Disturbi alimentari ossessivi

Inviata da Serena · 18 ott 2016 Anoressia

Salve.
Da mesi ormai ho dei disturbi alimentari che diventano sempre più marcati. Controllo sempre le calorie introdotte in modo ossessivo, se assumo qualche caloria in più devo subito smaltirla. Quando faccio palestra penso alle calorie che sto bruciando e sono contenta perché so che posso mangiare di più...se faccio uno sgarro mi sento in colpa e vorrei espellere tutto subito! Penso continuamente al cibo e alle calorie, a non mangiare troppi grassi a prediligere più frutta e verdura, al volere mangiare sano! Da circa 9 mesi soffro di amenorrea e nonostante il mio medico mi abbia detto che è la carenza di grasso nel corpo che mi porta amenorrea io limito comunque l'assunzione di grassi perché è più forte di me, addirittura quando faccio uno sgarro o mangio più di quel che mi ero imposta mi arrabbio con me stessa e mi costringo nel giorno seguente a ridurre al minimo le calorie e bevo tè verde caffè per aumentare il metabolismo, delle volte prendo anche qualche leggero lassativo. Nonostante tutti mi dicano che sono magrissima io mi vedo normale e anzi penso che potrei pesare meno e quando mangio di più mi sento subito grassa e vorrei bruciare tutte le calorie in più. Invece è da circa un anno e mezzo che soffro di intestino irritabile e sto spesso male, quando mangio sono gonfissima e ho forti coliche accompagnate da una fuoriuscita di muco giallo dall ano. Tutto ciò sta compromettendo molto la mia salute. Sapreste aiutarmi per favore?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 OTT 2016

Gentile Serena
il mio sospetto è che lei soffra di anoressia, un disturbo dell'alimentazione da prendere con estrema serietà. Le suggerisco di contattare il prima possibile un centro specializzato nel trattamento di questi disturbi, affrontati sia dal punto di vista strettamente medico sia da quello psicologico (per il quale consiglierei una psicoterapia familiare).
Il cibo ha un forte significato simbolico e il controllo ad esso associato da una parte è un modo per colpire gli altri attraverso se stessi (in particolare i genitori), dall'altra è una sorta di autopunizione.
Si prenda cura di sè e accetti di intraprendere il percorso che le ho suggerito. Le auguro tutto il meglio
Cordiali saluti

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

556 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 OTT 2016

Buongiorno Serena,
la situazione che descrive richiede di intervenire sia dal lato medico che psicologico. E' importante che si rivolga ad un Centro specializzato, nel quale un'equipé multidisciplinare la sostenga nell'affrontare il problema. Ci sono i centri pubblici e privati nelle diverse regioni. Inoltre esistono associazioni di pazienti e familiari che possono aiutarla nel suo percorso. Un caro augurio
Lia Cama

Lia Cama Psicologo a Forlì

20 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 OTT 2016

Buongiorno gentile Serena,
la sua sofferenza interiore la coinvolge nell'attenzione ossessiva verso un corpo che non riesce a controllare, che le sfugge, come se tutto il dolore possa placarsi nel controllo dell'assunzione del cibo. La cura passa dalla mente al corpo ed in questo caso l'aiuto ottimale passa da un centro sui disturbi alimentari dove un'equipe di specialisti la prenderebbe in carico in modo completo, non tralasciando nessun aspetto della sua sofferenza.
Spero di averle dato degli spunti di riflessione.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 OTT 2016

Gentile Serena,
data la problematica da lei presentata, di cui dimostra consapevolezza, il mio consiglio è quello di rivolgersi ad un centro specifico che tratti problematiche alimentari, o, se non ne conosce, al suo medico di base o ad uno psicologo esperto di tale tematica, in modo da essere indirizzata verso la struttura per lei più opportuna.
In tali strutture specializzate vi sono spesso equipe di psicologi, medici e nutrizionisti, che potranno seguirla in modo completo rispetto alla sua problematica.

Un caro saluto

Dott.ssa Giorgia Salvagno Psicologo a Venezia

119 Risposte

97 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2016

Cara Serena,
Già i miei colleghi hanno espresso bene a chi dovresti rivolgerti. Il fatto che chiedi aiuto qui e sei consapevole dei danni alla tua salute ti portano ad essere già a metà dell'opera. Ti faccio un grosso in bocca al lupo.
Sinceri saluti
Dott.ssa Alessandra Xaxa Psicologa Augusta (Sr)

Dott.ssa Alessandra Xaxa Psicologo a Vittoria

139 Risposte

134 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2016

Cara Serena,
La sintomatologia che descrivi, include sia dei sintomi meramente medici, che altri psicologici.
Il tuo scrivere qui sul forum , dimostra una consapevolezza del disturbo.
Il mio consiglio è quello di rivolgerti al tuo medico curante e contemporaneamente ad un centro per i disturbi alimentari, per inquadrare più chiaramente la problematica ed affrontarla al meglio!
Resto a disposizione!
Un caro saluto!

Dott.ssa Marilù Altavilla Psicologo a Ceglie Messapica

110 Risposte

73 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2016

Gentile Serena,
al di là del tuo pensiero ossessivo sul cibo, non dici peso e altezza da cui poter ricavare il tuo indice di massa corporea per avere una idea del livello di gravità della tua presumibile anoressia restrittiva.
Questa è una patologia psichica seria che comporta nel tempo anche danni organici e deve essere adeguatamente curata con l'aiuto di uno psicoterapeuta e di un medico nutrizionista ai quali dovresti rivolgerti al più presto.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20284 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2016

Cara Serena,
da quanto scrive sembrerebbe che lei stia soffrendo di quello che viene definito "disturbo alimentare".
Chi soffre di Anoressia Nervosa manifesta il proprio disagio attraverso il controllo del cibo limitandosi nel mangiare fino ad arrivare anche a digiunare completamente e calando quindi drasticamente di peso. Oltre alle restrizioni alimentari la persona può aiutarsi nel suo intento di perdere peso usando lassativi e diuretici e/o mediante intenso esercizio fisico.
Il pensiero legato al peso corporeo o alla forma fisica può diventare totalizzante e pervasivo: spesso la persona si vede costantemente grassa nonostante gli immani sforzi che compie per diminuire di peso. Numerosi possono essere i motivi di origine psicologica che spingono una persona a manifestare tale disagio.
Se si riconosce in questa descrizione la inviterei a pensare di contattare uno psicoterapeuta che l'aiuti a comprendere i motivi che l'hanno portata a sperimentare questo disagio e a cercare di trovare soluzioni alternative piú utili e percorribili per Lei.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

924 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 OTT 2016

Gentile Serena,

quanto vive coinvolge aspetti medici e psicologici.

Esistono centri specialistici in cui è possibile trattare la problematica con diversi livelli di complessità e di intervento.

Ne parli con il suo medico o con uno psicologo vicino a lei.

Tratti se stessa con tenerezza. Si prenda cura di sé ne ha il diritto e il dovere.

Cordialmente,

Dott.ssa Elena Consenti
Psicologa - Psicoterapeuta Latina

Dott.ssa Elena Consenti Psicologo a Latina

42 Risposte

700 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Anoressia

Vedere più psicologi specializzati in Anoressia

Altre domande su Anoressia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte