Dipendenza da marijuana

Inviata da Giulia · 16 lug 2018

Salve, vorrei un aiuto per una mia amica che sembra avere una dipendenza da marijuana.
Ha 28 anni, negli anni ha sempre fumato di tanto in tanto, e ha sempre avuto l'abitudine di farsi prendere la mano e ubriacarsi il sabato sera quando esce.
Ora però, dopo una grande delusione sentimentale, ha cominciato a bere parecchio ogni giorno anche se non si ubriaca, e a fumare 6 canne durante la giornata, spesso una di seguito all'altra.
Non so dirvi bene da quanto abbia cominciato, ma penso meno di un mese.
Ha ammesso da sola che, delusione a parte, pensa di avere una dipendenza perché non riesce a smettere di fumare. Lo fa così tanto per, non perché per forza sta male.
Ha scatti di rabbia improvvisi e un attimo dopo è tranquillissima.
Soffre di insonnia, al massimo va come in dormiveglia, dopodiché viene colta da batticuore e agitazione.
Se non fuma è di pessimo umore.
Penso che ciò che va risolto sia questa dipendenza e non il problema che l'ha scatenata, perché è stata lei stessa a gettare le basi negli anni fumando e bevendo.
Secondo me, in futuro quando si ritroverà di fronte a dei problemi, rischierà di cadere ancora in questo circolo vizioso.
Per ora non ha intenzione di chiedere aiuto a una figura professionale e io non so come aiutarla.
Su internet ho letto che è raro avere una dipendenza da marijuana ma io non ne sono convinta. È in uno stato pietoso quando fuma.
Spero in un vostro consiglio.
Grazie in anticipo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 LUG 2018

Gentile Giulia,
la dipendenza da fumo, alcool, farmaci, droghe di diverso titpo e altro ancora è un fenomeno abbastanza frequente e quindi può essere acquisita anche a seguito dell'uso di cannabis.
Contariamente a ciò che lei pensa, risolvere questa dipendenza significa proprio risolvere i problemi a monte perchè in tutte le psicopatologie occorre in terapia fare il passaggio dal sintomo al problema.
Questo passaggio si può effettuare tramite un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7411 Risposte

20812 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 LUG 2018

Gentile Giulia
Dalle caratteristiche che lei descrive è possibile confermare una dipendenza da sostanze. Colgo la sua preoccupazione per la sua amica che sembra non collaborante. Per un intervento efficace sarebbe necessaria una motivazione personale rispetto ad un percorso di sostegno psicologico. Magari si potrebbe appunto partire da questa delusione amorosa e poi affrontare le altre problematiche. Ma è necessario che parta da lei. Cordialmente, dottoressa Nadia Carbone

Dott.ssa Nadia Carbone Psicologo a Reggio Calabria

51 Risposte

21 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97350

Risposte