Dimenticare la ex

Inviata da Marco · 23 feb 2016 Terapia di coppia

Ciao a tutti, credo che questo sia il posto migliore dovo posso finalmente liberare le mie emozioni! Purtroppo la mia è una storia molto complicata, spero mi possiate consigliare!
Quest’estate ho interrotto una lunghissima relazione con la mia ragazza “storica” (circa 11 anni)…
Partiamo però per gradi. Ci siamo conosciuti nel periodo Universitario io studiavo a Milano mentre lei in Puglia, tra tante peripezie riuscivamo comunque a vederci a weekend alternati, diciamo che nonostante la distanza il nostro rapporto funzionava alla grande perché eravamo molto presi!
Dopo l’università ho iniziato a lavorare a Milano, mentre lei ha continuato gli studi in Puglia forti del fatto che un giorno ci saremo riuniti sotto lo stesso tetto. Fortunatamente il mio lavoro è andato a gonfie vele, tanto che decidemmo (con l’aiuto dei miei genitori) di comprare una bella casa poco fuori città nell'attesa che appena conseguita la laurea mi avrebbe finalmente raggiunto. Dopodiché, arrivato il fatidico giorno, da parte sua è iniziato una sorta di malessere dipeso dal fatto che non si sentiva abbastanza pronta per cambiare città e allontanarsi dalla famiglia. Mi diceva di aspettare perché un giorno si sarebbe decisa a salire. Premetto che ho un lavoro a tempo indeterminato ed ho investito molti soldi nel nostro progetto di vivere insieme (casa, mobili, ristrutturazione ecc..), quindi l’idea di lasciare tutto per il nulla mi spaventava abbastanza!
Dopo un pò di tira e molla decidiamo di lasciarci, poiché era inutile continuare ad aspettare qualcosa che non si sarebbe avverato.
Da circa due mesi, esco con un’altra ragazza. Lei è molto carina nei miei confronti, diciamo che è tutto molto bello e romantico anche se mi risulta ancora difficile cancellare completamente la mia ex (11 anni sono davvero tanti).
Non so cosa farei per dimenticarla definitivamente e iniziare una nuova vita..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 FEB 2016

Gentile Marco,
la sua storia mi induce un pò di tristezza e alcune riflessioni.
La prima perchè ritengo non facile per chiunque staccarsi dalla propria famiglia, dalle proprie radici e dal proprio paese ove si è nati e cresciuti, sia pure per decidere di costruire una propria famiglia in un altra parte dell'Italia o del mondo, specie se questo legame con la famiglia e col paese di origine è stato sempre sano e nutriente.
Tra le riflessioni che invece mi vengono, vi è quella che, quando si sceglie un fidanzato o una fidanzata, tra i diversi requisiti che si dovrebbero tenere presenti non si dovrebbe trascurare l'importanza del luogo di origine e del tipo di relazioni esistenti anche con la famiglia di origine e questo non perchè la distanza debba essere sempre un impedimento assoluto ma soltanto per tenere presente questo fattore e magari tentare una migliore pianificazione o preparazione al cambiamento da operare.
In questa situazione, non essendoci per così dire " un dolo" o "colpa grave" , non ci si può non rattristare per la fine di questa storia.
Infatti ritengo autentiche e sincere le intenzioni della sua ex ragazza di trasferirsi al nord a tempo debito, solo che poi al momento opportuno non ce l'ha fatta.
Purtroppo nella vita le gioie si alternano spesso ai dolori ma bisogna andare avanti ed è quello che deve fare lei, caro Marco.
Si lasci andare a questo nuovo incerto amore (dopo averne vagliato però i requisiti) e lasci lavorare il tempo; se avverte che la sofferenza è tanta la elabori attraverso una esperienza di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico, chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6943 Risposte

19279 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2016

Ciao marco...si la chiusura di un rapporto di coppia soprattutto se di lunga durata è paragonabile, a livello di stress percepito, ad un lutto. Ci sono persone che faticano più di altre ad "elaborarlo" ma te hai la fortuna di avere l'intelligenza dalla tua parte. Un altro tuo "alleato" è il tempo...più tempo passa più le tracce mnestiche si affievoliscono e con esse la sofferenza.
Penso anche che la distanza che ha caratterizzato il vostro rapporto non ha certo agevolato la sua strutturazione. Tutte le cose importanti però quando finiscono chiedono il "tributo" dell'elaborazione, cioè l'assegnazione di un senso. Ciò è importante non solo per dare dignità ai sentimenti vissuti ma anche per rispetto dell'altra persona, infine anche per evitare, con il prossimo rapporto di coppia, di rifare gli stessi errori. Magari tra un po' riuscirai a ristabilire un rapporto d'amicizia con la tua ragazza storica anche se ciò a volte è difficile, Comunque se io fossi al posto tuo me la goderei la nuova relazione, ma se ti riesce troppo difficile "elaborare" la fine del rapporto storico potrebbe esserti utile anche confrontarti con un collega psicologo...(non troppo distante...).ciao
daniele

Dott. Daniele Cason Psicologo a Vicenza

8 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2016

Caro Marco,
La fine di una relazione è senza ombra di dubbio un momento drammatico e carico di emozioni forti paragonabile ad un lutto vero e proprio e come tale necessità di tempo per essere elaborato. 11 anni sono molti e passerà qualche tempo prima che lei possa sentirsi di nuovo bene completamente, quando i ricordi rimarranno tali senza fare più male. Si conceda il tempo necessario, si confidi, faccia uscire fuori tutte le emozioni che sente, dia un nome a queste emozioni. È libero di sperimentare ogni sentimento, anche contrastante, perché tutto questo servirà a rafforzarla.
Se sente di aver bisogno di un luogo sicuro dove esternare i suoi pensieri potrebbe anche rivolgersi ad un psicologo, potrebbe aiutarla nell'elaborazione della rottura.

Rimango a disposizione
Cordialmente
Dott.ssa Ravasio Debora, psicologa-psicoterapeuta in formaZione

Dott.ssa Ravasio Debora Psicologo a Bergamo

15 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2016

Caro Marco,
ho letto la tua storia, ma mi concentro solo sulle ultime righe. Mi ha colpito l'espressione "cominciare una nuova vita": certo, a volte ci troviamo di fronte a cambiamenti grandi e inaspettati, che viviamo come epocali. Tuttavia, la vita è una sola e non è né possibile né auspicabile chiuderne un pezzo e metterlo nel dimenticatoio. Tanto più che, da quel che dici, mi sembra che gli altri ambiti della tua vita (lavoro, famiglia...) funzionino piuttosto bene. E qui mi collego all'altra tua espressione, "dimenticare (la ex)": culturalmente abbiamo un'idea distorta della memoria, come di un magazzino in cui si accumulano i ricordi, che rimangono lì, riportando fedelmente l'episodio o la storia a cui sono riferiti. Invece è proprio il contrario: la memoria è fatta di elementi dinamici, in continua evoluzione, che si integrano con le esperienze nuove, dando origine a nuove storie. E qui risiede la risposta alla tua domanda, come dimenticare: lo puoi fare solo vivendo. Mi sembra che tu sia sulla buona strada, infatti hai già intrapreso una nuova relazione. Non pretendere da te di viverla a 100 all'ora, dato che la chiusura con la ex è molto recente e non pretendere da te di vivere questa nuova storia come se potessi fare tabula rasa di tutto ciò che quella precedente ti ha dato. Ma vivila nel modo più spontaneo e autentico possibile. Che, tanto, in amore si fanno scommesse senza garanzie, anche se ci convinciamo di poterne avere e poterne dare.

Dott.ssa Sara Abate Psicologo a Brescia

5 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2016

Caro Marco, cerca di capire come stai tu, da solo, con la nuova ragazza; se pensi ancora alla tua ex e in che modo...per avere tutte queste risposte ci vorrà semplicemente del tempo, quindi ti consiglierei di approfondire la conoscenza con questa nuova ragazza e concentrarti sulle emozioni che provi stando con lei: ti senti a tuo agio? è solo una valvola di sfogo, per coprire sentimenti che provi ancora per la tua ex? In realtà una parte di te vorrebbe stare da sola ma l'altra è spaventata dalla solitudine? Un volta capite queste cose, potrai decidere se portare avanti questa nuova storia, riaprendo il tuo cuore, oppure no.
Credo che una storia di 11 anni non si possa dimenticare così facilmente, ma se hai davvero capito che non era la donna giusta per te, potrai riaprirti ad un nuovo rapporto più facilmente.
Certo, nessuno potrà dirti se è questa la donna giusta, bisogna solo provare, ma lo puoi fare con serenità solo trovando queste risposte. Buon proseguimento.

Dott.ssa Lucia Monicchi Psicologo a Milano

1 Risposta

1 voto positivo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 FEB 2016

Caro Marco,
accettare la fine di una relazione lunga e duratura come quella che ha vissuto lei è un percorso che richiede il suo tempo di "digestione". Si può benissimo paragonare la chiusura di una storia importante ad un lutto e spesso anche i vissuti di rabbia, dolore e accettazione sono simili. Si prenda il tempo di elaborare il tutto. Purtroppo non esiste una bacchetta magica, che ci permetta di dimenticare quello che è accaduto e che ci permetta di non soffrire. Piano, piano si accorgerà che, anche se un po' ammaccati, se ne esce fuori, ancora vivi.
Le consiglio un film che mi ha fatto pensare alla sua richiesta. Se non l'ha ancora visto le consiglio la visione di "Se mi lasci ti cancello". Sono sicura che ne trarrà il giusto significato.
Cordiali saluti,
Dr.ssa Heyra Del Ponte

Heyra Del Ponte Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Pescara

69 Risposte

42 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84300

Risposte