Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Difficolta' nell'avere rapporti sessuali

Inviata da MARCO baldo il 2 apr 2015 Problemi sessuali

A seguito di nuova relazione mi trovo in difficoltà ad avere una vita sessuale regolare. Gli esami clinici non hanno riscontrato nessuna patologia a livello organico. Inoltre assenza di desiderio mentre in assenza di partner tutto funziona in quanto scompare l'ansia e la paura di non riuscire.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Mirko, se non vi sono problemi fisiologici occorre risolvere il problema con un trattamento psicologico. Ti consiglio di rivolgerti ad uno psicologo specializzato in sessuologia. Un caro saluto, Giuseppe

Dr. Giuseppe Di Maria Psicologo a Roma

127 Risposte

129 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Mirko,
non deve essere stato facile vivere in questa situazione.
Le consiglio di richiedere il supporto di uno psicologo di tipo cognitivo comportamentale. Avrà il giusto sostegno e guida per poter ritrovare un equilibrio.
Un saluto
Dott.ssa Ilaria Albano
Psicologo a Roma

Dott.ssa Ilaria Albano Psicologa Psicologo a Milano

269 Risposte

314 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Marco,
se gli esami clinici non hanno riscontrato alcuna possibile patologia organica, la causa molto probabilmente potrebbe essere di natura psicologica. Dalle poche informazioni che ci fornisce è difficile ipotizzare se si tratta di un calo del desiderio ( dato che menziona assenza del desiderio) o di una disfunzione erettile dovuta ad ansia da prestazione. Sarebbe opportuno recarsi presso uno specialista così da poterla sostenere in questa situazione disagiante e ricreare equilibrio e armonia nella coppia.
Cordiali saluti Dott.ssa Judy Esposito

Dott.ssa Judy Esposito Psicologo a Sarno

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

sicuramente c'è dietro una componente psicologica legata alla scelta della partner con cui stai condividendo ora la tua vita. il mio consiglio è quello di affidarti ad un esperto che possa scandagliare le motivazioni di questa tua reazione.

Dott.ssa Verusca Gorello
Psicoterapeuta
Roma

Dott.ssa Verusca Gorello Psicologo a Roma

57 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Come lei stesso dice "in assenza del partner l'ansia da prestazione scompare"
Ecco secondo me questo è il nucleo che vale la pena indagare...provi a chiedersi da dove viene quest'ansia...
Spesso si ha ansia da prestazione, e in molti contesti. Questo può farci riflettere sul nostro grado di coinvolgimento nella relazione...sul voler "far bella figura" e percè...ma spesso coinvolge anche il modo personale che abbiamo di guardare a noi stessi, quanto ci diamo il permesso di essere "fallibili" o imperfetti... valuti questi aspetti insieme ad un professionista che potrà aiutarla al meglio.

Dott..ssa Silei Susanna, Psicologa, Pisa

Dott.ssa Susanna Silei Psicologo a Cascina

6 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

E' sicuramente una temporanea condizione psicologica dettata dalle nuove situazioni. In caso di scambi di affetto con lei,cerca di non pensare intensamente al sesso al quale oggi è legato una esperienza traumatica.Scambiarsi,invece,piccoli gesti affettuosi che hanno la funzionalità di stemperare la tensione e abbassare l'ansia di prestazione:il resto se dovrà avvenire,sarà conseguenziale.DR LUCIANO DI RIENZO

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

buongiorno mirko,
è evidente che la tua difficoltà è di natura psicologica quindi ti consiglio di contattare uno specialista.
un abbraccio
Dott.ssa Elisabetta Cristofaro

Dott.ssa Elisabetta Cristofaro Psicologo a Orta di Atella

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Mirko,
a volte i sentimenti e il desiderio di fare buona impressione creano le condizioni perchè avvenga l'esatto opposto. E' una difficoltà che si può risolvere rapidamente con un intervento mirato, ti consiglio di contattare uno psicologo. Un saluto Dott.ssa Serena Tosato

Dott.ssa Serena Tosato Psicologo a Bologna

7 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Mirko,
nella sua breve lettera capisco che infondo lei ha già ben intuito il nucleo della sua difficoltà: la paura di non riuscire e l'ansia.
Il suo disagio, insieme ad altri di diverso genere, è un chiaro segnale di in una società sempre più basata sulle performance e sul dover mostrarsi competenti e forti a discapito di ogni aspetto umano come la paura, la tristezza il dolore. Tutto ciò, ovviamente, si iscrive poi nella sua storia e nelle specifiche vicende che ha vissuto e che vive attualmente. Un ruolo, probabilmente sarà giocato anche dal tipo di relazione che ha instaurato e dalle caratteristiche della donna che ha scelto al suo fianco. Un percorso psicoterapeutico presso uno specialista della sua città potrà aiutarla a far luce su tutto ciò e sono sicura che, come spesso accade, grazie a questo sintomo potrà scoprire nuove modalità per stare in relazione e per vivere in modo più soddisfacente.
Le auguro un buon lavoro,
saluti,
dr.ssa Laura De Martino
Psicologa, Psicoterapeuta Relazionale, Napoli

