Disagio inguaribile- sessualità rapporto con studio e famiglia

Inviata da Marika · 3 apr 2020 Autorealizzazione e orientamento personale

Sono una ragazza di 28 anni, e nella vita ho sofferto moltissimo...a18anni mi hanno diagnosticato un disturbo della personalità , ho cominciato ad assumere il farmaco abilify, e a frequentare cattive compagnie , che mi usavano per sesso e rapporti promiscui, (centri sociali , drogati, e persone cattive..) nonché , come conseguenza, ad andare male a scuola.
Nel frattempo mia madre si è ammalata di depressione, ed è stata ricoverata in diverse cliniche, papà per il lavoro che faceva stava all’estero, e i genitori di mia madre (i miei nonni) hanno cominciato a maltrattarmi perché secondo loro stavo facendo soffrire mia mamma....ho cambiato terapia farmacologica diverse volte, ho rischiato più volte di morire se non fosse stato per le medicine , ho sofferto davvero tanto..ci sono stati momenti in cui non riuscivo manco a uscire di casa o parlare o camminare..mi sono anche infilata in situazioni inutili, come quando mi sono iscritta all universita di moda e costume, ma sapevo che non era un corso adatto a me, e non ci ho manco lavorato con quella laurea....infatti adesso ho cambiato strada, sto studiando da due anni mediazione linguistica....adesso, al momento,mia madre sta da diversi anni bene...mio padre è qui a Roma con noi, io al momento prendo solo L’abilify da 5mg (ho preso anche depakin, cipralex, lorazepam, lyrica, xanax, haldol, e altre medicine di cui mi sono scordata il nome..) ho intitolato la mia domanda “sessualità , rapporto con studio e famiglia” perché , dopo avevi reso partecipi a grandi linee della mia storia , vorrei capire come mai ...come mai negli ultimi tempi continuo ad avere difficoltà con lo studio e l’altro sesso, sono fidanzata da quasi 2 anni, ma a volte continuo a ricascare in situazioni pericolose per me come condividere pensieri sessuali con altri ragazzi (sesso su whatsapp promiscuo) inoltre ho dimenticato di dire una cosa, da quando ho 12 anni non smetto di ingrassare, questa cosa mi fa soffrire in un modo che nessuno si immagina a partire dalla dottoressa che mi segue alla mia famiglia, anche adesso sono in sovrappeso...inoltre ho difficoltà a concentrarmi sullo studio, studio poco e dopo un po’ mi vengono pensieri di odio e rabbia in testa, infine concludo dicendo che la mia psichiatra mi ha detto che potrei chiedere l’invaliditá per il lavoro....

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19350

psicologi

domande 31200

domande

Risposte 107000

Risposte