Disagio e avversione sessuale

Inviata da Gianna D.. 12 ott 2017 6 Risposte

Ho avuto per un anno circa una morbosa ed intensa storia d'amore con un uomo che mi tradiva ed era ossessionato dal sesso e dalle donne. Mi tradiva con le sue ex (con le quali non rompe mai del tutto), con le sue allieve, con prostitute. Con alcune di queste consumava nel letto in cui anch'io dormivo. Mi sono fatta del male per molti mesi accettando questo rapporto e diventandone dipendente, credevo che non sarei riuscita a vivere senza di lui.
Un pizzico di lucidità mi ha salvata qualche mese fa e sono andata via, interrompendo la routine pseudo matrimoniale, ma continuando a sentirlo. Scomparivo sperando che lui mi cercasse con promesse di cambiamento. Compreso che questo non sarebbe mai accaduto perché mi cercava, sì, ma solo per riprendere esattamente alla stessa maniera, mi sono concentrata su me stessa. Già prima di incontrare lui, causa traumi infantili mai metabolizzati, soffrivo di depressione e altri disagi che ostacolavano la mia felicità e la mia crescita. Difficoltà nello studio, giornate perse per crisi di pianto e astenia. Ora mi ritrovo ad avere imparato a star da sola ma scopro di aver perso ogni interesse per le attività sessuali, il solo pensiero mi causa una forte nausea. . Le attività sessuali ma anche l'approccio ad individui di genere maschile, dunque anche l'idea di innamorarmi di qualcuno di disgusta. Ho solo 22 anni e vorrei avere voglia di vivere davvero. È come aver staccato l'interruttore.
Grazie anticipatamente per consigli eventuali

6 Risposte

  • Miglior risposta

    Gentile Gianna,
    per poter finalmente elaborare i traumi infantili e le difficoltà vissute in passato modificando anche i suoi postulati disfunzionali attuali su come dovrebbe essere intesa la sessualità all'interno di una relazione sentimentale valida è necessario e consigliabile che lei intraprenda un percorso di psicoterapia.
    D'altra parte, come sta sperimentando, staccare l'interruttore e chiudersi in se stessa non è una buona soluzione.
    Cordiali saluti.
    Dr. Gennaro Fiore
    medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

    Pubblicato il 12 Ottobre 2017

    Logo Dott. Gennaro Fiore

    4405 Risposte

    12813 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 11900 Psicologi a tua disposizione
    • 12300 Domande inviate
    • 58650 Risposte date
    • Gentile Gianna,
      Intanto ha compiuto un primo passo per se stessa nel cercare di recidere una relazione 'morbosa' in cui non sentiva di essere in un rapporto esclusivo.
      Ora, un altro un decisivo passo per se stessa sarebbe quello di intraprendere un percorso psicoterapeutico.
      Si faccia questo regalo!
      È ancora così giovane e potrebbe riscoprire tutte le sue potenzialità.
      Cordiali Saluti,
      Dottoressa Giusi D'Apolito
      Psicologa-Psicoterapeuta
      Sedi di lavoro:
      Roma
      San Giovanni Rotondo
      Manfredonia

      Pubblicato 16 Ottobre 2017

      Logo Dottssa Giusi D'Apolito
      Dottssa Giusi D'Apolito San Giovanni Rotondo

      2 Risposte

    • Gentile Gianna ,
      chiudere questa relazione sicuramente ha comportato un grande impegno da parte tua utilizzando sopratutto la componente logico razionale ..la qualita delle nostre relazioni affettivo sentimentale riattivato i nostri schemi di attaccamento che abbiamo avuto con i caregivers ovvero con chi si è preso cura di noi in eta infantile .pertanto al fine di poter costruire future relazioni soddisfacenti e sane è necessario intervenire sul nostro passato desensibilizzando i traumi pregressi.e allineando testa e pancia ,la parte emotiva e quella razionale ,.che ti porterà a compiere scelte consapevoli.
      Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti.
      Giuseppina Brutti
      Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale
      EMDR Pratictioner ROMA

      Pubblicato 15 Ottobre 2017

      Logo Dott.ssa Giuseppina Brutti

      9 Risposte

      2 Valutazioni positive

    • Gentile Gianna,
      se ha deciso di scriverci sicuramente ha compreso quanto sia importante chiedere e ricevere aiuto quando ci rendiamo conto che da soli non riusciamo ad affrontare le nostre difficoltà. Lei si porta dietro un fardello diventato troppo pesante da sorreggere...si affidi ad uno/una psicoterapeuta che possa aiutarla ad elaborare il passato e vivere la sua quotidianità con fiducia e soddisfazione. Vedrà che non ne rimarrà delusa.
      Un caro saluto
      Dott.ssa Maria Grazia Galletta
      Psicologa-Psicoterapeuta
      Montespertoli (FI)

      Pubblicato 13 Ottobre 2017

      Logo Dott.ssa Maria Grazia Galletta

      14 Risposte

      5 Valutazioni positive

    • Gentile Gianna,
      lei si è sganciata fortunatamente da questa persona, seppur con fatica e sofferenza.
      Occorre rielaborare queste esperienze traumatiche del passato che le fanno compiere scelte relazionali poco funzionali al proprio benessere.
      Un adeguato percorso psicologico le permetterà di instaurare legami paritari e soddisfacenti basati sul rispetto reciproco.
      Resto a disposizione
      Dott.ssa Donatella Costa

      Pubblicato il 13 Ottobre 2017

      Logo Dott.ssa Donatella Costa

      815 Risposte

      606 Valutazioni positive

    • Cara Gianna,
      è molto frequente che traumi infantili non elaborati possano portare ad avere problematiche e difficoltà di vario genere, incluse sessuali e relazionali, in età adulta. Le consiglio di intraprendere un percorso di psicoterapia che possa permetterle di "riattaccare" quell'interruttore che ad oggi è staccato e che le possa dare la possibilità di vivere a pieno la sua vita, come lei stessa spera.
      Saluti
      Dott.ssa Sara Scalzo
      Psicologa (Lecce)

      Pubblicato il 13 Ottobre 2017

      Logo Dott.ssa Sara Scalzo

      5 Risposte

      5 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande