Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Disturbo narcisistico con aspetti paranoidei

Inviata da Nuvola il 14 ott 2018 Disturbo ossessivo compulsivo

Buongiorno, ho ricevuto questa diagnosi da una psichiatra. A breve dovró iniziare la psicoterapia, e sto attendendo, perché la dottoressa ha detto che non ho bisogno di farmaci, e che quindi ad aprire la cartella clinica sará una psicologa, ma che devo aspettare che mi venga assegnata. Sapevo già che poblema avevo, prima di rivolgermi al centro. La psichiatra mi ha detto che é insolito che una persona con la mia strutura di personalità si rivolga per una terapia in assenza di sintomi intolleranti, e in una situazione di funzionalità generale, ma io stavo soffrendo pareccchio nell'ultimo periodo perché vedevo che c'era un problema di comunicazione, e mi sentivo intrappolata in una bolla. Forse sono statti gli aspetti paranoidei a farmi pensare a una terapia, perché in effetti non ne potevo più di discussioni inutili con la gente. Volevo chiedere una cosa, che poi riporteró anche alla psicoterapeuta che mi seguirà: spesso mi dicono che sono stronza e brutta dentro e superficiale, ma onestamente non comlrendo che faccio di male per meritarmi questi appellativi. Negli anni molte persone si sono incazzate con me e mi hanno insultata pesantemente, e alcuni, magari i più instabili, hanno cercato di prendermi a sberle( una bipolare mi ha proprio aggredita) Questo mi ha portata ad avere parecchia paura delle persone: ho paura di essere insultata e picchiata in maniera violenta, visto le esperienze passate. Mi rendo conto che è una paura assurda, e infatti io continuo ad interagire con le persone: ho molte amicizie( non mento: faccio amicizia facilmente....cioè sono bravissima a distruggerle, ma le faccio con altrettanta facilità) sono fidanzatata, e sto in un'ambiente nel pubblico, dove bisogna relazionarsi. Quando mi vengono questi pensieri di paura( sempre...finché non mi rilasso) mi viene da ridere, ma allo stesso tempo penso che sono messa male. Cioè se qualcuno mi saluta per strada, dentro di me mi parte una paura lancinante di essere insultata e picchiata. Però diciamo che queste paure si basanosu fatti davvero accaduti, e forse fin troppo spesso. Io cerco di trattenermi, e di essere rispettosa....cerco di trattenere la mia arroganza, e di non manipolare gli altri, proprio per paura di essere " aggredita" però non sono per niente empatica, e il rischio di urlare la sensibilitá di qualcuno è molto alta( cioè io sono capacissima di ridere se una persona mi dice che gli è morta la madre, o che soffre di depressione) Da un lato mi viene da ridere che provoco queste reazioni di odio profondo, e che io a mia volta abbia paura della reazione che potrebbero avere gli altri: è assai grottesco. Sapete se è un problema che spesso si associa al narcisismo, o sono io che ho sviluppato una cosa strana? Comunque ho capito che posso frequentare solo empatici( anche perché hanno da insegnarmi) ed è meglio girare alla larga da chi ha problemi personali e patologie mentali, perché proprio non li riesco a trattare non essendo empatica. Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Nuvola,
da quel che racconta presenta delle ottime motivazioni al trattamento e questo è un prerequisito per la buona riuscita della terapia.
Una volta conosciuta la collega con cui intraprenderà il percorso, vedrà i frutti dello sforzo fatto e breve-medio termine.
Cordialmente,

Dr. Gianmaria Lunetta,

Psicologo Clinico

Dr. Gianmaria Lunetta Psicologo a Torino

249 Risposte

397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Nuvola,
e' fortunata a non aver bisogno di farmaci, a lungo andare creano effetti collaterali non di poco conto. Le esperienze precedenti lasciano ferite che all'interno di un percorso psicologico possono trovare ascolto e comprensione.
Le auguro di proseguire al meglio nella realizzazione migliore di se.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2442 Risposte

2061 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
certamente non ha bisogno di farmaci e la psichiatria può solo recarle danni peggiori.
Le auguro un buon lavoro con la sua psicoterapeuta. Soltanto lavorando sulla propria storia può trovare la strada per raggiungere il suo benessere.
Buoni Pensieri.
Un caro saluto
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

290 Risposte

111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte