

17 Risposte

8 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2022

Salve Caterina,
l'evento riportato mi fa capire quanto al momento faccia fatica a gestire questi pensieri intrusivi che la "martellano" e da cui fa fatica a distaccarsi. Più che di una semplice rassicurazione, che a breve termine placherebbe la sua ansia, ma a lungo termine porterebbe ad avere nuovi dubbi e quindi altra ansia, mi sento di consigliarle di intraprendere un percorso psicologico. La terapia cognitivo-comportamentale è attualmente il trattamento di elezione per il disturbo di cui soffre. Esistono infatti tecniche, validate dal mondo scientifico, in grado di rendere una persona sempre più abile nella gestione dei suoi pensieri e di conseguenza anche di raggiungere un maggiore benessere mentale.
Rimango a disposizione.
Un saluto,
Dott.ssa Asia Calderini

Dott.ssa Asia Calderini Psicologo a Bientina

3 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2022

Buongiorno Caterina, immagino che non sia semplice convivere con questi pensieri. Credo possa essere utile provare a comprendere quali siano le ragioni delle sue paure e che tipo di significato hanno per la sua vita. Se ha piacere di approfondire, sono disponibile per un colloquio di conoscenza on-line altrimenti le consiglio di rivolgersi ad un professionista in presenza.
Spero che riesca a fare chiarezza su questi aspetti e che possa trovare un po' di serenità.
Un saluto
Valentina Michelizza (psicoterapeuta)

Dott.ssa Valentina Michelizza Psicologo a Feletto Umberto

13 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2022

Cara Caterina credo che sia per te fonte di tanta ansia e immagini la tua preoccupazione. Credo che tu sappia a livello razionale che non ci sono rischi probabili ma è fondamentale capire il significato di questa tua angoscia per potergli dare un senso e permetterti di vivere con libertà e senza paure connesse alla contaminazione. Qualora volessi e ti sentissi pronta sono qui per poterci lavorare insieme. Le auguro una buona giornata

Dott.ssa Giada Alberti Psicologo a Roma

51 Risposte

18 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2022

Cara Caterina, non so chi abbia fatto questa diagnosi, forse già seguivi un percorso o hai fatto qualche consulenza. Credo che si opportuno fare un percorso di terapia strutturato. Il Doc come lo hai definito lei, non scompare semplicemente con una risposta data da uno psicoterapeuta on line. Ci vuole un percorso e ci vuole tempo, a volte ci vogliono anche farmaci, dipende.
La cosa che può fare, le prossime volte che ti capita una cosa del genere, è segnalare la confezione non appropriata al dirigente del supermercato, ma non credo che questo sarà utile a fermare la ruminazione e i pensieri continuativi sulle conseguenze da contaminazione.. spesso il tema è proprio occuparsi di sé stessi in modo appropriato ridefinire i modi e i tempi dell'accudirsi
Rimango a disposizione per qualsiasi altra domanda e le auguro il meglio. Un caro saluto
dott.ssa Silvia Chiavacci

Dott.ssa Silvia Chiavacci Psicologo a Firenze

55 Risposte

23 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2022

Caterina cara,
comprendo lo stato di agitazione in cui ti trovi, e immagino quanto la paura e l'orrore di quella scena abbiano acceso come un combustibile la tua mente. Il terrore di esser stati contaminati è un vissuto estremamente delicato, che merita di esser compreso e significato. Se in questo momento della tua vita, questa paura ha assunto un'importanza tanto marcata, tanto da impedirti di vivere serenamente, è fondamentale che tu ne possa parlare con uno specialista che ti aiuti a comprendere cosa l'ha generata, nutrita e legittimata. Le nostre paure veicolano significati profondi e custodiscono un ruolo che va decifrato. Vedrai cara, sono certa che nello spazio protetto e sicuro della relazione terapeutica troverai la chiave di lettura e di svolta a questa situazione.
Io resto quì, disponibile anche online.
Un caro saluto.
Dott.ssa G. Clarissa

Dott.ssa Clarissa Guercioni Psicologo a San Benedetto del Tronto

348 Risposte

141 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20600

psicologi

domande 34650

domande

Risposte 118350

Risposte