Dipendenza da alcool e cocaina

Inviata da Gianbattista · 6 mag 2020 Tossicodipendenza

Buongiorno, sono anni che faccio uso di cocaina e alcool
Premetto che ne faccio uso nei weekend e dopo avere bevuto molto alcool.
È iniziato tutto per gioco come purtroppo spesso accade e ora però è diventato un punto fisso nei weekend.
Mi sono accorto che la voglia di usare cocaina è legata al mio livello di alcool nel corpo: superato il livello ‘alticcio’ si accende la voglia.
Di conseguenza quindi confermo di non averla mai usata da sobrio.
Il problema è che però non riesco ad eliminare l’alcol dalla mia vita. Ogni qual volta che esco bevo; e tanto.
Questa situazione mi ha stancato e molto.
Sono andato al sert tempo fa e il dottore mi ha dato delle pastiglie per non bere, che nel caso io bevessi mi provocherebbero forte malesse fisico. Ma ho smesso di prenderle dopo circa una settimana causa strani giramenti di testa durante l’assunzione (forse mia paranoia)
Io credo che la problematica sia: perché bevo? Perché non riesco a non bere quando sono in mezzo alla gente?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 MAG 2020

Salve Gianbattista, ho lavorato per diversi anni in una comunità per tossicodipendenti e molto spesso chi fa uso di alcool, vi associa anche la cocaina (magari in un secondo momento). L'alcool è una sostanza che agisce sul sistema nervoso centrale inibendo la funzione di un neurotrasmettitore eccitatorio, il glutammato, rallentando l'attività cerebrale. Ha un effetto quindi sedativo sulla mente e sul corpo. La cocaina invece ha un effetto stimolante e eccitante sul sistema nervoso centrale, l'opposto in pratica. La cocaina però assunta dopo l'alcool permette alla persona di "riprendersi" dalla sedazione dell'alcool e di tornare ad essere apparentemente lucida e ipervigile così da permettersi l'illusione di instaurare con maggior facilità le relazioni interpersonali.
Probabilmente per lei l'alcool è "un aiuto" per stare in mezzo alla gente e disinibirsi.
Il fatto che si sia avvicinato al SERD mi fa capire che c'è una parte di lei che vuole risolvere il problema ma vede, la mia esperienza diretta con le persone in comunità e nel mio lavoro in studio, mi ha fatto capire che fino a quando lei non capisce da dove origina il problema e dà un significato a quello che sta vivendo e ha vissuto, difficilmente troverà un equilibrio utilizzando solo la terapia farmacologica (assolutamente utile) senza affiancarvi un percorso di psicoterapia. In bocca al lupo. Saluti, dott.ssa Giada Santi

Dott.ssa Giada Santi Psicologo a Pistoia

6 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Tossicodipendenza

Vedere più psicologi specializzati in Tossicodipendenza

Altre domande su Tossicodipendenza

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27350

domande

Risposte 94450

Risposte