Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Disturbo narcisistico compensatorio

Inviata da Nuvola il 28 ott 2018 Disturbi della personalità

Buongiorno, sono in terapia per questo disturbo presso un csm. Purtroppo l'appuntamento è monosettimanale, e inoltre a me sembra durare poco. La psicoterapeuta mi ha assegnata il compito di segnare su una sorta di diario ogni volta che provo un'emozione, mettendo data, ora, comportamento e con chi ho parlato. Per me è un compito molto gravoso, e oltretutto penso di star scrivendo troppo( dubito che leggerà tutto quello che ho scritto) Sono un po' agitata perché sto male: non prendo medicine perché la psichiatra mi ha detto che non ne ho bisogno; in effetti non mi sento depressa o ansiosa; non soffro di insonnia o altro. Nonostante non abbia questi sintomi sto molto male: sono triste; mi sento sola e non capita, e molto confusa ( non capisco la persone) mi sento inquieta. Mi viene da stare sola ed evitare tutti, per poter essere me stessa: vorrei essere un'eremita. Non so come spiegarlo: ma incomincio a trovare gli altri fastidiosi, specie in fase acuta, come mi trovo in questo momento. Oggi mi sono rinchiusa in stanza a studiare per degli esami: non volevo vedere nessuno: solo pensare ai fatti miei. Io ho moltissimo problemi relazionali assai gravi. Ho molte amiche( tutte empatiche. Gli empatici sono gli unici che mi sopportano) pure il mio ragazzo è empatico. Purtroppo però il mondo non è fatto di empatici, e io spesso sto antipatica( cioè intuiscono che ho dei problemi emotivi, e ciò mi scoccia) Soffro parecchio. In più mi sento una fallita perché continuo a prendere lauree magistrali ma ancora non ho un lavoro mio. A 30 anni mi sento una super fallita con due lauree scientifiche e nessun lavoro. Sto finendo medicina, ma temo che non troverò lavoro quando finiró( a 32 anni saró già vecchia, e ormai fuori mercato) Ho avuto giá esperienze lavorative con la mia precedente laurea, e ci sono rimasta male perché mi davano dell'arrogante. Pensavo che incominciando la psicoterapia starei stata meglio, ma a quanto pare è una cosa lunga( sono molto pessimista riguardo possibili miglioramenti) Mi sento pazza, e ho paura che gli altri capiscano che ho un disturbo di personalità. La psicologa dice che pretendo troppo da me, e che mi faccio troppi problemi. Ma io non riesco. Sto troppo male. Ha provato con la psicanalisi per ripercorrere tutta la mia infanzia, ma io purtroppo mi ricordo tutto....e so già cosa è successo, e quindi è passata a un lavoro sull'empatia visto che soffro perché non capisco la gente, ma non so se scrivere su un diario può aiutare: io continuo a non capire gli altri. Poi non so se ridere o se piangere per quello che si dice del mio disturbo: tutto ció aumenta solo il terrore che qualcuno scopra che cosa ho....non sono cattiva....sono solo molto fragile: non reggo le frustrazioni e le critiche( ogni volta mi sento svenire)Non ho mai fatto del male nemmeno a una mosca... E mi rode leggere che chi è narcisista è il demonio( non faccio del male a amiche e fidanzato...) Come ho detto per essere mie amiche per forza bisogna essere empatiche( ma tanto sembra che ci sia una sorta di calamita e sono loro a cercarmi... E come se intuissero che sono narcisista e scatta l'amicizia. Lo stesso è stato per il mio fidanzato. Penso che il motivo risieda nel fatto che hanno il mio stesso vissuto infantile( genitori molto critici e incapaci di leggere gli stati emotivi) Si, è più che altro uno sfogo perché sto male... Però una domanda? Questo diario come va scritto? Perché la rivedo tra molti giorni, e non posso chiederlo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Nuvola,
la posso rassicurare sul fatto che il diario che le hanno chiesto di compilare è uno strumento utile che viene utilizzato in molte terapie. Lo compili con cura, poi come e quanto verrà usato all'interno della terapia dipende molto da cosa emerge e dalle priorità del suo terapeuta. Se qualcosa non le torna o non sa come compilarlo potrà certamente chiedere aiuto al collega che glielo ha richiesto. Non si periti a chiedere e domandare anche cose "scomode" (che comunque riguardino la sua psicoterapia), siamo tenuti a fornire spiegazioni sull'utilità degli strumenti che usiamo e dal chiarimento possono emergere cose utili per la terapia stessa.
Capisco che stia passando un periodo piuttosto duro ma si tranquillizzi con la consapevolezza che ha chiesto aiuto e lo sta ricevendo. Per un miglioramento decisivo ci vuole tempo, l'attesa può sembrare frustrante ed inutile ma nelle terapie a cadenza settimanale il periodo fra una seduta e l'altra è anch'esso decisivo e necessario per ritornare in salute.
Spero di esserle stato di una qualche utilità,
Le auguro di proseguire serenamente questo percorso.

