Disturbo d’ansia con nota depressiva.

Inviata da Francesco · 13 ago 2018 Ansia

Salve,

Mi chiamo Francesco, 41 anni. Ahimè, da martedì 7 agosto, soffro (nuovamente) di un disturbo ansioso presentatosi mentre dormivo; Un sussulto - io la paragono ad una sorta di scossa - leggero tremore, respiro corto, formicolio agli arti, sensazione di testa vuota, stomaco in tensione. Ad oggi, non mi riesce più di dormire, se non in tarda mattinata (per 5 ore, circa) a causa di un’ansia che si presenta, poco prima di prendere sonno! È un circolo vizioso: Più cerco di prender sonno, più l’ansia aumenta. Inoltre, si sono aggiunte, puntualmente, anche le fastidiose sensazioni di DEREALIZZAZIONE, DEPERSONALIZZAZIONE. Ho già sofferto in passato di disturbi d’ansia, più precisamente, nel 2004 e nel 2014, (uscendone sempre, fortunatamente) rivolgendomi ad un neurologo, che per tutte entrambe le volte, mi ha diagniosticato un disturbo d’ansia con nota depressiva, prescrivendomi la terapia con assunzione di Eutimil 20mg e Lorans in gocce. Ergo, forte del fatto che, le prime due volte fosse ruscito a guarirmi, oggi mi sono rivolto nuovamente allo stesso neurologo che mi ha diagnosticato lo stesso problema e consigliato di assumere la medesima terapia di anni fa. Premetto che sono sempre stato emotivo, magari quand’ero piccolo, ancora di più, tuttavia, credo che a far scatenare ogni volta, senza apparente motivo, questi episodi, sia un problema legato ad un evento traumatico di tanti anni fa. Nel lontano 1997, infatti, subii un forte attacco di panico dovuto dall’assunzione di una cannabis: Ansie, fobie e panico che, dopo diversi mesi, sparirono lasciando il posto solo ad un brutto ricordo (senza aiuto di farmaci... Ero molto giovane e nascosi a tutti l’accaduto). A tal proposito mi chiedevo se fossero utili una e/o più sedute di E.M.D.R. e/o ipnosi regressiva per risolvere il problema a monte, una volta per tutte, evitando questa volta l’ausilio di farmaci antidepressivi che comportano quei fastidiosissimi effetti collaterali.


P.S.: Per provarle tutte, ho ancge acquistato l’Avena sativa per la sera (3 gocce x 3 volte al giorno) e il Geranium robertianum per il giorno (stesso dosagio). Speravo potesse essere una terapia naturale, alternativa ai tranquillanti. Purtroppo, non sembra sortire alcun effetto! Mi scuso per essermi dilungato. Grazie a chi interverrà

Cordialità,
Francesco

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 AGO 2018

Gentile Francesco,
la cosa migliore che le posso consigliare è quella di rivolgersi ad uno psicoterapeuta, in modo da impostare un lavoro psicologico che possa intervenire efficacemente sulle sue difficoltà. Tenga presente che i farmaci servono per tamponare un pò il malessere che prova ma, visto che la cosa tende a ripetersi, le consiglierei di affrontarla in maniera più consistente.

Un percorso psicoterapeutico l'aiuterebbe sicuramente ad avere più padronanza sui sintomi di cui ci parla e a capire un pò meglio le radici della sua sofferenza.

L'evento "traumatico" che descrive può aver avuto una parte importante nello sviluppo del suo malessere, tenga presente che l'assunzione di cannabis può slatentizzare aspetti della personalità che prima erano, in qualche modo, compensati.
Ovviamente, al di là del singolo evento in sé, che va comunque opportunamente contestualizzato, credo che sia importante il modo in cui è stato vissuto da lei e le difficoltà che ne sono scaturite.

Aggiungo soltanto che depersonalizzazione e derealizzazione sono sintomi che possono trovarsi in vari quadri clinici (post-traumatici, ansiosi e depressivi, ecc.) e, dal mio punto di vista, meritano una riflessione clinica un pò più approfondita.

Un terapeuta EMDR potrebbe fare al caso suo.

Per quanto riguarda la terapia naturale a cui fa riferimento esistono dei prodotti fitoterapici che hanno un'ottima efficacia nel trattamento dell'ansia e della depressione. Il loro utilizzo va comunque effettuato dopo un'approfondito inquadramento clinico del paziente e associato ad un percorso psicologico.

Personalmente, dato che collaboro quotidianamente con un'erboristeria, non ho mai visto prescrivere una terapia fitoterapica di quel tipo per i sintomi da lei riportati: tenga presente che la fitoterapia è un ambito complesso, che richiede conoscenze approfondite sul funzionamento delle molecole delle piante, equiparabile, di fatto, alla farmacologia.
Generalmente nel trattamento di questi disturbi vengono associati più prodotti che permettono una migliore efficacia terapeutica e un migliore assorbimento del fitocomplesso interessato.

Un cordiale saluto,
Dott. Alberto Mordeglia

Dott. Alberto Mordeglia Psicologo a Busca

81 Risposte

119 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 AGO 2018

Gentile Francesco,
sarebbe interessante conoscere il suo attuale contesto di vita familiare e lavorativa che può aver innescato la recidiva dei suoi attacchi d'ansia con corteo di sintomi tra cui la derealizzazione/depersonalizzazione.
La terapia farmacologica prescritta dal neurologo va bene ma, come tutte le terapie farmacologiche, non risolve il problema alla radice e nel profondo della sua personalità.
Per questo motivo è consigliabile associare un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale che consentirà in seguito lo scalaggio e la progressiva eliminazione dei farmaci stessi mentre la tecnica E.M.D.R. è impiegata in psicoterapia prevalentemente per combattere i postumi del disturbo da stress post-traumatico.
Quanto ai rimedi fitoterapici, lei stesso ne ha verificato la mancanza di efficacia.

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6918 Risposte

19228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 AGO 2018

Buongiorno Francesco,

la psicoterapia è il trattamento elettivo per i disturbi che lei riporta.
Si rivolga a uno psicologo della sua zona e potrà certamente trarne notevoli benefici.

Cordialmente,

Dr. Gianmaria Lunetta,

Psicologo clinico a Torino

Dr. Gianmaria Lunetta Psicologo a Torino

249 Risposte

400 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte