Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Disturbo narcisistico di personalità o bordeline?

Inviata da Meme il 17 lug 2018 Disturbo ossessivo compulsivo

Buongiorno, ogni tanto mi vengono i dubbi di avere un disturbo di personalità narcisistico. Questi dubbi mi sono venuti studiando in università, ed avendo visto delle similitudine con il mio caso. In pratica rientro in quasi tutti i criteri:1) fantasie di potere; soldi e successo, e di amore e bellezza.2) desiderio di essere trattata in maniera speciale, e con un trattamento diverso
3) sentirsi speciali 4) manipolazione dei rapporti interpersonali ( mi dicono che sono manipolativa e bugiarda) Non so cosa pensare....mi sono rivolta a degli psicologi, ma si sono rifiutati di continuare i colloqui. Il problema è che ho conosciuto alcune persone in cura per disturbo narcisistico di personalità, e non mi assomigliano per niente: sono freddi; per niente carismatici; non hanno fascino; non hanno manie di grandezza; non cercano attenzioni; non hanno fantasie di potere e successo; e infatti pur avendo una vita che fa schifo, dicono: io sono una persona realizzata e un leader, una persona di successo, anche se magari sono precari e prendono 400 euro al mese. Ecco, incomincio ad essere confusa, perché queste persone non rientrano nei criteri del dsm, e invece ci rientro io. Però forse io rientro solo nello steriotipo del narcisista: bella; affascinante; ambiziosa; arrivista; carismatica, che piace a tutti, e con tantissimi spasimanti. Cioè, a me sembra di essere molto più funzionale ed empatica rispetto a queste persone, che mi dicono che nemmeno riescono a commuoversi e a piangere( io ci riesco) Beh forse mi faccio troppi problemi mi sa...un po' stronza lo sono, ma forse ho solo un brutto carattere, e non c'entra con un disturbo, mi sa. In più, ho visto che rientro nei criteri pure del dusturbo bordeline, e in effetti, avendo conosciuto anche persone affette da questo disturbo, ho visto più somiglianze verso questo gruppo, anche se non hanno fantasie di grandezza come me. Io in effetti idealizzo e svaluto, e l'ho fatto spesso, e questo mi porta ad essere molto ingenua, e a manifestare dipendenza( nel senso che mi faccio maltrattare per un po' prima di decidere di allontanarmi, sopportando mancanze di rispetto assurde...penso a un mio ex) Il vantaggio, che rispetto a questi ragazzi io svaluto molto velocemente e facilmente, e dopo la svalutazione questa persona per me non esiste più. Spesso mi chiedo se esagero, e se non sta tutto nella mia testa( nel senso che sono troppo suscettibile) diciamo che alcune volte esagero, e altre no! Altre volte in effetti mi faccio maltrattare proprio( ma appunto ho il vantaggio di allontanarmi facilmente, e anzi mi vendico dopo) Io ho questi problemi fin dall'infanzia: forse ero una bambina narcisista e bordeline....mi isolavo per fantasticare ped i fatti miei; facevo capricci; cercavo di attirare l'attenzione; e mi è successo di autoferirmi per farmi guardare, o per non sentire il male interiore( da sempre o senso di vuoto perché ho il padre assente, e una madre molto distaccata emotivamente( lei mi ricorda a grandi linee queste persone con disturbo narcisistico con cui ho parlato....le ha la frase tipica" non puoi essere mia figlia" proiezione? Vedo che questa cosa la terorizza parecchio.) Allora, io mi sono accorta di avere troppo bisogno di attenzioni/ammirazione; di essere accudita; e che ho paura un po' divessere abbandonata. Inoltre vedo come minacciose le persone perché potenziali fonti di frustrazione, perché temo che non mi ammirino; non soddisfino il mio bisogno di accudimento, e che comunque me la metteranno in quel posto....in effetti i miei mi hanno spezzato il cuore molte volte. Onestamente non so quanto sia patologico tutto ciò, perché io funziono: raggiungo i miei obbiettivi; sono carismatica, e quindi piaccio; non ho particolari sofferenze, magari il vuoto, ma niente di che.....forse l'unica cosa che mi fa soffrire e che vorrei davvero avvicinarmi agli altri, ma non posso( qualcosa me lo impedisce) vorrei davvero avere relazioni come gli altri( io gli altri li uso....ma non sono mai sola) penso che sia questo che mi faccia soffrire: vorrei davvero entrare in contatto con chi mi circonda. Il problema è che mi viene da manipolare, mentire, sfruttare, e anche isolarmi spesso. A me hanno detto che sono un caso perso: nel senso che mi hanno detto che sono troppo intelligente e funzionante e stronza. Non comprendo in base a quale criterio, comunque....forse si dedica tempo solo a casi gravi e disagiati??? A me sembra di essere invece più lieve dei casi che hanno accettato, onestamente...infatti forse non ho poi tutto questo narcisismo patologico, nonostante l'arroganza e i modi sprezzanti.....Spiegatemi....magari sono bordeline... Boh o uno strano mix...o ho solo un carattere brutto. Ma magari posso fare da sola, no? Cioè alla fine ci si può imporre da soli di aprirsi di più, senza uno psicoterapeuta, no?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Ci sono due tipi di narcisisti: i “trasmittenti” e i “riceventi”. Questi ultimi sono meno conosciuti ed esulano dalle caratteristiche dei narcisisti standard come sei tu. Sono persone che sembrano timide, inibite. Hanno paura di scoprirsi per paura di non essere all’altezza a meritare di essere accettati e amati (vulnerabilità narcisistica). Più che manifestare il loro essere speciali, vigilano su quello che dicono gli altri con il timore di essere feriti. Le strutture narcisistiche hanno vari gradi: si va dal nevrotico fino al narcisista maligno, che è al confine del disturbo antisociale. Il livello di organizzazione bordeline del narcisista (non inteso quindi come un altro disturbo) sta in mezzo. La prognosi per questi ultimi è riservata (negativa per i “maligni”). Il problema, come forse è successo a te, è la difficoltà di entrare in relazione con lo psicologo. I narcisisti negano la dipendenza (nell’infanzia è stata dolorosa con i propri genitori) e non possono accettare le cose belle che può offrire lo psicologo (invidia per non averle ).
I miei pazienti narcisisti mi parlano quasi interrottamente della loro “grandiosità” e delle persone speciali, come loro, con cui si relazionano.
Una ragazza che ho in analisi, ogni volta che fa un sogno, va su internet e se lo interpreta. Poi a me viene a raccontare il sogno e l’interpretazione, senza chiedermi nulla, dimenticando che quello di interpretare i sogni è il mio lavoro e che mi paga!
Dopo i 50 anni, quando la vita incomincia a restringersi e per forza di cose la grandiosità si attenua, ed emerge il vuoto e la noia per la vita (depressione narcisistica), si può lavorare proficuamente con i narcisisti. Ciao

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Meme, una diagnosi di personalità non è cosa di poco conto, non solo richiede preparazione tecnica, ma una certa esperienza. Non ho compreso dal suo racconto il motivo per cui non è stata accolta in un percorso psicoterapeutico, forse si è rivolta alla figura professionale sbagliata? Sta di fatto che io ritengo sia il caso di rivolgere le sue domande ad un professionista che la accolga in un percorso e la guidi nel cercare le risposte o magari nel porsi domande utili in un processo di maturazione e crescita personale.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Chicchi

Dott.ssa Elisa F. Chicchi Psicologo a Figline Valdarno

33 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19250

domande

Risposte 78250

Risposte