Difficoltà emotive e di apprendimento, come aiuto mio figlio di sei anni?

Inviata da MASSIMILIANO · 22 gen 2014 Dislessia

salve sono il padre di unbambino di 6anni il quale e' preoccupato per lo scarso apprendimento allo studio,'gia all'asilo era' distratto si alzava spesso dal banco e'molto timido piange facilmente,quando provo ha far leggereuna frase,mi legge una lettere alla volta o almassimo mette insieme due lettere ma far comporre tutta la frase non riesce,sono preoccupatissimo sia per la lo scarso apprendimento ed altrettantola sua timidezza e il pianto,premetto che essendo appassionato di cucina riesce benissimo ricorda i passaggi da fareper ottenere la pietanza .voi specialisti cosa mi consigliate grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 GEN 2014

Salve Massimiliano, capisco bene la preoccupazione che prova come padre per suo figlio. Avendo appena iniziato la scuola Elementare bisogna monitorare i tempi di apprendimento e di adattamento a questo grande cambiamento scolastico, che ha grandi influenze anche a livello emotivo. Per maggiori chiarimenti e approfondimenti le consiglio di contattare un professionista del settore specializzato in Disturbi dell' apprendimento.

Dott. Stefano Cerrato Psicologo a Torino

21 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GEN 2014

Gentile Signor Massimiliano,
con l'inizio della scuola primaria può accadere che i bambini non riescano ad effettuare l'automatismo alla lettura (non sono ancora in grado di effettuare la fusione fonologica). Questo può derivare da una temporanea difficoltà del bambino stesso. Si può comunque, con un percorso di potenziamento, aiutare il bambino a raggiungere l'automatismo.Se a questa difficoltà si aggiungono difficoltà emotive, la condizione può essere particolarmente frustrante. Il consiglio è di contattare uno Psicologo esperto in Difficoltà di apprendimento, che potrà aiutare il bambino.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Maria Grazia Nichetti Centro di Attivazione Psicologica

Centro Di Attivazione Psicologica Milano Psicologo a Milano

11 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2014

Gentile Signor Massimiliano, ogni bambino ha un suo tempo di apprendimento, però è lecita la sua preoccupazione, a volte anche in bambini intelligenti possono verificarsi difficoltà specifiche, nella lettura, nella scrittura o nell'attenzione. Ha provato a chiedere alle maestre cosa ne pensano? Se avete queste preoccupazioni sarebbe importante monitorare il processo di apprendimento e vedere se ci sono delle difficoltà specifiche in modo da poter attuare un intervento immediato, essendo il bambino ancora all'inizio, in questo modo potreste aiutarlo a fare meno fatica ed a non disaffezionarsi all'apprendimento.
Cordiali Saluti
Dott.ssa Lara Orsolini

Dr.ssa Lara Orsolini c/o Studio Psicologia Pisa Psicologo a Siracusa

22 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2014

Gentile utente,
il primo passo da fare in queste circostanze è quello di portare suo figlio da un collega per una valutazione. Esistono dei test specifici per valutare l'entità e la presenza di un problema di apprendimento (disgrafia, dislessia, discalculia, ecc.). Se dovessero essere presenti problemi di questo tipo ci sono buoni protocolli per consentire un graduale recupero.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

392 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2014

Salve Massimiliano, comprendo la sua preoccupazione e ritengo che, proprio per non preoccuparsi ulteriormente e per aiutare il suo bambino dovrebbe rivolgersi ad un professionista per una valutazione più precisa della situazione, Esistono Disturbi Specifici dell' Apprendimento che, se presi in tempo, non compromettono in alcun modo la vita e l'apprendimento del bambino. Bisogna innanzitutto comprendere se si tratti di qualcosa del genere o, semplicemente, di una difficoltà emotiva del bambino che trova la sua via di espressione proprio nelle sue possibilità di apprendimento. In bocca al lupo!

Dott.ssa Laura Ucciardi Psicologo a Palermo

18 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2014

Gentile Massimiliano,
dovrebbe consultare in primis il pediatra e chiedere a quest'ultimo se sia necessaria o meno una valutazione presso un neuropsichiatra infantile e in parallelo consultare uno psicologo dell'età evolutiva.
Le maestre cosa dicono?

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

779 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dislessia

Vedere più psicologi specializzati in Dislessia

Altre domande su Dislessia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19350

psicologi

domande 31200

domande

Risposte 107050

Risposte