Saluti,
Marco Tagliagambe,
Psicologo e Psicoterapeuta (Firenze e provincia).

Dott. Marco Tagliagambe Psicologo a Empoli

35 Risposte

50 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Nuvola ( che bel nome ! ) ,effettivamente la Tua lettera è piuttosto confusa e francamente non mi sembra che la diagnosi che Ti hanno dato sia definitivamente corretta.
E' evidente che hai risorse psichiche e cognitive di primo ordine. Scusa ma mi fà sorridere ( con simpatia) la Tua affermazione che a 32 anni saresti fuori mercato del lavoro. Già questa affermazione fà sospettare problemi di autostima. Poi dici che tendi ad isolarTi dagli altri Che Ti senti "pazza" e temi che gli altri se ne accorgano. Tu conosci il mito di Narciso. Pensi che Narciso si preoccuperebbe del parere degli altri, occupato a rimirare la sua immagine riflessa nell'acqua ? Ecco ho la sensazione che la panoramica dei Tuoi disturbi e sofferenze sia piuttosto complessa e multidimensionale.
Dici che la psicoterapia e la psicoanalisi sono lunghe. Bè, dipende. Ovviamente ( parlando in "medichese" ) dal tipo e gravità della patologia.
Dici poi che una seduta settimanale, magari di 45 minuti Ti sembra troppo breve. Su questo sono assolutamente d'accordo. Ma come è possibile, in questo modo, raggiungere quelle profondità dove sono viventi i vissuti traumatici che sostengono la Tua sintomatologia ?
Io lavoro secondo la metodologia micropsicoanalitica, le mie sedute durano non meno di tre ore. E, preferibilmente, più volte a settimana.

Se poi avrai voglia di incontrarmi per un colloquio conoscitivo ( gratuito ) Ti conoscerò con amichevole piacere, e potremo ragionare insieme sul da farsi.
Un caro saluto.
Dr. Marco Tartari, Roatto Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

700 Risposte

402 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissima,
sta affrontando con impegno e determinazione una psicoterapia che per portare i suoi frutti necessita di costanza e impegno. Riporti i suoi dubbi alla persona con cui sta lavorando e vedrà che questo arricchirà il lavoro che state facendo insieme.
Buon lavoro!
Dott.ssa Ponziani

Dott.sa Francesca Ponziani Psicologo a Bologna

27 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
è molto giovane e sta lavorando su di sé , per cui provi ad essere più fiduciosa e positiva.
Non conosco la sua storia, né la sua terapia con il suo specialista, ma il tempo è necessario per poter lavorare sulla sua storia, sul suo vissuto e recuperare frammenti importanti.
Per quanto riguarda il diario non saprei cosa dirle perché io faccio un altro tipo di terapia, solo attraverso la parola e il racconto, ma quello che è importante è che tra lei e la sua analista ci sia un buon transfert.
I miei migliori auguri.
Buoni Pensieri.
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

290 Risposte

111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Nuvola1 le difficoltà che stai affrontando non sono di poco conto e da come ti descrivi hai sviluppato dei buoni strumenti per affrontarle.
Considera che per te è difficile modulare il grado di partecipazione alla relazione con gli altri, e spesso anche il grado di partecipazione alle situazioni in generale.
Questa modulazione si ottiene con un lavoro specifico sui processi che la/il tua/tuo. psicoterapeuta stanno cercando di condurre attraverso la redazione del diario.
Spero che la mia risposta possa esserti utile.

Dott.ssa Annalisa Fabbri, psicoterapeuta, Padova

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno sig.ra Nuvola,
Se lei si trova bene con la sua terapeuta è meglio che continui. Il lavoro da fare è complicato e solo la terapeuta sa come procedere. I tempi sono determinati anche da Lei, però, dovrebbe collaborare e non aspettare che la terapia faccia effetto magicamente. La collaborazione del paziente è fondamentale...per qualsiasi forma di terapia, anche farmacologica.
Cordialmente
Dott.ssa AMR Masin
Psicologa-Psicoterapeuta

Dott.ssa Masin Anna Maria Rita Psicologo a Cerveteri

74 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
abbia fiducia nello specialista che la sta seguendo e pazienza per i risultati che arriveranno con il tempo. Starà meglio una volta stabilizzata la sua ansia ma ci vorrà del tempo.
Cordialmente,

Dr. Gianmaria Lunetta

Psicologo Clinico

Dr. Gianmaria Lunetta Psicologo a Torino

249 Risposte

397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Altre domande su Disturbi della personalità

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77850

Risposte