Dott.ssa Laura De Martino Psicologo a Napoli

24 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Mirko
come tu dici "tutto funziona in quanto scompare l'ansia e la paura di non riuscire", questo quando sei da solo.
Quindi si tratta di ansia da prestazione.
Inoltre la tua deve essere una "forte ansia" dal momento che addirittura ti blocca anche a livello di desiderio sessuale.
Occorrerebbe comprendere bene la "genesi" di questo fenomeno tanto disturbante e certo la consulenza psicologica e la psicoterapia sono strumenti idonei per una corretta diagnosi e cura del suo problema.
Cordiali saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6734 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Mirko,
non è chiaro da questa mail se lei è fidanzato o ha una compagna in questo momento, inoltre non è noto se qualche situazione specifica abbia potuto determinare questo " blocco". Se ha piacere a scrivermi, troverà i miei riferimenti.
Distinti saluti
R.Pranzo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.le Mirko
Per avere una risposta adeguata dovrebbe darci altre informazioni, come età, stile di vita e altre notizie relative alla coppia. Se ha fatto esami clinici che hanno escluso una componente organica e non assume psicofarmaci (che potrebbero influire) resta, come ha scritto, una componente psicologica legata probabilmente ad'ansia da prestazione. A volte questo aspetto può essere legato a fattori personali, a caratteristiche del partner (età, aspetto fisico ecc.) oppure ad elementi e aspetti legati al contesto degli incontri intimi (sono in auto? In un contesto che permette di rilassarsi? Ecc.).
Provi pertanto a consultare di persona un sessuologo, l'aiuterà a mettere a fuoco ciò che sta accadendo e a risolvere il suo problema.
Buona giornata!

Dott. Alessio Orlando Psicologo a Ferrara

43 Risposte

94 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve,
E' proprio come dice lei la paura e l'ansia di non riuscire che non le fanno vivere serenamente le relazioni durature. Considerato gli esami e l'assenza di problematiche fisiologiche la sua e' una tipica problematica, l'assenza di desiderio di natura psicologica. Con l'apprendere alcune tecniche cognitivo comportamentali potra' superare il suo disagio.
Dott Silvia Piantanida

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

173 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Mirko.
Dal momento che la tua problematica non risulta essere portata da cause organiche, non rimane che indagare l'aspetto psicologico.
Consiglierei una psicoterapia cognitivo-comportamentale (meglio ancora se con un terapeuta anche specializzato in sessuologia) con la quale affronterai le tue ansia che non ti permettono più di avere una vita sessuale soddisfacente. Infatti questo tipo di terapia, attraverso tecniche di rilassamento associate poi ad altre tecniche conportamentali di desensibilizzazione, ti permetterà di mandare in estinzione l'ansia che sopraggiunge in quei momenti. Senza trascurare naturalmente l'aspetto cognitivo che spesso funge da fattore di mantenimento del disturbo.
Spero di essere stata d'aiuto.
Cordiali saluti
Dott.ssa Debandi Valentina

Dott.ssa Debandi Valentina Psicologo a Valenza

29 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Mirko,
nella tua richiesta mancano alcuni dati importanti per poter ricercare i motivi della tua 'ansia da prestazione' : la causa della fine della tua relazione precedente, la tua storia personale e qualche cenno sullo sviluppo della tua sessualità. Resto a disposizione
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta.

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

620 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Mirko,
probabilmente bisognerebbe sapere qualcosa di più su questa nuova relazione e sul nuovo partner per capire i motivi della sua ansia. C'è una significativa differenza tra voi in termini di età, stato sociale o altro? Se così fosse, parlarne, come dice la collega, probabilmente porterebbe a diminuire l'ansia. Può inoltre giovare consultare uno psicoterapeuta se il problema persiste.

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

707 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Mirko,
nella sua domanda ha scritto anche la risposta: ansia e paura di non riuscire. Purtroppo, una volta che si presentano ripetute esperienze di "insuccesso" l'ansia e la paura di non riuscire aumentano e precedono il fallimento stesso con conseguente "calo del desiderio". Il problema, dunque, più che di natura fisica mi sembra di natura emotiva. Mi chiedo che cosa ha investito di sè in questa nuova relazione, quali le sue aspettative, che cosa rappresenta.
Provi a riportare alla realtà la relazione che vive guardandola con un occhio più obiettivo e meno idealizzato. Parlando con la sua ragazza delle emozioni che sente, di cosa significa stare insieme e riconoscendo paure e limiti. Scoprirsi aiuterà ad abbassare l'ansia e a sentirsi più sereno nella relazione.
Se tutto ciò non fosse sufficiente non esiti a rivolgersi ad uno psicoterapeuta che l'aiuterà ad affrontare il problema passo dopo passo. Auguri, dr. Katjuscia Manganiello

Dr.ssa Katjuscia Manganiello Psicologo a Pesaro

124 Risposte

128 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19250

domande

Risposte 78200

Risposte